Pubblicato da: spaghettovolante | 11 gennaio 2010

Terminologia

Nonostante una certa esperienza in quanto alla teoria e alla pratica di coloro che attivamente si oppongono platealmente alle prove fornite dall’indagine scientifica sul mondo naturale, in particolar modo i creazionisti, devo dire che sono ancora lontano dal poter guardare il loro operato senza provare stupore.

Il mio avvocato, Lionel Hutz, mi consiglia al riguardo di non sbilanciarmi nell’attribuire loro malafede, e di limitarmi a spiegazioni più accademiche. Prudenzialmente dico allora che costoro, per cause prossime a me ignote, si comportano come se fossero privi di un contatto con la realtà.

Il comandante in capo della sedicente AISO (Associazione Italiana per gli Studi sulle Origini) mentore di Biccio Fratus, ci da un (altro) esempio che senz’altro sembra confermare questo postulato. Se il postulato fosse sbagliato, si dovrebbe allora tirare in ballo la malafede, o più probabilmente, una miscela delle due cose e… (ok ok Lionel, sto zitto)

Vediamo allora un altro strabiliante articolo di Mihael Georgiev, che è stato addirittura intervistato da tale Caterina Maniaci per Libero sul bananagate, anche se ora sul sito l’articolo è scomparso, per cui mi faccio aiutare da Blondie http://www.effedieffe.com/content/view/9031/183/.

Da notare che questo “articolo” è pubblicizzato sul sito dell’AISO in questo modoLIBERO RISPONDE A GABIBBO.

Si, hanno sostituito la C con la G.

il presidente della pontificia Accademia delle Scienze, secondo l'AISO

Al solito, note in rosso e ipertesti miei.

da http://www.creazionismo.org/Articolo.asp?id=286

L’ETA’ DEI DINOSAURI
di Mihael Georgiev – 03/12/09-
LA SFIDA SCIENTIFICA ALL’EVOLUZIONISMO (per dindirindina!)

L’età dei dinosauri

di Mihael Georgiev

La storia dei dinosauri è affascinante. La loro improvvisa scomparsa – estinzione di massa – è uno dei misteri della storia della vita sulla Terra. Alcuni scienziati credenti (riformuliamo: alcuni cioccolatai senza uno straccio di prova a supporto delle loro farneticazioni) spiegano la scomparsa con il diluvio universale descritto nella Genesi, del quale vi sono evidenti (haha) tracce ovunque sulla terra. Ma il racconto genesiaco non è ritenuto fonte d’informazione dagli scienziati evoluzionisti (quale sarà il motivo? probabilmente sono stati sedotti dal Demonio, non c’è altra spiegazione. Impossibile che si attengano alle prove) o non credenti, che però non sanno dare una spiegazione alternativa convincente. Infatti fanno ricorso anche agli asteroidi, cercando, a loro modo, aiuto “dal cielo”.

(Dunque. Al momento, la correlazione causale tra uno (o più) impatti meteorici e questa estinzione è generalmente accettata. C’è chi (oltre al meteorite) invoca altre cause che avrebbero iniziato in precedenza o in concomitanza a segnare il declino dei dinosauri, ma questo al momento non è importante. Si devono invece notare due cose. La prima è che si ascrive una sorta di ingenua ignoranza agli scienziati secondo cui la Bibbia non è un testo scientifico (“non sanno dare una spiegazione alternativa”), la seconda è ridicolizzare l’ipotesi del meteorite, che ha invece forti evidenze. Mihael evidentemente non ha mai sentito parlare del limite K-T, quello che nelle successioni stratigrafiche identifica il passaggio dal Cretaceo al Terziario. Questo limite è segnato, in molti siti e a livello globale, da uno strato che è insolitamente ricco di iridio. Questo elemento è rarissimo sulla crosta terrestre, poiché durante la formazione del pianeta è sprofondato legandosi al ferro verso il centro della Terra. Invece comete e asteroidi contengono moltissimo iridio, e così si è fatta largo l’ipotesi per cui un asteroide, colpendo la Terra, abbia rilasciato questo materiale, che si è poi depositato sulla crosta. Si è poi scoperto un cratere da impatto, di 180 chilometri di diametro, sepolto presso la penisola dello Yucatan, il cratere di Chicxulub. Non si è cercato “aiuto” dal cielo, ci sono un certo numero di prove, raccolte da coloro che hanno alzato le loro regali chiappe per fare ricerche, invece che affidarsi a un libro scritto da pastori dell’età del bronzo. A questo proposito, vorrei sapere come la Bibbia spiega le altre estinzioni di massa. A confronto della crisi permo-triassica, quella del cretaceo è una burletta. Altro diluvio universale? Dove sta scritto in quel magnifico libro?)

Torniamo all’età dei dinosauri e dei rettili in generale (peccato che i dinosauri non siano rettili). I dinosauri sarebbero vissuti fino a circa 60 milioni di anni fa (piano con i circa, 65 milioni), mentre molti dei rettili che girano attorno a noi – lucertole, salamandre (e neanche le salamandre sono rettili. D’altra parte nel santisssimo “Libbro”, i pipistrelli sono uccelli. Ma chi importa la realtà, quando hai dalla tua parte un onnipotente amico immaginario?) ecc., – sono dei “fossili viventi”, poiché non sarebbero cambiati nel corso degli ultimi 10 – 20 o più milioni di anni (Balle. Prendiamo i serpenti: la loro forma moderna e la loro radiazione è avvenuta intorno ai 60.000 anni fa, ma lo loro storia evolutiva parte dal cretaceo)

Materiale organico in fossili datati come antichi

A partire dal 1997 è stato scoperto ripetutamente materiale organico ben conservato – vasi sanguigni ripieni di materiale che somiglia condensato di sangue, compresi gli elementi cellulari (globuli rossi), midollo osseo e altri tessuti – in fossili di dinosauri e altri rettili datati rispettivamente 70, 10 e 80 milioni di anni.

Questa è una scoperta sbalorditiva, che coincide con il clamoroso successo cinematografico con il film Jurassic Park, dove è stato riprodotto un dinosauro dal DNA trovato nel corpo di una zanzara inclusa nell’ambra (accidenti che coincidenza! Non fosse che Jurassic Park è del 1993. Nel 1997 è uscito il seguito, Il mondo perduto, dove la clonazione è decisamente in secondo piano). La scoperta scientifica di materiale organico di rettili “preistorici” piace, perciò, a Steven Spielberg, ma molto meno agli scienziati evoluzionisti. Il motivo è che fino al 1997 materiale organico così conservato si era trovato solo nei cadaveri congelati o mummificati datati a migliaia di anni, ma non è spiegabile il suo ritrovamento nei fossili dell’età presunta di 80 milioni di anni, come i dinosauri. Il fatto è in contrasto con la scala del tempo geologico ed evolutivo, ma concorda con l’età giovane della terra. (questa è una costante nella disinformazione scientifica: quando si citano ricerche vere, le si flagella fino a far loro dire quello che di vuole provare. Si conta sul fatto che un buon numero di lettori non si prendano il disturbo di controllare. Per quanto siano sembrati eccezionali questi ritrovamenti (ci torneremo fra poco), mai si è messa in dubbio l’età dei reperti. Qualcuno dovrebbe spiegare a Mihael la differenza tra DNA e proteina, dal momento che in quei reperti non si è trovato mai DNA, ma solo composti proteici)

Per coloro tra i nostri lettori che con lo spirito del grande naturalista Charles Darwin vorrebbero continuare a viaggiare tra i misteri della natura, proponiamo l’elenco non esaustivo delle pubblicazioni scientifiche sull’argomento. (Per il discorso fatto in precedenza, è altamente improbabile che i lettori di Mihael si disturbino a leggere le pubblicazioni, o semplicemente a fare qualche ricerca. La sicurezza è tale da permettere di inserire qualunque articolo, anche quelli che smentiscono platealmente le argomentazioni. L’importante è dare una qualche parvenza di professionalità e rigore, e qualche riga con parole tecniche fa sempre la sua porca figura)

Di queste cose ci piacerebbe discutere con Marco Ferraguti e gli accademici dei Lincei. Anche con Telmo Pievani, il quale però preferisce i viaggi tra i musei e le filosofie dell’Ottocento. Infatti ha ripetuto lo storico viaggio di Darwin fino alle Galapagos, dove il 15 settembre 1835, nel porto di San Cristobal, mise piede il ventiseienne Darwin. Quando Pievani comincerà a viaggiare tra le più recenti scoperte delle scienze naturali, ne potremo discutere anche con lui (Oh, povero Mihael! Nessuno lo ascolta! Non gli passa nemmeno per l’ampia anticamera del cervello che non discutono con lui così come un astronomo non discuterebbe con un astrologo. Marco Ferraguti è un rinomato biologo che tra le altre cose ha curato l’edizione italiana di “Evoluzione” di Mark Ridley, e Pievani è condirettore di Pikaia, un portale in costante aggiornamento con notizie, correttamente referenziate, di tutto ciò che accade nel mondo reale della ricerca scientifica in biologia. Sempre a riguardo della stupida frecciatina sul “viaggiare tra le più recenti scoperte delle scienze naturali”, pare che (purtroppo) quei tessuti trovati nelle ossa di dinosauro, non siano altro che resti di biofilm batterico. Dei batteri hanno colonizzato gli interstizi delle ossa lasciando il loro bagaglio di composti organici, scambiati per collagene http://www.sciencedaily.com/releases/2008/07/080729234140.htm. E’ una ricerca del 2008. La faccenda è ancora abbastanza controversa, e magari visto che il motto americano degli IDioti è “teach the controversy“, Mihael avrebbe potuto disturbarsi a scriverlo nel testo, invece di dare a intendere che con quelle ossa possiamo tranquillamente farci un brodino).

Lettura consigliata

Le pubblicazioni sotto riportate sono estratte dalla nota a piè della pagina 410 del saggio “Charles Darwin oltre le colonne d’Ercole”, Milano, Gribaudi, 2009, in distribuzione dall’AISO. (non fatevelo sfuggire, mi raccomando)

Mary H. Schweitzer, Mark Marshall, Keith Carron et al., «Heme compounds in dinosaur trabecular bone». PNAS (USA) 1997; 94: 6291-6296. L’articolo è disponibile sul sito http://www.pnas.org/content/94/12/6291.
Mary H. Schweitzer, Jennifer L. Wittmeyer, John R. Horner, Jan K. Toporski, «Soft-Tissue Vessels and Cellular Preservation in Tyrannosaurus rex». Science 2005; 307: 1952-1955 (25 March).
Erik Stokstad, «Tyrannosaurus rex Soft Tissue Raises Tantalizing Prospects». Science 2005; 307: 1852 (25 March).
Maria E. McNamara, Patrick J Orr, Stuart L Kearns, Luis Alcalá, Pere Anadón, Enrique Peñalver-Mollá, «High-fidelity organic preservation of bone marrow in ca. 10 Ma amphibians». Geology 2006; 34: 641-644.
Mary H. Schweitzer, Wenxia Zheng,Chris L. Organ, Recep Avci, et. al., «Biomolecular Characterization and Protein Sequences of the Campanian Hadrosaur B. canadensis». Science 2009; 324: 626-631 (1 May).
Robert F. Service, «‘Protein’ in 80-Million-Year-Old Fossil Bolsters Controversial T. rex Claim». Science 2009; 324: 578 (1 May).

Dopo tutto ciò, ancora per colpa di Lionel Hutz, non posso sbilanciarmi sul fatto che vi sia o meno disonestà in tutto ciò. Di certo l’articolo è assolutamente privo di qualsivoglia contenuto, altro che nonciclopedia.

La disperazione del mio avvocato

RAmen

*precisazione:

ordini dall’alto e la breve discussione nei commenti, mi impongono una nota sulla sistematica dei dinosauri. I dinosauri sono classicamente messi nella classe Reptilia http://data.gbif.org/species/browse/taxon/16164099.

Tuttavia, i rettili sono un gruppo parafiletico, cioè non discendenti da un unico antenato, e la classe è quindi molto eterogenea dal punto di vista delle relazioni evolutive. All’interno di essa i dinosauri sono un superordine tanto coeso e contemporaneamente tanto vario da richiedere un discorso a parte.

Dal punto di vista filogenetico, ormai non ci sono più dubbi: un gruppo di dinosauri teropodi ha dato origine agli uccelli. Il problema è: dove mettiamo una linea di demarcazione?

Se dal punto di vista sistematico, per essere un uccello basta avere le piume, allora sono uccelli estinti anche i T-rex e i Velociraptor. Se non è sufficiente questo, come possiamo allora separare gli uccelli, dinosauri e rettili?

La “soluzione”, in base alle nuove teorie, viene dalla cladistica, che considera validi solo i taxa monofiletici. In quest’ottica gli uccelli, i coccodrilli e i dinosauri sono raggruppati nell’infraordine Archosauria (sottoclasse Diapsida, Classe Reptilia) http://tolweb.org/Archosauria/14900

In particolare, gli uccelli sono considerati, in quest’ottica dinosauri teropodi (quindi rettili)

http://www.theropod.org/birdinos.html

Ma su questi dettagli, dove dicono stia Dio (e se questo è vero, è il FSM), ci sono delle vere e proprie zuffe tra gli scienziologi (gente bellicosa per natura). Per alcuni dovremmo addirittura seppellire il concetto di classe. Staremo a vedere.

RAmen


Responses

  1. “[M]ateriale che somiglia condensato di sangue” sì è vero, questa la sò anch’io: San Gennaro! Cosa ho vinto?
    Però aspetta un attimino, non lo facevo così vecchio.
    Adesso leggo anche il resto, se FSM mi aiuta, RAmen.

  2. Bello l’articolo di effedieffe:
    Lo stesso Joseph Ratzinger ha affermato, infatti, che la teoria dell’evoluzione «non è affatto dimostrabile per via sperimentale» e dunque «non è ancora una teoria completa e scientificamente verificabile».

    Quindi “i cosidetti darwinisti e scienziati tutti” dovrebbero smetterla una buona volta con questa teoria: si sa che il papa è infallibile. Il citato dott. Hutz (anch’io mi servo da lui) consiglia di non far riferimento ai trascorsi nazisti di Joseph Alois e ai pedofili suoi seguaci. Dice anche di sorvolare sul fatto che le religioni siano anche fonti atte a giustificare qualsiasi massacro del passato e del presente, anche se ampiamente provabili. Dice che non fa fine.
    Torno a Python, sperando che le pappardellose appendici tocchino il codice eliminando i bugs, RAmen.

  3. I dinosauri non sono rettili?

  4. Appartengono alla classe Reptilia, ma sono un gruppo molto ben differenziato dai rettili attuali (citati di mihael come fossili viventi). Quasi sicuro che fossero a sangue caldo, e con un cuore molto più efficiente di quello degli attuali rettili (coccodrilli esclusi), probabilmente quadripartito. In effetti è stato anche provato come alcuni teropodi possedessero piume, che accanto ad altri caratteri li avvicina agli uccelli. E questo è un eufemismo, i dinosauri sono uccelli, o gli uccelli dinosauri. In effetti, quando qualcuno, ad esempio, dice che lo pterodattilo era un dinosauro, i paleontologi inorridiscono e dicono che si trattava di un rettile volante.

    RAmen

  5. Parafrasando Guzzanti: grandissimi studiosi di giornaletti porno nascosti dentro libri scientifici.

    Cazzate a raffica che ignorano le basi stesse delle materie coinvolte, come se la fisica, la radiometria, la biologia fossero uno scherzo…

    All’autore del blog: grazie per tutto il lavoro sporco a cui ti sottoponi.

  6. Che le salamandre fossero rettili mi mancava, direi che la malafede di questi tizi si accompagna ad una elevata dose di crassa ignoranza.

  7. Mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa: nella fretta non ho commentato la salamandra. Grazie Marco, aggiungo.

    RAmen

  8. Ti capisco stare dietro a tutte le loro stron.. pardon inesattezze, non è semplice. Per questo hai tutta la mia stima.

  9. I soliti disinformatori!La scomparsa dei dinosauri è dovuta alle scie chimiche!

  10. @riosaeba

    Ovvio, altrimenti a che servivano gli pterodattili.

  11. Ahhh!Disinformatore!Tu metti in evidenza il complotto per nasconderlo!
    Tutta colpa degli pteromughi, il tirannosauro polimero, Hildegarde staningsaurus e Strakiosauro!!!

  12. Spaghettoso Reverendo, Le sto facendo pubblicità in Answers e da altre parti, spero che questa Chiesa si riempia sempre più di rispettosi fedeli.

    RAmen

    E ora dò una letta al Suo sermone.. ma davvero gli pterodattili servivano a diffondere le scie chimiche, caro omonimo??😄

    RiRAmen, che che il Dio Sherlock Holmes possa indagare su di noi.

    (Sono anche adepto della Sherlockology, non lo sapeva??😄 )

  13. Ma.. ma.. sei stato GRANDIOSO, Spaghettoso Maestro!!

    Lo so che ti porta via tanto tempo, ma perché non le fai più spesso queste cose?
    Ho erroneamente rimandato a lungo la lettura del post per controbattere ai creazionisti in YA, ma ti giuro che una volta letto, di questi post ne leggerei un migliaio al giorno!!

    La prego di darsi ancora più da fare nel diffondere il Messaggio del Prodigioso, è stato un piacere conoscerla e imparare molto da Lei!!

    Ramen!

  14. Se non me la eliminano, in qualche modo nonostante la mia abissale ignoranza in Biologia, ma con l’aiuto di altri, sto cercando anch’io di debunkare le balle dei creazionisti..

    Vorrei un Suo parere, grazie.

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=AoN.K3hHd5Hv4BUark_wLFbwDQx.;_ylv=3?qid=20100113141011AAuKWid

  15. Grazie dei complimenti, ma sono sempre solo una piccola forchetta nelle mani del FSM.

    Il problema di YA, indipendentemente da quanto sia efficace il debunking, è che si è comunque sottoposti a dei limiti intrinseci per quanto riguarda la cosa più importante (secondo me), cioè ridicolizzare certe affermazioni.
    Se il confronto coi creazionisti avviene in forma di dibattito, alla fine i trogloditi partono in vantaggio: non sanno nulla, e le loro armi si riducono a retorica che, per quanto rozza, riempie comunque le pagine.
    Il motivo per cui in questa Chiesa, nonostante non ci sia nessuna moderazione, i troll alla fine scompaiono, è che qui calciorotare gli IDioti nei commenti è uno sport.

    Ma YA invece ha delle linee guida che non rende questo sempre possibile.
    Io una volta commentavo da qualche parte nei siti creazionisti, ma ho desistito. Non c’è un modo “cortese” o “politicamente corretto” per definire certe affermazioni. E si tira quindi in ballo ad un certo punto il “rispetto” delle opinioni altrui.

    Come una volta ho detto nel blog di Ratio, il rispetto delle opinioni non è affatto un diritto. Ognuno può sentirsi offeso per quello che vuole, quello si che è un diritto. Io non devo rispetto a certe idee, né pretendo che le mie lo abbiano, ma se quelle idee sono stupide e ho tutti gli strumenti per provarlo, qui posso dire quello che voglio, su YA non potrei.
    Faccio quello che faccio per un solo motivo: il mondo reale deve essere compreso e accettato, non osteggiato. Ritengo che sia una cosa importante. Se la scienza ci dice che le razze non esistono e che siamo tutti parenti, ad esempio, ci DEVE essere una presa di coscienza di questo fatto, per quanto a qualcuno la cosa possa non piacere. Lo faccio a mio modo e secondo le mie capacità, ma lo posso fare solo qui.
    Per quanto riguarda YA, se riesci a zittire un creazionista con tutti gli svantaggi del mezzo, non posso che dire tanto di cappello

    RAmen e scusa il papiro

  16. Perchè lo ritieni un papiro?
    Ho letto tutto il sermone e mi è piaciuto un sacco, involontariamente mi hai dato un’altra lezione.

    Conosco anch’io, TROPPO BENE, (20 ban, cazzo!), i limiti di YA, se solo provi a dire qualcosa contro gli IDioti vieni segnalato e eliminato in tre secondi, e anche se ultimamente posto le domande cercando tutti gli eufemismi possibili per essere più cortese possibile, mi bannano lo stesso..

    ERGO ED E’ PER QUESTO CHE SONO VENUTO QUI OGGI: mi servirebbe il suo Carboidratico aiuto per creare un sito che debunki le stronzate di quella sezione.

    Ovviamente non sto chiedendo una babysitter: mi arrangio da solo, poi se sbaglio vorrei che Lei, leggendomi, mi correggesse.

    Devo partire per un lungo viaggio causa malattia, perciò saluto Lei, il mitico juhan che mi ha seguito sul blog di Prefe, e tutti i cari pastafariani, ma prima vorrei lasciare qualcosa di mio nella rete, non il solito copiaincolla di Travaglio, qualcosa che ho pensato io..

    Appena ho creato un sito, le mando un piatto di Spaghetti.

    Se non Le è di disturbo, ogni sua lezione è una perla, mi può ritrovare quel commento di cui parla sul blog di ratio??

    RAMEN!!

  17. Auguri di cuore Ryo.

    Il mio commento era questo

    http://razionalismo.wordpress.com/2009/06/05/radio-maria-ufo-e-satana/#comment-1459

    era in una discussione con una crociata progressista di nome Meri

    Per il sito, questa è la mia prima esperienza ma con WP mi trovo piuttosto bene.

    Ciao,

    RAmen

  18. Appena ha tempo, potrebbe occuparsi del tucanogate?

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=AhbTQRk2CHjahKHlqQUGatsAAAAA;_ylv=3?qid=20090901071812AAIjeLl

    Vorrei inoltre che mi spiegasse con Sue parole perché l’evoluzione non è caso, lo so anch’io, c’entra con la statistica e l’informazione, ma non riesco a metterlo a parole, mi servirebbe per il mio primo debunking..😀

    Ramen

  19. @Ryo: lascio la tucanogate a spaghetto, ma per il caso vorrei intervenire io. Mi è stato insegnato che i motori dell’evoluzione sono tre: caso, selezione e migrazione, con la selezione come unione tra gli altri due. Sbrigativamente, la migrazione (intesa come immigrazione) modifica la popolazione locale con incroci, questo porta a maggiore variabilità, quindi cambiamento, quindi evoluzione. Il caso interviene nel momento in cui una qualche caratteristica nuova emerge in un organismo. Parlando di geni, quando un gene muta: una mutazione genetica non è casuale, 9 volte su 10 sappiamo a cosa è dovuta (mutageni esterni, cancerogeni, agenti fisici come i raggi UV, virus…), ma quello che non sappiamo e che non possiamo prevedere (e quindi che avviene “a caso”) è dove avverrà la mutazione e di conseguenza quali effetti avrà. Una volta che la mutazione si è generata e/o una volta che è avvenuta l’immigrazione allora interviene la selezione, che decide se quell’organismo mutato è adatto all’ambiente che lo circonda oppure no. Come lo decide? Aumentando o diminuendo la fitness, ovvero la sua capacità di riproduzione. Se l’organismo non si riproduce (è sterile o muore prima di poterlo fare) la mutazione muore con lui, se quella mutazione aumenta la sua capacità di fare figli allora si diffonderà nella popolazione.

    L’evoluzione non è casuale, è un ordine molto preciso di eventi, e il caso entra solo quando -ad esempio- i raggi UV danneggiano il DNA. Si sa che lo danneggiano, non si sa come o quanto o dove. Se questo danno si riflette in un abbassamento della fitness la selezione taglia via l’organismo che l’ha subito, se l’aumenta allora lo favorisce. E’ un ragionamento di causa-effetto, altro che casualità

    @spaghettovolante: sempre interessanti i tuoi sermoni!

  20. Posso aggiungere molto poco a quanto detto da Giuliano, che ringrazio.
    L’autore della domanda è evidentemente disturbato, e condivido la miglior risposta scelta.
    Per il resto, l’argomento della “perfezione” dei viventi è tanto vecchio quanto profondamente stupido.
    Inutile concentrarsi sul tucano, il mondo pullula di adattamenti che dovrebbero farci guardare alla vita con profonda umiltà, mentre vengono presi dai creazionisti come una clava, per propugnare una visione del mondo tanto ristretta quanto vergognosamente arrogante.
    I fatti sono che l’informazione contenuta nel DNA viene usata per costruire macchine (noi compresi) che la propagano.
    Non si “crede” che la selezione naturale possa instradare (senza volontà ovviamente) le variazioni date dalla contingenza per costruire nuove macchine, lo sappiamo.
    Tutto il DNA, quando viene copiato e riassortito, contiene degli “errori”, per cause molteplici e di vario tipo. Se il DNA non servisse a costruirgli qualcosa intorno, gli errori li troveremmo omogeneamente in ogni regione del genoma. Ciò che fa la selezione naturale è invece di preservare quelle nuove informazioni che aumentano la possibilità di un determinato genoma di essere propagato attraverso la riproduzione.
    Se il tucano, o noi, fossimo frutto di un disegno, ci aspetteremmo un bel DNA con tanti simpatici e perfetti geni, senza parentela con quelli delle altre specie. E invece i genomi portano le cicatrici degli affanni che li hanno portati ad affermarsi: geni che non servono più a nulla, geni duplicati e poi riadattati, geni che portano malattie, ma che hanno la fortuna di essere appiccicati a geni utili, ma non tanto deleteri da condannare l’organismo prima della riproduzione.
    Questa è la natura.
    Ma vale la pena di gettare perle ai porci (mi riferisco a YA)? Non è meglio avere la libertà (sempre argomentando) di usare l’italiano e usare le proibite parole ignoranza, stupidità, follia, disonestà?

    RAmen

  21. In YA non si può “argomentare”, la pena capitale è la morte dell’account per Answeriana Inquisizione.
    Per questo le domande più stupide sto pensando di salvarmele, in una speciale cartella che ho chiamato “Villains”, per debunkarle in futuro..

    Grazie mille a entrambi, RAmen!

  22. Gentile Maestro,
    non ho resistito e ho usato il motto di questo blog per una domanda su YA..
    E’ stato spassosissimo!

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=AtAIpAzBstxYTaH0DA22gU0oV31G;_ylv=3?qid=20100116081233AAnXiOa

    Le consiglio, inoltre, in caso un giorno terminassero (non sia mai!) le avventure in Creationland, di seguire le attività dell’utente -=[ Ike ]=-, è un infinito fabbricatore di LOAL per pastafariani..

  23. Sento le urla di Micheal Cricthon provenire dalla sua tomba… perché ogni volta che si dice Jurassic Park lo si associa a Spielberg? È vero che ha fatto un bel successo con quel film, ma la trama e la storia, è farina del sacco di Cricthon

  24. Hai perfettamente ragione nel dire che il confine fra dinosauri e uccelli, così come fra rettili e mammiferi, nel record paleontologico è incerto, tuttavia credo definire i dinosauri non rettili sia un po’ eccessivo.

    Giuliano e Spaghetti: il caso molto spesso guida l’evoluzione, non tutto segue il rapporto causa effetto. Ad esempio l’effetto del caso è molto importante su popolazioni piccole (deriva genetica, collo di bottiglia, effetto del fondatore).

    Minimizzare il ruolo del caso nell’evoluzione non mi sembra una buona strategia, si può essere tcciati di parzialità.

    Scusate, il mio intento non è criticare, semplicemtne vorrei porre l’accento su una tematica che non avete preso in considerazione.

    Complimenti come sempre al post

    Ramen

  25. paleomichi: hai ragione, solo che per quel che so “deriva genetica” è sinonimo di “caso”, almeno per come l’ho spiegato io. E sia l’effetto del fondatore che l’effetto collo di bottiglia sono sì determinati dal caso (catastrofi, per cui si salvano individui casualmente o migrazioni di alcuni individui presi casualmente rispetto alle loro caratteristiche in un nuovo ambiente), ma entrambi poi devono fare i conti con la selezione. Se la specie pioniera trova un ambiente ostile si estingue, almeno in quell’ambiente, o almeno finché non compare un individuo di quella specie capace di sopravviverci. Per questo credo che il caso sia sì uno dei motori dell’evoluzione, ma per dirla con le parole del mio prof: pensiamo ad una barca, il caso è il motore, che ci dice quanto veloce la barca va avanti, la selezione è il timone, che dice dove la barca andrà. Potrebbe finire sugli scogli oppure su un paradiso terrestre, a seconda di come punta il timone, ed entrambe le cose potrebbe farle alla velocità della luce o lentamente a seconda di quanto spinga il motore.

    In ogni caso hai fatto bene ad ampliare il discorso

  26. Si, il caso “storico” è sicuramente un elemento imprescindibile, ma quando si tira in ballo l’adattamento è la selezione che cerca di metter ordine. E l’argomento dell’adattamento è proprio uno dei cavalli (bolsi) dei creazionisti.
    Sono un gouldiano pentito (strapentito) e rigetto il rango di “teoria” degli equilibri punteggiati, che sono un aspetto che già la sintesi moderna include, ma il caso è FONDAMENTALE. Però, ripeto, comunque gli eventi casuali abbiano il potere di far prendere al processo una strada piuttosto che l’altra, è alla selezione che dobbiamo l’adattamento che sfrutta o si adegua, ciecamente, alla lotteria degli eventi.

    RAmen

  27. Giuliano: hai ragione, però la deriva genetica “sorteggia” individui, e non singoli geni. Questo vuol dire che non tutti i geni saranno sottoposti a selezione, e alcuni caratteri non controselezionati potrebbero fissarsi semplicemente per effetto del caso. E’ l’ipotesi di Giorgio Manzi per spiegare determinati caratteri morfologici dei neandertal.

  28. Mi spiace Anty, il nuovo vicepresidente del CNR sarà Sir Leepton Hais Tee, come da sondaggio. Hai perso, fattene una ragione

    https://spaghettovolante.wordpress.com/scegli-il-nuovo-vicepresidente-del-cnr/

    RAmen

  29. http://www.youtube.com/watch?v=xqxqsGX-B5k – LA VERA FILOSOFIA E’ IDEALISTA

  30. SUPERAMENTO DI KANT E DELLE RAPPRESENTAZIONI

    1) http://www.youtube.com/watch?v=a2Gd1m5SSio

    2) http://www.youtube.com/watch?v=zVGgH_–bVs

  31. Grande Anty, sempre in tema i tuoi commenti, se non altro sei coerente.
    Mi spiace per il sondaggio, ma si sa che le menti superiori spesso faticano ad affermarsi, in compenso dovrebbe essere ancora disponibile un letto in psichiatria.

  32. E voi pensavate di essere razionali … BUhahhaha😀 si,avete ragione ad andare contro i religiosi,i creazionisti fondamentalisti … Ma solo per quanto riguarda il problema religione,i dogmi,la chiesa, l’evoluzione .

  33. Vedo comunque che non mi avete ignorato del tutto, tanto che avete fatto un ridicolo sondaggio … Lasciate perdere, voi non siete nella posizione di poter fare questi giochini ,siete fuoriluogo in relazione a chi vorreste prendere in giro . Continuate le vostre giuste (ma inutili) contrapposizioni contro i religiosi creazionisti (fondamentalisti) ma siete ridicoli quando tentate di ridicolizzare (inutilmente) che è oltre ciò di cui vi occupate

  34. Anty, ricorda che io ho votato per te!!

    E tra tutti, sei quello che mi mancherà di più..
    Mai pensato a un TSO, caro Anty??

  35. D’accordo col TSO, anche perché Anty è d’accordo coi creazionisti, come dimostra un pezzo di questo video (da lui eliminato)

    https://spaghettovolante.wordpress.com/2009/01/27/se-avrete-la-pazienza-di-seguirmi/

    Anty, non l’ho mai detto esplicitamente, lo dico ora: sei un fallito. Chi altri continuerebbe a venire nello stesso posto dopo essersi congedato un godzillione di volte dicendo che il suddetto era un covo di dementi incapaci di comprendere la grandezza dei suoi discorsi, e puntualmente si ripresenta in cerca di attenzione?

    Ma, come ho sempre fatto, i bulli come te non li assecondo: lascio che la gravità lavori, con qualche spintarella, per me fino a che questi non vengono schiacciati dal peso della loro megalomania. I pensieri che esprimi hanno la stessa consistenza di un peto, ma fortunatamente questa chiesa è ben areata.

    RAmen

  36. Quanto è bassa la tua mente,che categorizza e giudica in questo modo ,ma sulla base di che ? Non erano i miei discorsi (normalissimi e che partivano dagli unici presupposti reali ,e non arbitrari…) ad avere la pretesa di essere grandiosi ,ma sono i vostri troppo scadenti. Hai iniziato tu ad insultare, in parte giustamente visto la grezzezza dei primi video ma poi sei stato fuoriluogo quando hai continuando nonostante lo sviluppo della forma e del contenuto dei miei video. Ti accanisci per la questione dell’evoluzione, ignorando però l’unico presupposto che ha ti ha reso possibile il percepire il mondo ed esserne cosciente : Cogito ergo sum (che dovrebbe essere Sono Cosciente dunque sono) . Quello è il primissimo dato evidente con cui hai a che fare te e tutti gli altri, ignorarlo vuol dire o essere poco riflessivi o essere altamente scorretti. Io ti ho dimostrato come l’esistenza del “tuo” io-coscienza non possa essere contingente e nel contesto materialista necessiterebbe di una causa ben determinata ,e ti ho mostrato i possibili paradossi (data la natura universale della materia e tutto ciò che essa implica ) che potrebbero conseguire da tutto questo,e dunque la necessita di una componente metafisica per giustificare l’esistenza della pluralità di io -coscienze . Ultimamente ho anche ripreso Kant (collegandolo al paradosso del cervello in vasca e del suo Superamento ). Da questi dati di fatto Evidenti ne risulta l’impossibilità di stabilire se il mondo esista in sè (noumeno) in uno spazio tempo esterno da ciascuna mente o se piuttosto esista solo come rappresentazione (coincidente col noumeno) dentro ciascuna mente ( ogni mente sarebbe dunque un’universo, una monade… Vedi Leibniz ,teoria delle monadi e dell’armonia prestabilita) . La visione materialista e quella immaterialista sarebbero alla pari, visto che l’unica evidenza assoluta sarebbe l’esistenza di ciò che percepiamo (compreso il nostro corpo),mentre non è assolutamente un’evidenza il fatto che ciò che percepiamo esista in uno spazio-tempo esterno dalla nostra coscienza e dalle singole menti . Voi invece (come quasi tutti) arbitrariamente avete preso per vera l’ipotesi materialista senza alcun elemento…
    Proprio non capite che l’unico modo per dare validità reale al metodo scientifico è di ammettere che il mondo esista solo come rappresentazione dentro ogni mente,perchè se così non fosse la scienza (che indaga attraverso i 5 sensi,visto che qualsiasi apparecchiatura viene percepita da essi ) non indagherebbe sul presunto mondo in sè ma sulle rappresentazioni della mente (sarebbe dunque un metodo introspettivo della mente di indagare se stessa) .
    Questo ti sembra in discorso grandioso e che abbia tale pretesa ? No questa è una constatazione di fatti ,è un discorso normale e non capire che le cose stanno così è grave.
    Il credere che il mondo per sussistere necessiti di esistere in uno spazio-tempo esterno ed oggettivo dalle menti nasce dal fatto di attribuire al presunto mondo esterno le categorie di spazio e di tempo che di fatto sono della mente. Ma la realtà per sussistere potrebbe non necessitare di continuità integrale nello spazio tempo, ciò significa che lo spazio e il tempo potrebbero esistere solo nella mente e che al di fuori di essa tutto già esista in uno stato indeterminato , come potenziale nella coscienza … La stessa evoluzione potrebbe essere un processo atemporale e aspaziale che avverrebbe nell’ambito della coscienza (fuori dallo spazio tempo) e che si manifesterebbe come relazioni di cause ed effetti dentro i vari “universi” (cioè dentro le singole menti che percepiscono volta per volta uno spazio-tempo determinato)

  37. Tutto questo popò di roba per dire: “non esiste nessuna verità assoluta, ma solo una serie di verità percepite da ciascuno di noi in modo diverso?”
    Mah..

  38. No… La verità assoluta c’è perchè la Realtè E’ o in un modo o in un altro, ma comunque E’. Quel che ho fatto capire è che è impossibile dimostrare razionalemente cosa sia,e dunque prendere per vera l’ipotesi secondo cui il mondo esista in sè al di fuori delle nostre menti è una convinzione irrazionale, proprio perchè priva di alcun dato evidente . Infatti l’unica evidenza è che quel che percepiamo noi esiste,non che esso sia fuori dalla nostra coscienza . Se rileggi attentamente quel popò di roba capisci

  39. Io non insulto, definisco.

    I fatti sono che:
    a) sei ignorante come una capra
    b) hai un italiano da prima media
    c) sei un bullo megalomane che appesta i siti degli altri con commenti di cui il punto a) e b) neanche lontanamente aderenti alla discussione in corso
    d) sei un insulto al buon gusto e all’estetica
    e) è doveroso che tu sia trattato come qualsiasi altra persona corrispondente ai punti precedenti
    f) W la panda verde

    RAmen

  40. Senti un pò ciuccio IGNORANTE vigliacco vergognoso : fatti vedere in foto o in un video, così potrò ridere di te persona e non solo di te fantoccio virtuale . Nullità totale . Ma come ti permetti ,tu ? Vorrei vederti in faccia mentre spari queste stronzate,ammesso che tu abbia il coraggio e l’onestà intellettuale di farlo guardandomi in faccia. Tu solo in questo misero modo puoi osare scrivere certe cazzate

  41. Tratta te stesso secondo i punti da te elencati perchè sei tu un grande ignorante e un grandissimo stupido . I miei interventi riguardano le discussioni che si sono fatte in questi blog, perchè riguardano i loro presupposti we Asino I- O I – O I- O

  42. Vi informo che per qualche motivo quel bambinetto demente di Anty ha deciso di sbarcare anche su YA..

    http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20100124152526AA6I0g7

    Anty, devo scappare, è un peccato, da antropologo e psichiatra specializzato in ebefrenia, non poterti studia.. conoscere meglio..

    Grazie a tutti, mi mancherete, un saluto a juhan e ad Astaroth!!

  43. Grazie Ryo, che il FSM ti benedica.

    Habemus diagnosis!

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ebefrenia

  44. La psichiatria non è una scienza e si basa su presupposti del tutto arbitrari e fallacei (circa la realtà e la mente) .

  45. In verità uno schizofrenico potrebbe essere più sano e consapevole di voi… Infatti chi più di uno smemorato stolto inconsapevole e ignorante circa la propria identità può ritenersi pazzo ? Hah … Ryo sei uno stupido idiota

  46. Voi non sapete manco cosa siete e cosa è quel che vi circonda e giudicate tutto secondo ciò che avete letto su dei libri. Siete totalmente assurdi e incapaci, dei tentativi falliti della coscienza di autoriconoscersi

  47. Caspita, prima un commento lungo quanto un intero post poi tre commenti in tre minuti, se non è schizofrenia questa che il cielo ti aiuti caro anty.

  48. Io parto, tenete d’occhio questo tipo per me, sembra essere un collega di Anty..

    http://it.answers.yahoo.com/my/profile;_ylt=At4QKQkWDgCeZGKeNaBdzroVNxV.;_ylv=3?show=bRRJipuaaa

    RAmen a tutti, mi mancherete

  49. Sto leggendo ora alcuni tuoi vecchi commenti sul sito di Ratio..
    Che bei ricordi, ma solo ora, rileggendomi, capisco quanto ero ancora stupido all’epoca e quanto lo sono ancora..

    Non è una “captatio benevolantiae” alla Mari, davvero, sto scaricando “The Gospel of the Flying Spaghetti Monster”, al mio ritorno spero vorrete aiutarmi a diventare un pastafariano doc, e non un semplice e stupido anticlericale..

    L’Ultimo RAmen prima di partire

  50. La Verità Assoluta è che il primo e unico “nostro” dato immediato è la Consapevolezza fenomenica , la quale consente alla nostra Coscienza di percepire il mondo ed esserne consapevole (oltre che di essere consapevole della vita psichica e del contenuto mentale) . Ciò significa che l’unica EVIDENZA è che esiste ciò che percepiamo,compreso il nostro corpo e il nostro cervello (almeno nelle nostre menti, in quanto contenuto di Coscienza) ma non che quel che percepiamo esista IN UN MONDO ESTERNO ALLA NOSTRA COSCIENZA !!!

    Attenzione, questa non è più un’evidenza ma una deduzione del tutto arbitraria .

    Occorre ricordare che se avesse ragione Kant, sarebbe comunque impossibile dimostrare l’esistenza di un mondo oggettivo esterno dalle nostre menti.

    Questo perchè se fosse vero il paradigma secondo NOI SAREMMO CORPI E CERVELLI ESISTENTI IN UNO SPAZIO-TEMPO UNICO ED ESTERNO DALLA NOSTRA COSCIENZA , allora noi NON PERCEPIREMMO DIRETTAMENTE questo Presunto Mondo Esterno dalla nostra Mente ,ma solo le rappresentazione Interne a quest’ultima del mondo . Siccome ANCHE IL CERVELLO E IL CORPO che percepiremmo farebbero parte del presunto mondo esterno dalla nostra Coscienza , ne dedurremmo che non potremmo mai percepire neppure il CERVELLO IN Sè ma solo una Rappresentazione fatta dalle Mente del cervello .

    Il metodo scientifico non indagherebbe , in questo contesto (che è poi quello Materialista,Paradossalmente ! solo che chi è materialista spesso è superficiale e ignora cosa implichi il materialismo portato ad estreme conseguenze) la Realtà ma solo le rappresentazioni della Mente, la scienza indagherebbe dunque la Mente (metodo introspettivo) . Anche le apparecchiature più sofisticate non risolverebbero il problema di fondo (insuperabile) in quanto tali apparecchiature verrebbero percepite dalla mente e sarebbero per noi solo rappresentazioni delle stesse di un qualcosa che sarebbero altro e fuori dalla nostra mente (in un presunto mondo esterno ed oggettivo) . Non potremmo neanche essere sicuri che esista una relazione di causa ed effetto fuori dalla nostra mente , e che dunque tale relazione sia solo un prodotto della mente di interpretare una Realtà molto più complessa .

    Credere che il cervello generi la vita psichica e la Coscienza è quantomeno dubbio in un contesto del genere, visto in ogni caso l’unica evidenza è la correlazione fra stati fisici del cervello e stati mentali ( e non che gli stati fisici generino gli stati mentali) … Inoltre quel che vedremmo in laboratorio non sarebbe direttamente Il cervello (che ,come il corpo e tutto il resto…) ,che Noi riteremmo essere un oggetto esistente in uno spazio tempo assoluto ed esterno dalla nostra mente… Ma una rappresentazione fatta dalla mente del cervello,e quindi indagare su una rappresentazione non darebbe alcuna verità assoluta .

    Quindi l’unica via per il metodo scientifico di poter fornire verità assolute è di affermare che il mondo esiste SOLO come RAPPRESENTAZIONE (coincidente col NOUMENO) dentro ciascuna MENTE,e che non esista nessun mondo al di fuori di una Mente !

    Questa è una verità incontrovertibile, sfido chiunque a dimostrare che non sia così per il metodo scientifico

    PARADOSSO DEL CERVELLO IN VASCA
    Ora voglio parlare del paradosso del cervello in vasca, e soprattutto del SUO SUPERAMENTO (che poi è ciò che ha descritto in altri termini Kant)

    Oggi sappiamo come avviene fisicamente la percezione sensoriale : Se fosse esatto il modello materialista (poc’anzi descritto e messo in dubbio assoluto) la percezione sensoriale consisterebbe in una serie di interazioni di natura bioelettrica fra sinapsi e neuroni, e tutto ciò avverrebbe in un cervello esistente in uno spazio-tempo esterno dalle varie menti e dalla Coscienza.

    La percezione in questo paradigma avverrebbe DENTRO il cervello,e non fuori (infatti i vari organi sensoriali non percepirebbero nulla ma sarebbero solo dei ricevitori di onde e segnali esterni al corpo)
    Ad esempio la percezione visiva avverrebbe in una zona del cervello corrispondente alla nuca , lì avverrebbe la visione dell’immagine (ricordo che tecnicamente in un contesto materialista noi vedremmo non direttamente il mondo ma solo l’immagine elaborata dentro il cervello)
    Il mondo che vedremmo,sentiremmo e toccheremmo non sarebbe IL MONDO (PRESUNTO MONDO ESTERNO ED OGGETTIVO ) ma L’ELABORAZIONE INTERNA AL CERVELLO DEL MONDO

    Anche il nostro corpo che vedono gli altri e che possiamo vedere allo specchio non sarebbe IL CORPO IN SE’ (che come il cervello e tutto il resto, riterremmo esistere in uno spazio-tempo esterno dalla nostra mente) ma una elaborazione interna la cervello… E questo valrebbe anche per il cervello stesso !!!

    Dunque noi non potremmo mai stabilire Scientificamente che quel che percepiamo sia SOLO UN’INSIEME DI PERCEZIONI DENTRO IL CERVELLO (anche il corpo e il mondo) o se tutto quel che percepiamo corrisponda “all’impressione” che ciò che vediamo esista oggettivamente
    26 minuti fa – 4 giorni rimanenti per rispondere.
    Dettagli aggiuntivi
    Questa è una Verità assoluta , sfido chiunque a dimostrare ciò che è stato appena detto…

    Ma il PUNTO NON E’ QUESTO !

    Perchè ORA PROPONGO IL SUPERAMENTO DI QUESTO PARADOSSO , andando oltre
    25 minuti fa

    IL PARADOSSO DEL CERVELLO IN VASCA non semplifica le cose in quanto Bisognerebbe comunque giustificare L’ESISTENZA DEL CERVELLO e di uno spazio-tempo esterno ad esso che lo contenga

    Ritornando a Kant, con il paradosso del cervello in vasca noi riteremmo certa almeno l’esistenza di un oggetto (il Cervello) che sarebbe esistente al di fuori della nostra mente. Ebbene , anche questo sarebbe impossibile in quanto noi non potremmo osservare (Se fosse esatto il paradigma materialista,e questo è il paradosso !!!) nessun oggetto esterno alle nostre menti, dunque non potremmo mai dimostrare l’esistenza di alcun oggetto esterno alla nostra mente (ammesso che possa esistere qualcosa di esterno alla Mente e alla Coscienza) !

    ….E’ inutile sbatterci la testa è così, io ho mostrato L’ AUTENTICITA’ DEL DUBBIO che non può essere scientificamente o logicamente risolta mettendo in mezzo convinzioni arbitrarie e preconcetti che vengono messi in dubbio dal Paradosso e dal suo superamento
    21 minuti fa

    Non potendo stabilire se quello che percepiamo esiste solo dentro la nostre menti o se esiste al di fuori DI TUTTE LE MENTI di TUTTE LE FORME DI VITA
    Potremmo razionalmente ipotizzare che le cose esistano solo come rappresentazione nelle varie menti (e non in una sola altrimenti si cadrebbe in un solipsismo , il quale in ultima analisi potrebbe essere vero per la Coscienza che è Una ,ma non per le menti che sono tante quante gli individui di ogni forma di forma di vita) .

    Entrambe le ipotesi sarebbero alla pari, anzi la prima sarebbe ancora più razionale in quanto non potendo dimostrare l’esistenza esterna del mondo, dovremmo considerare vero l’unico dato oggettivo che ogni mente ha : cioè che ciò che vede è innanzittutto contenuto di Coscienza

    Tuttavia anche questo sarebbe indimostrabile scientificamente, ma certamente più probabile del contrario che ahimè viene dato per scontato ma che non lo è

    Dunque prendendo per esatto che il mondo esista solo come rappresentazione
    16 minuti fa

    Consideremmo tutte le cose che percepiamo (ritornando al paradosso del cervello in vasca, per poi superarlo) solo come elaborazioni,impulsi elettrici nel cervello… Ma noi potremmo vedere anche il cervello (che noi riterremmo essere il contenitore fisico di tali percezioni, esistente al di fuori della nostra mente) … Per coerenza se supponiamo che tutto ciò che percepiamo sia solo una percezione dentro al cervello ,allora il cervello stesso essendo percepibile dovrebbe corrispondere a una percezione ! Ma dentro cosa ? Dentro qualcos’ altro, dentro la mente, dentro la Coscienza , l’Anima !

    In realtà avevo già superato il Paradosso del cervello in vasca nei dettagli precedenti, questo è stato un superamento simile ma prendendo in considerazioni altri punti di vista .

    Considerando tutta questa serie di argomentazioni perfette e incontrovertibili è più RAZIONALE affermare che noi siamo Coscienza e che il mondo esiste solo come proiezione delle varie Coscienze
    10 minuti fa

    …E’ Vero che affermare che noi SIAMO ETERNI e che in Realtà siamo tutti UNO non è qualcosa di razionale ma è verosimile considerando le argomentazioni di prima e i fenomeni DI OBE, NRD e tanti altri fenomeni cosidetti paranormali (ma che sono tali solo in riferimento all’idea di un mondo meccanico ed oggettivo, sostanziale ed esterno dalle varie menti e dalla Coscienza ) . Le tradizioni esoteriche , le ipnosi regressive (vedi Soprattutto Corrado Malanga) , fenomeni paranormali,OBE e NRD fanno pendere l’ago della bilancia (della probabilità) sull’ipotesi dell’universo Olografico (spazio-tempo ed energia) INTERNO ALLA COSCIENZA (4^ parametro della Realtà, quello Reale ed Immutabile che coinciderebbe con la VERA IDENTITA’ di tutte le forme di VITA )
    6 minuti fa

  51. pensate ai sogni… Se essi avvenissero nel contesto materialista, consisterebbero in una siere di percezioni esistenti solo nella testa di chi sogna… Infatti non esisterebbe alcuno spazio fisico oggettivo da vedere o in cui muoversi in un sogno, così come non ci sarebbe alcun corpo fisico con cui muoversi ,vedere e toccare cose che neanche esisterebbero fisicamente in una realtà oggettiva… Eppure noi abbiamo la percezione di queste cose…. Dalla prospettiva idealista il sogno è fatto della stessa sostanza di ciò che percepiamo nello stato di veglia (come diceva Shakespaeare) solo che nello stato di veglia le Menti percepiscono le stesse percezioni (vedi la teoria di Leibnizi delle Monadi e dell’Armonia prestabilita, dove le Monadi corrisponderebbero Alle Menti…. Aggiungendo il fatto che in questa mia interpretazione il soggetto che percepirebbe nelle varie Menti- Monadi sarebbe lo stesso e unico soggetto IO-DIO) mentre nello stato di sonno ogni mente avrebbe le sue

  52. Al di là di kant e DEL SUPERAMENTO CHE PROPONGO (arrivando a dimostrare come sia impossibile affermare l’esistenza della cosa in sè e che dunque volendo essere IPER-RAZIONALISTI dovremmo accettare per Reale solo i dati immediati ,ovvero quelli che attraverso la percezione pervengono alla COSCIENZA FENOMENICA DI BASE- Quindi sarebbe più razionale il mondo come esistente solo nelle menti di ciascuna forma di vita come rappresentazione coincidente col noumeno, e non come rappresentazione di un noumeno esterno dalle stesse) e al di là del paradosso del cervello in vasca e DEL SUO SUPERAMENTO… Volevo farvi notare una cosa evidente

    Se fosse vero il paradigma materialista secondo cui NOI SAREMMO corpi fisici esistenti in uno spazio tempo esterno dalla nostra mente e dalla nostra coscienza, allora in tal contesto la percezione sensoriale sarebbe un fenomeno localizzato all’interno del cervello.

    Ciò significa che noi vedremmo non il mondo direttamente ma una serie di impulsi elettrici (esatto, sarebbe “la mente” a vedere ,e vedrebbe direttamente gli impulsi elettrici) traducendoli in immagini tridimensionali (rappresentazione DI UN PRESUNTO mondo esterno dalle nostre COSCIENZE) e questo valrebbe per tutti gli altri sensi.

    Ora è evidente una CONTRADDIZIONE enorme tra il paradigma MATERIALISTA e l’EVIDENZA SENSORIALE : se fosse esatto il materialismo, l’immagine che vediamo noi la vedremmo DENTRO LA TESTA.
    Ma allora COME MAI noi l’immagine la vediamo “DAVANTI” agli occhi e la vediamo ESTESA e TRIDIMENSIONALE, vediamo gli oggetti come se non fosse un’immagine ma come SE FOSSE IL MONDO IN SE’ !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!…
    Abbiamo la percezione che la testa nostra (che dovrebbe contenere l’immagine che si vedrebbe dentro la testa, se fosse esatto il materialismo ,lo ripeto fino alla nausea a scanso di equivoci) sia DIETRO l’immagine e che L’IMMAGINE 3-D Ci contenga (infatti noi percepiamo di essere contenuti nel mondo perchè lo vediamo appunto come se contenesse la nostra testa e il nostro corpo) ,e non CHE LA NOSTRA TESTA CONTENGA L’IMMAGINE !

    Purtroppo i materialisti dimenticano che percepiscono la realtà attraverso un Filtro, e dunque da una parte sono giustamente portati a credere che quello che vedono SIA IL MONDO IN SE’…. E’ infatti HANNO RAGIONE !!!!!!!!!!!!!!!!!! Ma il prezzo da pagare per questa Verità è che LA REALTA’ ESISTA SOLO DENTRO CIASCUNA MENTE, e che FUORI DALLA MIA, DALLA TUA MENTE, DA QUELLA DI OGNI FORMA DI VITA, non ci SIA NIENTE paragonabile a un MONDO FISICO ESTESO E SOSTANZIALE (con magari relazione di causa e effetto)

    L’EVIDENZA E’ ASSOLUTA, potete dire quello che volete.

    Io non solo vi ho schiaffato La prova Logica e Scientifica DELL’IMPOSSIBILITA’ di stabilire che il mondo che percepiamo (compresa la nostra testa e il nostro corpo) siano ESTERNI alla nostra MENTE E COSCIENZA ma vi ho anche mostrato LA PROVA EVIDENTE che tutti sperimentano e che è talmente ovvia che il semplice farla notare la rende “strana”

    E’ chiaro cosa ho detto ? E’ evidente COME LA PERCEZIONE VISIVA (ma anche uditiva) SI ESTENDA OLTRE LA TESTA E non sia un fenomeno localizzato nel cervello ma che entri nell’ambito dell’UNIVERSO OLOGRAFICO e della teoria OLISTICA DELLA COSCIENZA E DELLA PERCEZIONE.

  53. Anty, sei cretino, in tutta franchezza..

    I colori non esistono, sono parte della luce che una determinata superficie riflette, però sono studiabili e classificabili (le scale RAL ed NCS sono quelle più usate). Fidati, di mestiere faccio il pittore.
    A questo punto tu sostieni che la nostra percezione di un determinato colore abbia a che fare con tutto “l’universo olografico” di cui parli. Ed i daltonici? I ciechi? Non sono in sintonia con l’universo olografico oppure hanno, più semplicemente, difetti nei fotorecettori o nel resto dell’occhio?

    P.S. Scrivere alcune parole in maiuscolo non rende il testo più veritiero.

  54. I daltonici sarebbero delle monadi che vibrando a frequenze diverse percepirebbero colori diversi, e i ciechi lo sarebbero(sono) solo nello stato di veglia, cioè quando si tratta di percepire frequenze condivise con le altre monadi =] infatti anche i ciechi vedono nei sogni, hanno percezioni sensoriali. Addirittura è stato scoperto che i ciechi dalla nascita percepiscono forme e forse colori nei sogni

  55. Essendo il corpo un’aspetto,un’interfaccia della mente, è chiaro che una vibrazione differente della monade (la Mente) si traduca in un danno visibile o deducibile all’occhio o al cervello. Ricordando che la Mente non è nel / il cervello ma la contenetrice dell’universo individuale (dunque realtà intersoggettiva e non oggettiva fra le varie monadi )

  56. Lasciate perdere quella mente confusa di Antimaterialista! Il figlio di Jacopo Fo dà i numeri sull’evoluzione dell’uomo: http://www.youtube.com/watch?v=3A9Gn9Z89Vc

  57. […] un precedente sermone, commentai uno psichedelico articolo del comandante in capo dell’ AISO […]

  58. E’ semplice capire che Noi NON SIAMO NE’ LA NOSTRA MEMORIA, NE’ LE PERCEZIONI, NE’ LA PERSONALITA’

    Esse infatti sono contingenti e mutano, tuttavia l’IO -PERCETTORE (la nostra Reale identità,senza la quale Noi “non saremmo”) continua ad esistere, persiste.

    Se per assurdo la vostra identità coincidesse con la memoria di un ricordo, o con una percezione durereste L’ISTANTE che dura tale percezione e poi sparireste per sempre, rimpiazziati da un’altro IO-PERCETTORE che farebbe la vostra fine dopo pochissimi istanti (a seguito di una esperienza).

    Ma questo è falso , in quanto voi non sparite, siete sempre voi “quella coscienza” che percepisce la realtà e il suo contenuto mentale, e non una nuova coscienza che si sarebbe sostituita ad “una vecchia” .

    L’equivoco nasce dallo scambiare il contenitore con il contenuto. Voi siete anche il contenuto , ma prima di tutto siete IL CONTENITORE.

    Se non esistesse IL CONTENITORE che siete voi, voi semplicemente non esistereste.

    Se non esistesse IL CONTENITORE che siete voi, voi semplicemente non esistereste

    Se non esistesse IL CONTENITORE che siete voi, voi semplicemente non esistereste

    Se noi fossimo LA MEMORIA e la PERSONALITA’ ( ovvero IL CONTENUTO della MENTE)

    allora potremmo ritenere di poter sopravvivere alla morte semplicemente inserendo il nostro contenuto mentale in un’altra mente : LA PIU’ GRANDE ILLUSIONE

    infatti inserendo il vostro contenuto mentale in un’altra mente non continuereste a esistere voi, semplicemente avreste dato dei dati ad un’altra coscienza

    Sarebbe la coscienza della mente in cui voi avreste trasferito il vostro contenuto mentale a continuare la vita e a percepire la realtà, a essere cosciente dell’esistenza e non voi che non esistereste🙂

    Dunque utenti come gattanera cadono in paradosso evidente affermando che la nostra identità risulti la memoria e la personalità

    Se ancora non siete convinti facciamo un’altro esempio : supponiamo che Luca abbia fatto le esperienze X e Marco le esperienze Y

    le esperienze costituiterebbero la loro memoria e determinerebbero il loro carattere.

    Ora supponiamo per assurdo (con un pò di immaginazione) che Luca avesse fatto le esperienze di Marco ,e viceversa ( l’uno avesse vissuto tutte le esperienze dell’altro e viceversa)

    In questo caso dovremmo dire che l’io di Luca si sarebbe trovato in Marco e l’io di Marco in Luca

    Assurdo.

    Ma se non è ancora chiaro

    Facciamo l’esempio immedesimandoci

    Angelo (IO) e TU (lettore)

    Supponiamo che io abbia fatto le esperienze X

    Tu le esperienze Y

    adesso facciamo finta che io dall’inizio della mia vita abbia fatto le esperienze Y

    e Tu le esperienze X

    a questo punto se fosse esatto il ragionamento di utenti come gattanera

    Tu dovresti percepire la realtà da questo corpo con cui ti sto scrivendo

    Io dovrei percepire la realtà dal tuo corpo in quanto io-percettore prodotto da quelle esperienze (fatte da te che sarei io in questo caso assurdo)

    Vi rendete conto tutti dell’idiozia totale di affermare che l’esistenza DELL’IO-CENTRO DI PERCEZIONE possa esistere a seguito delle esperienze

    Senza contare che è proprio l’IO -PERCETTORE a rendere possibili le esperienze ,visto che le esperienze avvengono attraverso i 5 sensi, e non si può avere percezione sensoriale senza consapevolezza fenomenica.

    Ma se c’è consapevolezza fenomenica (seppur elementare, come quella dei bambini o quella degli animali ) ci deve essere PER FORZA UNA COMPONENTE che ha consapevolezza

    Il NULLA(cioè qualcosa che non esiste) in virtu’ della sua inesistenza non può possedere nulla, nè tanto meno consapevolezza dunque non può essere IL NULLA (intenso in senso assoluto) ad avere consapevolezza.

    Qualcosa avrà per forza consapevolezza, di qualcuno SARA’ (a meno che non vogliamo ammettere che la consapevolezza è una proprietà di sè stessa, ma sarebbe incomprensibile)

    E noi saremo quella componente che ha consapevolezza fenomenica sin dalla nascita (perchè sin dalla nascita, anzi dal concepimento, si hanno le prime percezioni ,e le percezioni implicano LA CONSAPEVOLEZZA FENOMENICA DI TIPO 1 , quella elementare, animale… Non autocoscienza a scanso di inutili incomprensioni)

  59. Antimaterialista, la tua fede dogmatica nei deliri di Malanga ti fa un grande pensatore della mia grandissima e da te desiderata ceppa.

  60. Fede, da che pulpito viene la predica ! Intanto è l’interpretazione più coerente e verosimile che possa essere sia stata elaborata dei fatti e della storia

  61. Anty sei divertentente a piccolissime dosi, perchè non ti eclissi di nuovo e smetti di spammare? Se hai qualcosa da dire commenta il sermone altrimenti sei inutile come al solito.

  62. Sono giunto probabilmente alla fine della ricerca… Ho capito

    Kant affermava che esiste il mondo in sè, e che noi di questo mondo percepiremmo solo rappresentazioni nella mente. Ma Kant presupponeva in maniera dogmatica proprio l’esistenza di un mondo in sè esterno ad una mente e ad una coscienza.

    E’ più probabile che il mondo che percepiamo sia quello in sè e non una rappresentazione di un presunto mondo esterno ed assoluto

    Ma affinchè il mondo che vediamo sia quello in sè (e di cui fa parte anche il nostro corpo e cervello) è necessario che esista solo nella nostra coscienza

    Ma in tutto questo avevo dato per scontato che esistessero tante menti ,e non che ne esistesse una sola… Da questo equivoco è nata l’idea che non esistesse un’unico universo ma che esistessero tanti universi quante sono le menti di tutti i viventi, di tutti i tempi…

    E se invece non esistessero tante menti (ergo : contenitrici di spazio-tempo) ma ce ne fosse una sola che contiene la Realtà ?

    E se IO fossi quella mente ?

    Probabilmente non solo siamo un’unica COSCIENZA tutti quanti (piante,animale,persone,ipotetici alieni e altre entità multidimensionali) ma anche un’unica MENTE

    Proprio così… Saremmo in Realtà un’unica Mente che avrebbe dentro di sè un’unico spazio tempo

    E questa mente sarebbe in grado di creare degli “io” ,cioè delle sue prospettive di percezioni e individualizzarsi in ciascuno di essi . Dunque la nascita e la morte sarebbe dei vari “io” e non della MENTE (che saremmo noi, o meglio dovrei dire IO) che li genererebbe

    Non identificandoci più nell’io ma nella COSCIENZA si superano tutte le contraddizioni e si capisce di essere la Realta’ intera che si osserva da una prospettiva separate dalle altre

    Il fatto che i cervelli funzionano tutti allo stesso modo e il fatto che esiste un’analogia fra il funzionamento della mente e il funzionamento della Realtà può significare che mente e Realtà sono la stessa cosa

  63. Secondo la teoria dell’Universo Olografico reinterpretata da Corrado Malanga, L’ Universo sarebbe costituito da 3 assi

    Spazio

    Tempo

    Energia

    Spazio, Tempo , Energia = Parte Virtuale (mutevole,misurabile, relativa)

    Coscienza = Parte Reale (eterna,immutabile e per questo non misurabile)

    Interni a un quarto parametro : la Coscienza (Parte spirituale)

    Ogni forma di vita sarebbe la Coscienza

    L’uomo sarebbe costituito da 4 parti : Corpo, Mente, Spirito e Anima

    Ogni componente sarebbe composta da 3 dei 4 parametri fondamentali della Realtà

    Corpo = spazio,tempo,energia (totalmente Virtuale, il corpo è nella Coscienza,non il contrario !)

    Mente = spazio, tempo, Coscienza ( è in tutta l’energia)

    Spirito = tempo,energia, Coscienza ( è in tutto lo spazio)

    Anima = spazio,energia, Coscienza ( è in tutto il tempo)

    Coscienza di Corpo = 0

    Coscienza di Mente = 1

    Coscienza di Spirito = 2

    Coscienza di Anima = 3

    I numeri sono indicativi,non indicano una quantità ma il rapporto di coscienza che c’è fra le varie componenti

    potrebbero esserci uomini con solo Corpo, Mente e Spirito

    Gli animali (e tutte le forme di vita) necessiterebbero di avere almeno due componenti per vivere in questo Universo

    Ci possono essere Entità con solo Corpo e Anima, o con Mente e Spirito, Con Corpo e Mente, con Corpo e Spirito

    Non può esserci alcuna entità con Anima senza Corpo in questo Universo, in quanto La componente di Energia dell’Anima (spazio,Energia,coscienza) si attaccherebbe alla sequenza delle basi puriniche e pirimidiniche costituenti il DNA

    In questo modello di Universo la Coscienza avrebbe generato gli altri 3 parametri e potrebbe modificarli con un atto di Volontà

    Anima avrebbe più Coscienza delle altre componenti, dunque con un atto di Volontà potrebbe modificare in modo significativo la Realtà fenomenica (compiendo i cosidetti miracoli)

    Mente è una sovrastruttura che traduce gli archetipi di Anima in Emozioni e gli archetipi dello Spirito in Sentimento, oltre che la sede della ragione

    Mente non avrebbe energia, ma solo spazio,tempo e Coscienza dunque con la volontà di Mente non si potrebbe modificare nulla

    Lo Spirito potrebbe ma non ha sufficienze Coscienza

    Solo Anima potrebbe data la maggior “”” quantità “”” di Coscienza , dunque ecco spiegato perchè solo le Emozioni potrebbero interagire con l’Universo e modificarlo

    Il cervello viene descritto come un Lettore di Ologrammi , costituito da emisfero sinistro (Lettore di Ologrammi a velocità radiale – max velocità della luce) ed emisfero Destro ( Lettore di Ologrammi a velocità angolare – velocità infinita)

    L’emisfero sinistro sarebbe la sede della razionalità,della percezione divisa della Realtà, leggerebbe gli eventi in sequenze credendo che avvengano uno dopo l’altro (quando invece esisterebbero tutti simultaneamente in un’unico attimo ” Eterno” ) – legato alla parte Spirituale

    L’emisfero destro sarebbe la sede dell’emotività,della creatività, della sensazione e dell’intuizione, percepirebbe la Realtà come un tutt’uno ( percepirebbe tutti gli eventi dell’Universo come esistenti in un’unico attimo presente) – legato alla parte Animica

    Fra i due chi coglierebbe l’essenza della Realtà sarebbe l’emisfero Destro

  64. Ma cosa c’entra questo con Dragon Ball (e con la maggior parte dei cartoni in generale) ?

    Anima sarebbe la sede della creatività, dell’emotività e sarebbe in grado di ottenere direttamente le informazione della Realtà nell’inconscio ( Anima collegata alla parte Inconscia della mente) …

    Chi ha elaborato Dragon Ball ha sicuramente Anima, dunque avrebbe inconsapevolmente trasferito le informazioni sulla Realtà nel cartone !

    Infatti in Dragon Ball ci sono molti elementi in comune con la teoria dell’Universo Olografico reinterpretata da Corrado Malanga !

    Innanzitutto i sayan si trasformano in scimmioni ( gorilla = parte irrazionale,inconscio)

    In dragon ball sono presenti Universi paralleli

    In dragon ball la volontà e la rabbia dei personaggi modificano la loro energia e anche lo spazio-tempo circostante ( si pensi quando fanno tremare la terra o a majin bu nella stanza dello spirito e del tempo che addirittura esce da una “dimensione” )
    16 minuti fa

    Ma soprattutto i Super sayan… Rappresentano ANIMA !!!

    infatti Anima nella teoria di Malanga entrerebbe solo nel DNA adatto (quindi buono,fatto bene)

    Anima sarebbe in grado di modificare spazio tempo ed energia e dunque anche il DNA stesso per fare entrare più Anima !!!

    Ecco quindi come farebbero i Super Sayan a trasformarsi ! modificherebbero con un’atto di grande emotività (rabbia) i parametri di spazio tempo ed energia del DNA, facendo entrare più Anima (Energia ) trasformandosi in Super Sayan !
    13 minuti fa

    Infine in Dragon Ball sono presenti alieni, demoni, entità multidimensionali e altre dimensioni….

    Nei miti e nei cartoni sarebbe presente la Verità della Realtà per i motivi prima spiegati. Si pensi a pinocchio , alla bella e la bestia, a King Kong, e willy il coyote… Tutti racconti archetipici

    Corrado Malanga si occupa da vent’anni di ipnosi regressive per quanto riguarda le abduction ,che confermano indirettamente una struttura olografica dell’Universo ( per le dinamiche dei rapimenti,delle operazione e delle Entità che compirebbero tali azioni)

    Il neurofisiologo Karl Pribram ha condotto esperimenti sul cervello dei topi che confermano la natura olografica del cervello e della Realtà; il Fisico Americano Hogan ha involontariamente dimostrato la bidimensionalità dello spazio e dunque la natura olografica dell’Universo (informatevi su GEO 600)
    8 minuti fa

    Freeman tu sei schiavo dell’inganno che dura da millenni, sei disinformato e disinformatore. Le ipnosi regressive hanno VALIDITA’ SCIENTIFICA perchè il cervello( che NON è la Mente ma una sua interfaccia) è un computer, ed eseguendo le giuste operazioni è possibile prendere i dati reali (non indotti dalle proprie credenze o dalle parole dell’ipnologo) . Chi parla a vanvera come te sulle ipnosi non ne ha mai condotta una ,a differenza di Malanga che ne ha condotte migliaia GRATIS con un Equipe di Ipnologi e dopo 20 anni ha elaborato una teoria del genere tenendo conto di tutti i dati CONGRUENTI (fra migliaia di persone) .

    Chi parla a vanvera come te non è certamente uno scienziato o qualcuno che ha scoperto qualcosa, Bohm ha dimostrato la natura olografica dell’Universo e Corrado Malanga è andato oltre perfezionandola. Così si trova tutto

  65. Per giustificare la presenza di queste entità multidimensionali da milioni d’anni senza essere mai stati visti entra in gioco il concetto di FREQUENZA.

    La Realtà che percepiamo sarebbe fatta da FREQUENZE ,e la nostra COSCIENZA sarebbe come una radio in grado di sintonizzarsi solo su alcune FREQUENZE

    Questo significa che oltre alle frequenze che percepiamo ,ce ne SONO ALTRE COESISTENTI NELLO STESSO SPAZIO-TEMPO che percepiamo, ma che NON possiamo nè vedere, nè sentire nè toccare ( in quanto solo FREQUENZE dello stesso RANGE interagirebbero fra loro).

    Questo significa che gli Alieni sono GLI ANGELI E I DEMONI della chiesa, GLI DEI degli egiziani,degli ebrei, della mitologia etc

    Sono entità multidimensionali i cui corpi risiedono IN ALTRI RANGE DI FREQUENZE tali da poter occupare il nostro stesso spazio tempo senza essere nè visti, sentiti e toccati
    2 minuti fa

    ALIENI sono coloro che non hanno ANIMA , e che la vorrebbero

    Non la posseggono perchè non hanno il DNA giusto ,e infatti i loro esperimenti verterebbero sia a migliorare il loro DNA (utilizzando i corpi umani) , sia di prendere definitivamente la parte ANIMICA per poter rimanere tecnicamente immortali (in quanto una volta presa, costringerebbero ANIMA a rimanere sempre nel loro corpo fornendogli l’energia per rimanere sempre in vita)

    Ma gli ALIENI mancando di ANIMA mancano di molta COSCIENZA , e non sanno che l’eternità è nella morte, e che tutti sono Dio, la COSCIENZA

  66. O fedeli,
    visto e considerato che il wrestler di battipaglia, nella (vana) speranza di puntare sulla sua inutile e antiestetica figura il riflettore, si ostina a latrare sotto sermoni che nemmeno di striscio riguardano il proprio dramma personale (di cui mi dispiace, ma di cui non ho/abbiamo colpa), e lungi dal volere applicare una qualche forma di censura, d’ora in avanti ogni nuova eiaculazione di Anty verrà gentilmente spostata sotto il sermone che più da vicino lo riguarda, ovvero:

    https://spaghettovolante.wordpress.com/2009/01/27/se-avrete-la-pazienza-di-seguirmi/

    Prendo questa decisione nel solo interesse di tutti i pellegrini che qui approdano, a cui voglio garantire il diritto di poter leggere ed eventualmente partecipare con commenti che abbiano attinenza con quanto viene affrontato di volta in volta.

    Garantisco che, come ho sempre fatto, nessun commento verrà eliminato. Verranno solo spostati in un luogo a loro più consono.

    In Fede,

    Spaghettovolante

    p.s.:
    Anty, se hai in mente rappresaglie infantili quali iniziare a duplicare i tuoi ragli sotto ogni sermone di questa Chiesa, credendo di mettermi in difficoltà, vuol dire che non sai con chi hai a che fare: saresti tu a finire schiacciato, e senza che io contravvenga a quanto ho detto: nessun tuo commento verrà eliminato, solo ricollocato. Quello che devi chiederti è: ne vale la pena? Vale la pena cercare di mettermi in buca, quando la pleistescion brama il tuo nuovo record, quando il tuo amichetto sui cui provi le mosse che hai visto in TV brama di sentire il tuo sudore sulla tua pelle, quando là fuori c’è un mondo di pande verdi da “ribbbaltare”?
    Hai diritto a un altro commento qui, con cui ti permetto di dare a bere ai gonzi che hai dignità e amor proprio, dopodiché bye bye spam.
    Ciao ciao

  67. Ho diritto a un ultimo messaggio qua ? Leggi: Io sono il MONDO e tu stai andando contro la Realtà Intera🙂 tu sei solo una stupida manifestazione di ME REALTA’.

    Detto questo, a differenza tua io sono felicemente fidanzato e sono anche innamorato, e purtroppo per te non sono gay (come quel mio amico ). Smettila di farti pensieri perversi su di me, essere disgustoto e viscido che non sei altro !😀

    Spaghetto è finita, io avevo cercato anche un dialogo perchè in fondo anche tu sei me, ma sei troppo stupido e irritante

    Sei stato un gran fesso, io potevo aiutarti a uscire dalla tua tragica stupidità : ti ho sbattuto in faccia la Realtà dei fatti e ti ho mostrato i perchè a cui tu non arrivavi e che non riuscivi manco a porti e ti ho mostrato delle probabili spiegazioni.

    Idiota assoluto, io ho davvero concluso , non ho più nulla da dire.

    L’evidenza è chiara alle persone intelligenti, è chiaro chi ha ragione (io) e chi nel torto assoluto (te e i tuoi compagni)

    Tu hai iniziato a insultare, hai continuato anche dopo che ti avevo lasciato stare (mi riferisco al sondaggio)

    Ho concluso e l’ultima parola l’ho avuta giustamente io

  68. Ciao Anty, ci mancherai. Ma sappiamo che sarai felice con Dragonball, Corrado Malanga e il tuo amico immaginario che solo-tu-sai-come-si-chiama.
    Tanto ci basta.
    Buona notte, e grazie per non aver messo il punto alla fine della tua ultima parola. Così sappiamo che l’hai scritta davvero tu.

    RAmen

  69. […] https://spaghettovolante.wordpress.com/2010/01/11/terminologi/ […]

  70. […] https://spaghettovolante.wordpress.com/2010/01/11/terminologi/ […]

  71. […] ne spara una delle sue, come quando mette la salamandra nei rettili nel suo best-seller “Darwin: oltre le colonne d’Ercole“. Copio e incollo dal commento di Michelangelo, con le sue osservazioni in neretto. Barrick […]

  72. è bellissima questa cosa: ognuno di voi conosce all’incirca quattro verbi (spaghetto aglio e -uoglio- però ne ha dimenticati due,rendendo così più difficile il lavoro ai suoi compagni di seghe),e tutti insieme riuscite quasi a formare un’argomentazione completa (che comunque non esprimerebbe un cazzo)…potere dell’amore!!!!!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: