Pubblicato da: spaghettovolante | 4 luglio 2009

Senza parole

Ho già parlato del signor Cammilleri

https://spaghettovolante.wordpress.com/category/rino-cammilleri/

Ironia della sorte, oggi ricorre l’anniversario del nostro incontro, cioè del primo sermone a lui dedicato

https://spaghettovolante.wordpress.com/2008/07/04/0-assoluto/

Deve essere senz’altro un segno del FSM se, totalmente all’oscuro di codesta ricorrenza, oggi ho di nuovo masochisticamente visitato il suo sito alla ricerca di qualche alta perla della sua saggezza, da poter condividere con i fedeli.

Ho provato una sincera repulsione, etica e intellettuale, a leggere quanto segue. Spero che lo stesso capiti a voi.

da http://www.rinocammilleri.com/2009/07/donne-2/

Cammilleri

So che di solito mi occupo per di più argomenti inerenti le malvagie pratiche della scienza, ma la mia aderenza totale ai Condimenti mi ha costretto a questa eccezione.

Per i nuovi visitatori: i Condimenti sono invocati (e spiegati) anche in questo sugoso post.

https://spaghettovolante.wordpress.com/2009/03/22/rocking-the-boat-2/

Ramen


Responses

  1. Secondo me la portata di certe cretinate è strettamente collegata alla fonte da cui proviene: uno come Rino Cammilleri (che viene dal movimento studentesco doc, quello del ’68, come Mughini e Liguori) riesce a far danni solo tra i lettori del Giornale e del Timone, cioè gente (celebrolesa) che è comunque persa. Non ha senso tentare di far ragionare chi legge Messori e Fratus e ascolta Fanzaga.
    Diverso è il caso quando cretinate simili vengono veicolate da organi di informazione più sensati. Prendiamo per esempio Repubblica che riesce a essere un punto di riferimento, non assoggettato all’andazzo servile al potere clerico-fascista oggi imperante.
    Ma che è sensibile a mode new-age e spesso vittima di svarioni dovuti alla formazione umanistica dei suoi giornalisti e alla mancanza di controllo delle informazioni tipiche della stampa nostrana.
    Ad esempio Sara Ficocelli, un nome che è una garanzia, racconta su Repubblica una versione naïf del Creation Museum di Petersburg, Kentucky. Nel suo racconto la signora descrive la sorpresa dei geologi di fronte alle cazzate (è un termine tecnico, perdonate l’assonanza con il francesismo) bibliche. E così la giornalista può partire con la sua versione, che è quella creazionista del catechismo: Arnold I. Miller, docente di geologia all’università di Cincinnati e organizzatore della visita al museo, pensa che l’incontro sia stato utilissimo: “Spesso gli accademici ignorano il mondo che li circonda, e questo è sbagliato”.
    E così la disinformazione continua: la visione alternativa della bibbia è presentata sullo stesso piano della scienza e tutti noi possiamo continuare a farci prendere per i fondelli da contaballe del neolitico e loro eredi.
    (l’articolo si trova qui: http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/scienze/museo-creazionisti/museo-creazionisti/museo-creazionisti.html )
    Poi ci sono i battitori liberi autarchici e monomaniaci come i nostri Anty e Nonce. Per adesso danno solo fastidio, il pericolo è che qualcuno di loro cresca.
    Io sono pessimista per il futuro perché dovrebbe essere la scuola a insegnare ai ragazzi a ragionare. Ma la scuola è in mano alla Gelmini e il governo di papiSilvio foraggerà sempre più la scuola privata dei preti per i ricatti dei vescovi: “o paghi il santo pizzo o diciamo che sei un puttaniere e che questo è peccato”
    Commento lungo, troppo, ma sto concludendo, ecco l’invocazione finale a FSM: confido comunque nel Suo imperscrutabile disegno, W la Pasta, W la salsa, RAmen.

  2. Solo una cosa non condivido: il tuo pessimismo.
    Questa Chiesa deve la sua nascita anche all’esasperazione della filosofia a “tarallucci e vino” imperante in Italia che tu descrivi, ma anche alla convinzione che qualcosa sta cambiando.

    Una volta Dawkins fu praticamente l’unico che diede pubblicamente dell’IPOCRITA a Giovanni Paolo II per le sue esternazioni sull’evoluzione.

    La filosofia di vita era, in tutto il mondo, questa: “la tua visione del mondo fa ridere i polli, però io la rispetto!”

    Ora le persone non ci stanno più. E spesso i dubbi vengono dal vero senso morale piuttosto che dalla razionalità, che magari arriverà dopo.

    Le persone non tollerano più pedofili, istruzioni su come comportarsi con le braghe calate, privilegi, violenza, blocco della ricerca scientifica, contrasti con le costituzioni ecc…ecc…

    E chi fra loro ha formazione scientifica ugualmente non sopporta più la fola che due visioni del mondo, una basata sul credere SENZA prove, e l’altra sul credere ALLE prove, siano compatibili.
    E si comporta di conseguenza, comunicandolo pubblicamente.

    Insomma, ho Fede che il PSV sarà in grado di mostrarci la via.

    Ramen


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: