Pubblicato da: spaghettovolante | 9 febbraio 2010

Ridateci il Darwin Day di Milano

O fedeli, vi invito a firmare questa petizione:

Il 12 febbraio Charles Darwin avrebbe compiuto 201 anni. E come tutti gli anni intorno a quella data numerose città italiane si accingono a festeggiare l’anniversario con il Darwin Day. Dall’elenco manca ancora Milano. Il Museo di storia naturale del capoluogo lombardo, che per primo ha lanciato questa iniziativa in Italia giunta ormai alla sesta edizione, non intende più sostenere la manifestazione.

Ogni anno i protagonisti del dibattito evoluzionistico internazionale e nazionale si confrontavano fra loro e con il pubblico. Il tutto ha visto il suo culmine nel 2009 con i moltissimi eventi dedicati a questi temi, tra cui la grande mostra Darwin 1809-2009 che ha visto tra le sue sedi anche Milano. Il Darwin Day è stato per anni un evento molto apprezzato e grazie al suo stile divulgativo era pensato e calibrato per un pubblico curioso, non necessariamente di addetti ai lavori. Non sono mancati i riconoscimenti pubblici a questa manifestazione, fra cui l’Ambrogino d’oro dato quest’anno a una delle sue promotrici.

Chiediamo al direttore del Museo di storia naturale di Milano Enrico Banfi e al coordinatore del Polo dei musei scientifici Mauro Mariani di ripristinare una manifestazione così simpatica e di successo, capace di avvicinare con una formula non accademica e istituzionale schiere di giovani e di non esperti alla scienza.

http://www.lascienzainrete.it/node/1855

Il qui presente Spaghettovolante si limita al pacato commento che definisce vergognoso il fatto che uno degli appuntamenti culturali più attesi nell’ambito delle divulgazione scientifica, nel desolante panorama italiano (quindi doppiamente lodevole) quest’anno non abbia luogo.

Quale che sia la motivazione, o dove risieda la responsabilità, non c’è santo che tenga. Nemmeno Padre Pio, il truffatore e/o psicopatico la cui apologia è stata diligentemente sponsorizzata dalla TV pubblica (rimando a questo sermone). Questo per dire, senza voler fare facile populismo, che se fosse un problema di soldi, se in uno stato sono disponibili a finanziare iniziative anticulturali, non dovrebbe essere un grande sforzo (da un’ottica razionale) trovarne per promuoverne di culturali, nell’indubbio interesse comune.

Niente è più triste che ricorrere all’ovvietà, ma tant’è.

RAmen


Responses

  1. Firmate ragazzi! Fermiamo la marea creazionista che sta montando!
    FSM lo vuole, RAmen.

  2. Pazzesco. Nessuno chiedeva un cachet, solo viaggio, vitto e alloggio se non erano ospiti da amici, e amiche. Al comune costava 20 mila euro, come due mesi di mangime alla Trota per tener d’occhio i dané dell’Expo in arrivo da Roma ladrona. Il creazionismo monta, Juhan, ma trainato da tangentopoli.

  3. Firmato…purtroppo la Lombardia è governata da Formigoni, classe C.L. …

  4. Povero scimmione de “Il pianeta delle scimmie” e povero anche Che Guevara, oramai ridotti ad un poster o ad una maglietta..
    Hasta la evolction, siempre.. Però non vorrei mai che la Sua (anzi, credo fermamente, Nostra..) Chiesa si abbassi ad ideologie e logiche partitocratiche come tante altre.
    Per il resto convengo non la Sua Spaghettosa opinione e spero che la commemorazione della nascita di (inchino) Darwin sia un modo in più per superare ruggini ideologiche fine a se stesse.

    RAmen
    Astaroth (Pastafariano di Destra.. si può?)

  5. O fedele Astaroth,
    l’immagine non ha alcun sottinteso politico, anzi: è stomachevole secondo me che si voglia politicizzare la teoria dell’evoluzione.

    Nessuno si sogna di dire che la teoria della relatività è di destra o di sinistra, dovrebbe accadere anche per l’evoluzione, ma non accadrà mai: la sua portata e le sue implicazioni sono troppo ampie.

    Ho sentito persone di sinistra che si deliziavano del fatto che Marx fosse stato folgorato dalla teoria dell’evoluzione e avesse inviato una copia de “Il capitale” a Darwin, e di destra (meglio dire estrema destra) che usavano questo argomento come arma per attaccare Darwin, quando Darwin, invece, non considerò il libro e scrivendo a Marx, che gli voleva dedicare la seconda edizione, gentilmente declinò, non trovandovi motivazioni perché lui lo facesse.

    E in ogni caso il fatto è assolutamente irrilevante dal punto di vista scientifico.

    Tornando all’immagine, è un simbolo famoso su internet, che prima o poi avrei usato. Io personalmente so più del Pianeta delle Scimmie che di Che Guevara.
    Quella immagine di Che Guevara è solo un’icona, allo stesso modo della Marilyn di Warhol, e allo stesso modo ha subito innumerevoli variazioni sul tema.

    RAmen


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: