Pubblicato da: spaghettovolante | 21 ottobre 2009

Nomenclatura evoluzionista

stupidity-simplified-demotivational-poster-1226679777

Quegli intolleranti degli evoluzionisti alla fine ce l’anno fatta: niente rave party creazionista nei locali dell’Università di Bergamo, e men che meno dibattito con gli scienziati.

Fratus & Co si leccano le ferite raccontando la scandalosa vicenda nientemeno che ad Andrea “torquemada” Morigi del quotidiano Libero. Note in rosso mie.

Da http://www.libero-news.it/articles/view/578432

All’Università di Bergamo ingresso vietato ai creazionisti (mai titolo fu più involontariamente umoristico)

| CULTURA (?) | Andrea Morigi
Pubblicato il giorno: 06/10/09
Salta il dibattito su Darwin
Perfino di Giuseppe Garibaldi, da qualche anno a questa parte, si può parlar male. Di Charles Darwin, a 200 anni dalla nascita e a 150 dalla pubblicazione dell’Origine delle specie, ancora no. Non all’università di Bergamo, almeno, dove il congresso creazionista “Cosa rimane della teoria di Darwin?”, previsto per il 16-17 ottobre, non si svolgerà.

Incomprensioni, sostiene la versione ufficiale (versione ufficiale? mi ricorda qualcosa...). Un’ammissione che fa lo stesso presidente dell’organismo promotore, l’Associazione italiana studi sulle origini, Romano Ricci, con una lettera indirizzata a Enrico Giannetto, docente di Storia del Pensiero Scientifico presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’ateneo orbico. Gli organizzatori gli scrivono: «Il nostro errore, e mio in particolare (senno di poi), è quello di non aver richiesto un assenso formale e cioè rivolto alle autorità accademiche di Bergamo, che molto probabilmente non avrebbero permesso che un dibattito creazione/evoluzione si potesse svolgere presso l’Università (chissà perché?)».

Eppure, nelle fasi preparatorie, il tenore dell’iniziativa era stato dicharato. Il 16 luglio, con un messaggio di posta elettronica, il professor Giannetto viene informato a dovere da Fabrizio Fratus, dell’Aiso, che lo mette al corrente così: «L’associazione nasce con lo scopo di difendere e promuovere la teoria del creazionismo che associa la nascita della vita e dell’uomo ad un progetto fortemente voluto (non è vero: il FSM creò il mondo e le specie che era completamente sbronzo). Per questo motivo, in contrapposizione alle celebrazioni “darwiniane” (notare virgolette) Aiso propone un congresso creazionista che avrà luogo a Milano il prossimo 16/17 ottobre. Il titolo del congresso sarà: Cosa rimane della teoria di Darwin? (o, secondo Sintesi Milano, Drawin)». Tutto chiarissimo. Nessuna contestazione nemmeno quando il prof. Giannetto viene informato che «vorremmo iniziare i due giorni con una tavola rotonda presso l’Università di Bergamo, un incontro tra esponenti che ritengono la teoria di Darwin superata e inutile nell’ambito scientifico con esponenti che al contrario la ritengono attuale e assolutamente l’unica teoria scientifica che spieghi l’esistenza dell’Uomo. Una tavola rotonda composta da tre esponenti creazionisti (prof. Wolf Lonnig, biologo, dott. Mart De Groot, astrofisico, prof. Ferdinando Catalano, fisico) e da tre esponenti evoluzionisti dell’Università di Bergamo».

Giannetto risponde il 30 luglio, fornendo i nominativi dei partecipanti di parte evoluzionista: Gianluca Bocchi, Enrico Giannetto e «forse Mauro Ceruti, ma la prego di non indicarlo al momento».

Poi, la repentina marcia indietro. In alcuni ambienti accademici la locandina che annuncia l’evento crea scandalo e, «per opposizione della nomenclatura evoluzionista (la FAMIGERATA nomenclatura evoluzionista)», informa una newsletter dell’Aiso, salta tutto. I “creazionisti” comunicano anche la propria «decisione di evitare forti toni e polemiche non adeguate alle nostre reali intenzioni (pernacchia)».

Un esponente di Sintesi alla notizia

Un membro di Sintesi alla notizia

Alla fine comunque il convegno c’è stato. Che si facesse a gara a chi era il più insignificante (in senso letterale) tra gli oratori, lo avevo già accennato nei precedenti sermoni.

Ma vediamo che si dice del convegno in casa AISO. Qui potete ammirare il programma dettagliato del convegno http://creazionismo.org/Articolo.asp?id=261, notate la perfetta formattazione del testo.

Poi si parla di una conferenza stampa, per la quale probabilmente dovevate chiedere al vostro giornale di prenotarvi il posto, vista la trepidante attesa http://creazionismo.org/Articolo.asp?id=262. Che ci sia stata o no e che ci fossero più di cinque persone oltre a coloro che l’avevano indetta, a nessuno comunque gliene può importare di meno.

La nocciolina sullo sterco la troviamo in

CONGRESSO AISO:PRIME CONSIDERAZIONI
di Mihael Georgiev – 20/10/09 –
BOICOTAGGIO EVOLUZIONISTA A BERGAMO E MILANO

Gli evoluzionisti perdono un’occasione per illuminare gli ignoranti

di Mihael Georgiev

che potete trovare a questo link http://creazionismo.org/articolo.asp?id=264

AISO, vogliamo fare sul serio invece di piagnucolare?

Per una volta faccio copia e incolla io, da un mio commento a https://spaghettovolante.wordpress.com/2009/09/23/circo-barnum-2009-16-17-ottobre-milano/#comment-1937

@ Sintesi Milano
con tanta energia dell’osare, potreste provare a rispondere a questa sfida lanciata mesi fa al Discovery Institute, o almeno farlo fare a qualcuno dei vostri augusti oratori.

Siete in grado di nominare UN SOLO gene che sia inconfutabilmente il prodotto di un Disegno Intelligente e che non mostri nessuna derivazione evolutiva?

Potete tranquillamente rispondere nei commenti sotto il video.
Astenetevi da farlo qui, dal momento che non tutti hanno il vostro tempo libero e non mi va di mettermi a cercare peer-review per ogni gene che sparereste alla cazzo.
Se tentate, gradirei esserne informato e mi impegno a dare all’evento la massima pubblicità possibile.
Pensate, potete diventare famosi.

Già vedo la copertina di Nature con l’immagine a questo link

http://www.facebook.com/group.php?gid=33335047377&ref=search&sid=100000009901567.3071807186..1

UN-SOLO-GENE

AGGIORNAMENTO 22-10-2009

Visto che nessuno si fa vivo a nominare il gene (strano, nevvero?), metto qui il link al Comitato Antievoluzionista, lasciando al pingback il lavoro di pubblicizzare la richiesta

http://antidarwin.wordpress.com/2009/10/19/evoluzionismo-e-societa’/

Riramen



Responses

  1. Ottimo. Ma io insisto, già l’ho fatto notare all’ottima Oca sapiens (questa volta mi sono ricordato di scriverlo come Darwin comanda, cioè non è Darwin ma la convenzione tra gli scienziati non creotardi (i creotardi non sono scienziati)): orobico non orbico. Quelli di Berghem (non tutti) discendono dagli Orobi, non dagli Orbi (che non sono una popolazione a se stante ma persone con problemi di vista sparpagliati qua e là). È vero che l’errore era di Fratus ma dai diamoci un aiutino, almeno in questo.
    Adesso, prima di andare a leggere le puttanate, cioè volevo dire le escortate di Georgiev, mi sembra doveroso elevare un solenne ringraziamento al Prodigioso Spaghetto Volante che ha fatto naufragare il convegno. W la Pasta, W la Salsa, W la Pasta con la Salsa e il Parmigiano ‘n coppa, RAmen.

  2. mille volte Ramen. A ogni modo Juhan non conoscerai fino in fondo il significato di “puttanata” (o “escortata”) prima di aver letto questo:

    http://antidarwin.wordpress.com/2009/10/19/evoluzionismo-e-societa%E2%80%99/

    Non è firmato ma grazie a Google è possibile ascriverne a Fratus la paternità.

    Qualche chicca:

    “Sul piano strettamente scientifico e tecnologico la speranza del progresso scientifico è confutata dal fatto che ancora oggi la nostra società è minata da molte manie: se molte malattie sono state sconfitte grazie alla ricerca scientifica, è anche vero che ne sono nate di nuove accreditabili alla stessa scienza/tecnica (A.I.D.S., problemi respiratori, angosce, stress).”

    “Neppure si può affermare che la manipolazione genetica dei cibi produca solo benefici e non problemi. Chi crede nell’evoluzionismo è convinto che si possa intervenire direttamente in ogni specie per il suo miglioramento genetico e che facendolo non si faccia altro che anticipare la natura.”

    “Harun Yahya nel suo libro dal titolo L’inganno dell’evoluzione1 afferma che il materialismo abolisce i valori di base dello Stato e della società, generando una collettività senz’anima, interessata solo alla materia, senza ideali.”

    E se ve lo dice Harun, con questo invidiabile curriculum

    http://en.wikipedia.org/wiki/Harun_Yahya#Legal_issues.2C_arrest.2C_trial.2C_and_sentencing

    Ramen

  3. E adesso hanno anche Verolini!
    Sempre benedetto sia Il Nome del Prodigioso che con le sue Pappardellose Appendici CIC ci protegge, RAmen.

  4. Scusate se commento al mio commento, ma l’eiaculazione sulle biotecnologie è troppo caprina per non darle il dovuto risalto.

    A parte l’ovvia idiozia che se io seleziono delle varietà di piante PER sfruttarle a fini economici, non anticipo nulla, dal momento che le piante non esistono PER l’uomo, il ridicolo viene moltiplicato se si aggiunge, ad esempio, che molte piante che ora consumiamo sono state selezionate in modo da ridurre via via le parti VELENOSE, ad esempio il pomodoro e la patata. Le piante non vogliono essere mangiate (a parte alcuni casi), e quindi l’ultima cosa che può succedere è che magicamente perdano le parti velenose per agevolare il lavoro a noi.

    Ramen

  5. http://www.uaar.it/ateismo/contributi/18.html

    Roberto Verolini. Il Dio laico. Caos e libertà. Armando Editore

    “Un’opera attuale e scientifica, la cui lettura è fortemente consigliata.”

    Ramen

  6. Ciao a tutti, ho scoperto da poco questo blog, è uno spasso!

    Io sono venuto in possesso di ben due copie del bellissimo libro di arundati scemo dal titolo: “IL GRANDE LIBRO DELLA CREAZIONE”.

    è stato inviato (due volte) l’anno scorso ad ogni ricercatore del centro di ricerca biologica dove lavoro.

    Fantastico, dovete vedere che razza di volume è: pesa 7 Kg, le dimensioni sono qualcosa tipo 30×40, pieno di bellissime fotografie a tutta pagina, copertina rigida in tela, scritte in oro.
    Inoltre, intarsiati nella copertina ci sono fotografie di diversi animali che sembrano muoversi in base a come si inclina il volume (avete presente le figurine in plestica zigrinata con i personaggi dei fumetti che sembrano muoversi se si cambia angolo visuale?).
    Inoltre ci sono capitoli meravigliosi come: Il darwinismo e il materialismo”, o “il darwinismo ed il totalitarismo” e anche “il darwinismo ed il terrorismo”. Quest’ultimo capitolo è sottotitolato con qualcosa come “l’islam non è la causa del terrorismo: è la sua cura”.

    Insomma, un tomo meraviglioso. Su ebay ne ho comperato anche la versione in inglese.
    Vorrei iniziare una collezzione di queste opere d’arte. Qualcuno scambierebbe una mia edizione in italiano con una che ne so, in tedesco o in suomi?

    Ramen

  7. Benvenuto.
    Anche io ho avuto il discutibile privilegio di tenere tra le mani quei 7 Kg di inutilità. Qui c’è Dawkins che lo fa a pezzi, in modo esilarante. Memorabile la slide che ritrae un barboncino accanto al volume e Dawkins che commenta: il cane è usato come scala di riferimento.
    http://video.google.it/videoplay?docid=8861534404717969199&hl=it

    L’atlante delle creazione è disponibile gratuitamente in molte lingue in formato pdf e doc

    http://www.harunyahya.com/books/darwinism/atlas_creation/atlas_creation_01.php

    Ramen

  8. uffa uffa, io voglio l’oggetto, voglio soddisfare il mio spirito di collezzionista, voglio avere nelle mie mani quel sunto di stupidità (nonché pacchianeria) umana.

    Ramen

  9. È quello che spaccia come foto di insetti delle esche per la pesca. Ne parlava PZ Myers (credo fosse lui) tempo fa, se serve posso recuperare il link che ho salvato da qualche parte.

  10. https://spaghettovolante.wordpress.com/2009/05/30/tristezza-a-palate/ ne ho parlato qua dell’esca. Ho dedicato una intera categoria ad Harun

    Ramen

  11. Perdono! Ho dimenticato il tuo post!
    Adesso sono di corsa ma mi farò un interrogatorio con i fiocchi e mi farò sputare la verità. Controllerò anche se ho i calzini celesti, naturalmente.

  12. Non riesco a trovare il link promesso, forse domani se il Prodigioso (sempre lodato sia il suo nome) mi assiste, RAmen

  13. […] parlando) è la considerevole mancanza di vergogna e di senso del ridicolo. Dopo il (haha) “convegno internazionale” dell’ AISO tenutosi al Jolly Touring  Hotel il 16 e 17 …e, il viceprez del CNR Bob de Mattei, direttore della popolare rivista Radici Cristane, […]

  14. Non so se incazzarmi o mettermi a ridere a crepapelle quando leggo queste notizie.

  15. […] fossili che testimoniano transizioni da una morfologia a un’altra, oppure portatemi (AISO? toc toc) un gene la cui sequenza non si accordi con un processo evolutivo, oppure eseguite un esperimento […]

  16. Tempo fa, prima dell’arrivo di Karmic Koala avevo promesso di pubblicare l’URL di un sito sulle puttanate di Harun Yahya. Poi sono successe tante cose ma oggi PZ Myers torna sull’argomento http://scienceblogs.com/pharyngula/2009/11/makin_em_sweat.php
    E io ho googlato questo
    http://bluecollarscientist.com/2008/01/09/atlas-of-creation-by-harun-yahya/
    http://www.grahamowengallery.com/fishing/Atlas-of-Creation.html

    Sua Pappardellosità ha reso possibile tutto ciò, siano rese grazie a Lui e alle Sue pastose Appendici, W la Pasta, RAmen

  17. […] “professore perseguitato” (dalla nomenclatura evoluzionista n.d.Spago), noto anche come  ”il dotto ed equilibrato professore del CNR” (perla di […]

  18. […] Ora, sempre tramite l’impareggiabile blog di Biccio Fratus, abbiamo il privilegio di leggere un altro articolo lisergico pubblicato originariamente sulla nota testata Il Corriere del Sud, il cui autore è stato tra gli oratori del cosiddetto primo congresso creazionista italiano, organizzato appunto dall’AISO. Questa Chiesa ha già commentato il suddetto convegno/congresso (che non sarebbe stato il primo, comunque: ci aveva già pensato il viceprez del CNR in febbraio, come sapete), raccontandone la tragicomica organizzazione (oratori ignari della partecipazione, locali inesistenti o mai assegnati e via dicendo). Particolari qui, qui e qui. […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: