Pubblicato da: spaghettovolante | 18 maggio 2010

“Creation”: niente Darwin grazie, siamo italiani

Creation: il film che corrompe le vostre povere menti indifese

Non è mia abitudine gridare istericamente a complotti o a censure come fanno certi individui particolarmente limitati dal punto di vista morale e intellettivo (mi riferisco ovviamente al Comandante), quindi cercherò di limitarmi essenzialmente ai fatti:

Il 25 settembre 2009, il film Creation di jon amiel, basato sul libro ”Casa Darwin” esce nelle sale inglesi Gira per l’europa e per il globo, e riesce addirittura a passare negli Stati Uniti nonostante le pressioni contrarie di certi primati. A oggi però, nelle sale italiane non è arrivato.

A questo punto, esprimerò e motiverò la mia opinione in merito.

Consideriamo che il film ha un cast di tutto rispetto, con anche un premio Oscar (Jennifer Connelly). Paul Bettany, che interpreta Darwin, non è poi stato scelto a caso: nel film del 2003 Master and Commander (pluripremiato), interpretava un naturalista a bordo di una nave della marina inglese che nel 1805 faceva anche tappa alla Galapagos, un riferimento plateale a al viaggio di Darwin sul brigantino beagle (1831-1836). Sceneggiatore e regista non sono dei nomi che fanno sbancare il botteghino, ma non sono nemmeno dei novellini e sono nel cinema da decenni: la mano c’è e si vede. Il successo nel mondo è stato più che dignitoso, e per la Sacra Sindone, non è eticamente possibile passare davanti a locandine come questa

Notare lo sguardo penetrante di Raz Degan, star del programma di approfondimento scientifico "Mistero"

o questa

Notare Raoul Bova, capace di farsi rubare la scena anche da un Alien

senza rodere di rabbia per la consapevolezza che, probabilmente, non vedremo mai Creation nelle sale.

La domanda a questo punto è solo una: perché? Se non si fa uscire il film per questioni commerciali, coloro che hanno preso questa decisione sono dei deficienti, visto che, ripeto, il film non è stato affatto un flop. Piccola lezione di marketing

spettatori =$

Se, invece, Creation non esce per via della solita vecchia storia, cioè che Darwin è l’uomo nero che fa bagnare il letto a certa gente, e per ascoltare questi il marketing deve essere rivisto nell’ottica del ”non vogliamo noie: lasciamoli fare. Questo non è Angeli e Demoni, la perdita è accettabile” allora di nuovo siamo di fronte a degli idioti: se prima lo erano perché non sapevano fare i propri interessi, adesso lo sono perché un film culturale viene chiaramente prima dei sentimenti paleolitici.

Conoscete qualcuno provvisto dei suoi bravi pollici opponibili cerebrali che abbia visto Barbarossa? Spero per voi di no. Purtroppo, tra quella spazzatura finanziata dallo stato e un VERO film storico, non abbiamo avuto il privilegio di scegliere.

Ci tengo a precisare che queste sono solo opinioni, magari esistono dei motivi “validi” per cui il film non esce in Italia. Magari è un problema di diritti di distribuzione, del resto l’Italia non è certo l’unica nazione europea a restare a bocca asciutta.

Fatto sta che chi vuole vedere Creation è ovviamente costretto ad affidarsi al cinema torrent o emule, dove si può anche trovare una versione sottotitolata in italiano. Visto che i pastafariani hanno sangue pirata, ritengo doveroso incollare qui di seguito questo link (eliminare gli “a capo”)

ed2k://|file|Creation.sub%20ita.by%20dears.avi|

659556352|1049DFED6452EB35ACB5FF29048847CB|/

Inoltre ora chiedo un consiglio a voi fedeli: credete che fare un gruppo su facebook per chiedere l’arrivo di Creation in Italia possa avere qualche ritorno, se non altro in termini di visibilità del pastafarianesimo, o regalerebbe semplicemente altri soldi al social network? Cioè, ne vale la pena?

Sono, come direbbe l’amico juhan, parplemuto.

RAmen


Responses

  1. Per “Agorà” c’è stata un’iniziativa simile. Il film alla fine è uscito, ma vai a sapere se è successo per la pressione feisbuchiana o per altri, imperscrutabili motivi.

    A dire il vero non credo che ci sia malizia, almeno non di tipo creazionista: un film su Darwin può essere sentito come “palloso”, per esempio. Certo non sarebbe meno grave.

    D’altra parte, ci sono davvero centinaia di film che non escono per motivi legati, fondamentalmente, al vile denaro, e all’arbitrio dei distributori. Quello della pellicola è un vero e proprio racket.

  2. Io sarei dell’idea di farlo, far sapere che non siamo (ancora) tutti omogenizzati. Poi naturalmente sarà fatto il volere, spesso imperscrutabile, di Nostro Signore il Prodigioso, sempre lodato sia il Suo nome, RAmen

    p.s.: il link ed2k sembra non valido.

  3. Grazie juhan, prova ora.

    @ Lopo: è la dura verità, il cinema è un’industria e in Italia si rivolge a un pubblico in buona parte sulla soglia dell’analfabetismo. Ma che si ignori una produzione così è veramente frustrante. Non è un film alla Enrico Ghezzi.

    RAmen

  4. Eh, ma pensa che difficilmente vedremo una commedia come “The invention of lying”, dove la presa in giro della religione è palese (merita, recuperalo).

    Provo a informarmi se i diritti sono stati comprati da qualcuno, per l’Italia.

  5. Effettivamente sarebbe un idea sensata fare un gruppo su facebook, del resto se va male ci abbiamo provato.
    Comunque non credo che il film non sia uscito per compiacere ai creazionisti o ai cattolici italiani, certo è triste quello che è successo in america…

    RAmen

  6. Guardate che per Agora’ si e’ mosso mezzo mondo. E per mezzo mondo intendo quello intellettuale. Si e’ mossa la Stampa (http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=124&ID_articolo=730&ID_sezione=274&sezione) e molti altri, la Hack, Odifreddi (http://www.terranews.it/opinioni/2009/11/supera-le-5000-firme-la-petizione-perche-il-film-agora-trovi-distribuzione-italia-tra-i-suppo), con anche una petizione che trovate qui: http://www.petitiononline.com/agorait/petition.html. Io non penso che sia stato il numero delle persone, da solo, che abbia fatto smuovere la Mikado per distribuire il film. Penso, invece, che sia stato il numero di persone combinato con la mobilitazione di personaggi di spicco tra gli intellettuali. Mi dispiace dirlo, ma se Hack, Odifreddi, etc. non si muovono, noi possiamo anche raccogliere un milione di firme (sempre disponibile per cominciare), ma non se ne accorgera’ nessuno. Spero di sbagliarmi, comunque.

    RAMEN

  7. Scusa michelangelo, il commento era finito in moderazione per via dei link. Per il momento accantono il progetto perché ho una altra priorità: il servizio di TGleonardo sul Montaigner omeopata. Prossimamente il sermone.

    RAmen

  8. p.s.:
    a chi interessa, ho appena incollato in camicie di forza cercansi uno spassoso pezzo di Agnoli su Venter. Lo trovate in fondo.

  9. io ho visto il film il giorno della sua uscita in Inghilterra, e da evoluzionista convinta, scienziata e appassionata di Darwin vorrei dire la mia opinione. Fa schifo. Dal mio personale punto di vista si tratta di un film fuorviante al massimo, che fa il gioco dei creazionisti e di chi vuole sostenere che Darwin fosse solo un povero pazzo.
    Non voglio dire che questo film dica falsità, semplicemente propone la figura dello scienziato in maniera parziale, e decisamente pericolosa per chi non ne sa nulla e si accosta all’argomento per la prima volta.
    Io e il mio ragazzo (un paleontologo) siamo usciti dalla sala assolutamente schifati.
    Qualcun’altro l’ha visto?

  10. Io l’ho visto e dissento. Non mi ha entusiasmato ma non mi è neppure dispiaciuto. Chiaro che è romanzato, ma direi che lo umanizza, non lo denigra.

  11. Anch’io l’ho visto e non mi è dispiaciuto. Non ho trovato la figura di Darwin ridimensionata, ma soltanto calata, ovviamente, nella sua epoca.

    Un Sorriso

  12. Anche io dissento con paleomichi,
    ho visto il film e sono rimasto commosso dall’umanita’ di Darwin. Tra parentesi ho una figlia, e mi sono immedesimato molto nel dolore di Darwin padre, se la perdessi (e in quel modo!) non so se potrei rialzarmi come ha fatto lui.
    Chiaramente questi sono giudizi personali, e capisco che chi idealizza lo scienziato e il pensatore Darwin rimanga male dal film. Ma, piaccia o no questo era il Darwin uomo (anche se in una versione romanzata), uno che era capace di un’umanita’ molto superiore a quella dei religiosi del tempo.

  13. Cestinato un’altra volta?
    Un Sorriso

  14. Posso fare il complottista anche io?
    Nel film il reverendo Innes è interpretato da Jeremy Northam, già “cattivo” nel film The Net.
    Un caso? Noi di Noyager pensiamo di no.🙂

    Poi, spero di fare cosa gradita.. http://tinyurl.com/yfp667q

    Sincerely yours
    Nico Murdock

  15. Vedete? Tutto torna!

    RAmen

    p.s.:
    nessun complottismo Nico, propendo anche io sulla spiegazione che sia stata una questione di sghei, ma il dispiacere è notevole.
    Dite che questo invece lo proietteranno?

  16. AHAHAHAH mitico.

    Lo so, nessun complottismo.. in fondo anche Bill Maher ha potuto girare parte del suo film a San Pietro ed è stato difficile vedere anche quello🙂

  17. Visto che si parla di audiovisivi e intrattenimento… ecco la nuova perla anti-atea del vicedirettore del CNR:

  18. Bisognerebbe farti un monumento, Ratio. Io non sono certo un ottimista per natura, ma il bulletto che parla (leggendo) mi sembra un po’ come non sappia più a che santo votarsi. Caro Bob, che forse mi ascolti, sei una VERGOGNA per l’Italia.

    RAmen

  19. il finale con lo sguardo dubbioso del pennuto è stupendo!!!!

    RAmen

  20. ma alla fine creation lo fanno in italia o no? agorà l’ho visto e voglio vedere anche creation! possibile che viviamo in vaticalia!

  21. Pare che nessuna casa di distribuzione trovi interessante Creation.

    Se rinasco mi faccio prete…

  22. Spero vivamente che la scelta di “censurare” sia stata dettata da politiche di marketing(discutibili) e non da politiche concettuali su quello che il film significa per vaticalia e per i tanti innatisti presenti


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: