Camicie di forza cercansi

un flatearther al lavoro (la somiglianza con Francesco Agnoli è quasi del tutto casuale)

Ci sono parole difficilmente traducibili in italiano da altre lingue.

Flatearther è una di queste.

Perifrasando, è un flatearther colui che crede che la terra sia piatta. Nel mondo anglofono il termine identifica in un sol colpo tutti coloro che sono dediti ad attività contro la scienza, quindi contro la cultura.

In genere questi individui definiscono coloro che, come me, ritengono che la scienza, assieme all’ arte, sia lo strumento migliore che abbiamo per capire il mondo, come scientisti.

Ad ogni modo, questa pagina ha il solo scopo di raccogliere le perle, amplissimamente disponibili sul web dei flatearther, in particolar modo italiani. Non farò altro che dei copia e incolla con dei link ed eventualmente inserirò screenshot. Al massimo provvederò ad evidenziare in grassetto parti degne di nota. Il titolo di questa pagina è Camicie di forza cercansi, non c’ è bisogno di commentare certe cose.

Questa pagina quindi è a scopo puramente ludico.

E ora buon divertimento, iniziamo andando sul velluto con Francesco Agnoli:

Evoluzionismo: mancano le prove

di Francesco Agnoli

Da un po’ di tempo a questa parte i grandi giornali, e diverse riviste, hanno ricominciato a proporre al grande pubblico dei disegnini in cui simpatiche scimmie pelose divengono a poco a poco bipedi, perdono un po’ di peluria, ingrandiscono il cranio e, voilà, divengono uomini. I disegni in questione hanno uno scopo: ricordare a tutti che siamo solamente bestie.

[…]

Eppure questo rispolverare con tanta tenacia il pensiero vetusto di Charles Darwin non ha nulla di scientifico, a differenza di quanto si voglia far credere.

[…]

Ma soprattutto Darwin è l’uomo che porta a compimento lo spirito filosofico di un’epoca: quando lui scrive, già altri filosofi, prima di lui, hanno affermato ormai come certa l’idea di progresso (illuministi, idealisti, positivisti), di evoluzione e di lotta per la vita (Spencer, Malthus), di concorrenza e sopravvivenza del migliore (dottrine liberiste di Adam Smith, tanto amate da Darwin).

[…]

La polemica esplode soprattutto quando Darwin sostiene di aver compreso che anche l’uomo discende da una qualche forma scimmiesca, e che tutto a sua volta origina da un unico progenitore, una sorta di larva marina. Questa concezione, trasformista più che evolutiva è però qualcosa di assolutamente indimostrato, a cui Darwin crede in base ad un erroneo ragionamento: siccome con la selezione artificiale l’uomo riesce a migliorare la razza di un cavallo, o a produrre varie specie di rose, perché non potrebbe accadere, casualmente, nel lunghissimo periodo, per gradi, che da una forma di vita primordiale possano essere nate poi tutte le altre? In questo modo non tiene conto del fatto che la selezione artificiale, anzitutto, non è casuale, ma è guidata da un essere intelligente come l’uomo; in secondo luogo che detta selezione può portare alla produzione di varie specie di rose o di cavalli, ma non porterà mai alla trasformazione delle rose in tulipani, o dei cavalli in dinosauri!

[…]

Quali prove ci dà Darwin? Nessuna. Fornisce solo tre bacchette magiche: il tempo, che farebbe ogni cosa; il caso, che non si capisce cosa sia, specie per una mentalità scientifica; e la selezione naturale, che, paradossalmente, avrebbe immensi poteri “creativi”. Darwin dimentica di spiegarci come faccia la cieca selezione naturale a scegliere e ad accumulare, per un futuro, le mutazioni casuali benefiche, che al presente non servono a nulla nella lotta per la vita. Per fare un esempio: a un pesce che diverrà animale terrestre, che cosa può servire un abbozzo di arti inferiori, inutilissimi nella vita acquatica come pure in quella sulla terra? Il darwinismo in realtà si presenta come una ipotesi che scientificamente non serve, in quanto manca di rigore, di riproducibilità, di basi matematiche, ed è incapace di fare previsioni, cioè di ricavare applicazioni pratiche. Inoltre non spiega nulla. Né l’origine della vita (anche il brodino primordiale avrebbe bisogno di una Causa Prima, cioè di Dio), né la varietà delle specie (può derivare tutta, come scrive Sermonti, da “Errori Tipografici Fortunati”?); né la bellezza della creazione (perché i colori delle farfalle, dei pesci esotici, o le piume colorate del pavone, in un’ottica di pura lotta per la vita?); né il perché dell’esistenza nell’uomo, a differenza che negli altri animali, della parola, del pensiero, dell’arte, della coscienza morale, della libertà, dell’idea di Dio, dell’idea di famiglia. Inoltre, il darwinismo manca del tutto di prove: non esistono gli anelli di congiunzione tra una specie e l’altra, mancano esempi di macroevoluzione sotto i nostri occhi, ed è assurda l’idea di un cosmo ordinato che nasce dal disordine, dalla pura casualità. Ipotizzare la nascita delle specie viventi da una semplice forma di vita iniziale, per mutazioni casuali, è come immaginare che delle lettere dell’alfabeto mescolate a caso diano vita ad una ricetta di cucina, la quale, nel tempo, per caso, si trasformerà in una poesia di Petrarca, e poi nella Gerusalemme Liberata di Tasso.

[…]

Bibliografia

Francesco Agnoli – Alessandro Pertosa, Contro Darwin e i suoi seguaci (Nietzsche, Zapatero, Veronesi, Singer), Fede & Cultura, 2006).
Daniel Raffard de Brienne, Per finirla con l’evoluzionismo, Il Minotauro, 2003.
Maurizio Blondet, L’uccellosauro ed altri animali, Effedieffe, 2002.
Mariano Artigas, Le frontiere dell’evoluzionismo, Ares, 1993.
Jean-Marie de la Croix, L’Evoluzione darwiniana dell’Uomo, Ipotesi vera o falsa?, Mimep-Docete, 2002.

© il Timone
www.iltimone.org

———————————————————————————–

E’ ora il turno di Giuliano Ferrara, direttore de Il Foglio, quotidiano italiano di diffusione dell’ antiscienza. Tra gli articolisti: Francesco Agnoli e Lucetta Scaraffia (i nodi vengono sempre al pettine)

Dall’ opuscolo Non dubitare. Contro la religione laicista che raccoglie i testi dell’ intervento di lobotomia Ferrara al Meeting di Comunione e Liberazione del 2005. Dal blog L’ Estinto

Oggi c’è una grande discussione sul darwinismo, sull’evoluzionismo, e molta gente, anche molto colta, istruita, scientificamente molto preparata, sostiene che a occhio e croce nel modo in cui esiste e gira il mondo da noi conosciuto si vede la traccia di un disegno intelligente.

Per esempio questo nostro stare insieme qui, aver scelto di vederci, di parlarci, di esercitare la funzione e la libertà del linguaggio, per dirci delle cose, per comunicarci delle cose, ha un senso, un significato, è un elemento della realtà; ed ha un senso ed un significato perché è parte di una funzione, vocazione, posizione, degli uomini, delle donne, dei ragazzi, che non è riducibile al caso, né tanto meno alla necessità.

———————————————————————————

Bisogna elevare le parole che seguono al rango di vere e proprie perle di saggezza. Riassumo il contenuto, del post e del sito in cui si trova, per quello che mi riesce, dunque:

la scienza è una religione, ma anche no. Gli scienziati sono come i preti, ma non sempre, solo quando i miei ormoni e la mia volontà di potenza incontrano la Maria. Sotto il suo effetto mi sento talmente cazzuto che partendo da un articolo satirico, elaboro la mia arguta e pungente critica al signoraggio evoluzionista. Il mio blog linka al “movimento libertario” ma ignoro che i veri libertari sono razionalisti e scettici come Penn & Teller, che mi introdurrebbero nel loro show mentre elenco i miei siti favoriti (luogocomune, Lezapp e altri) con queste parole:

“And then there’s *this* asshole”

eccovelo.

p.s. (Prodigioso Spaghetto): non riporto tutti i commenti, il pastafarianesimo insegna ad amare il proprio prossimo.

da http://rantasipi.wordpress.com/2008/09/06/il-gregge-di-darwin/

Il gregge di Darwin

Ho anche letto che qualcuno dall’alto della sua scienza ne deduce che poiché critico Darwin è chiaro che non ho letto Darwin. Evidentemente non è bastato premettere sin dall’inizio che condivido in linea generale la teoria evoluzionista e, ciò nonostante, rimango perplesso dinanzi alle sue molte incongruenze. Non mi pare di essere l’unico, neanche fra gli stessi evoluzionisti, ma mea culpa di nuovo.
Tutto questo non cambia di una virgola la mia convinzione. Gli evoluzionisti sono come i cattolici: siccome è dimostrato che storicamente Gesù è esistito, allora automaticamente la “parola del Signore” deve essere il verbo. A questo si somma il mio crescente disprezzo per la scienza di regime e la casta di parassiti prezzolata dallo stato che la rappresenta. Ancor più per quelli che, pur pagati dallo stato, pontificano e condannano la sua sostanziale illegittimità. La loro arroganza ha superato ogni misura; anziché dire “ci pagano coi vostri soldi per fare cose di cui alla maggior parte delle persone non frega nulla e i cui vantaggi sono praticamente ininfluenti per la società” questi damerini viziati che probabilmente nel mondo del lavoro privato non durerebbero una giornata, ci ammoniscono dicendo “paga e stai zitto, che tanto non capisci”. Andate tutti a raccogliere il cotone, vi farà bene.


Premetto: considero l’intuizione evoluzionista di Darwin molto probabilmente corretta, ma per le incongruenze con cui ci è stata presentata fino ad oggi, penso che accettarla significhi compiere un atto di fede non molto diverso da quello di chi ripone fiducia cieca nella controparte creazionista – non priva, a mio modesto parere, di un qualche interesse.
Quello che accade in questa piccola cittadina del Tennessee me lo conferma.
In sostanza, sul muro di un edificio di Dayton è comparsa una macchia di muffa e calcare che sembrerebbe riprodurre l’effige dell’autore de “L’origine della specie”

. L’evento ha dato vita ad un costante flusso di devoti evoluzionisti che quanto a fiducia (o fede) hanno poco da invidiare ai pellegrini di Medjugorje.

Ecco alcune dichiarazioni dei seguaci darwinisti precipitatisi sul luogo per poter assistere all’apparizione:

“Ho portato mio figlio a toccare il muro, in modo tale che il potere di Darwin possa purificare la sua composizione genetica da tratti ereditari indesiderabili”

“Perdonami, o Charles, per aver sempre dubitato della tua Divina Evoluzione. Dopo aver visto il miracolo di questa pigmentazione calcarea con i miei occhi, la mia fede nel ragionamento empirico non potrà mai più essere messa alla prova.”

e ancora

“Possa il suo nome essere lodato e le sue teorie sulla selezione naturale avere eco in tutte le aule dell’osservazione naturalistica per sempre.”

La cosa positiva della vicenda è che il massiccio pellegrinaggio è stata un’ottima opportunità di business per venditori ambulanti di reliquie e gadgets accorsi a Dayton per capitalizzare la fede dei credenti empiristi in attesa di vedere il miracolo.

Non male per degli adepti del metodo scientifico.

Amen.

————————————————————————————–

Un fan mi scrive

si può essere creazionisti senza bisogno di essere per forza religiosi…il punto è che la teoria darwiniana ormai non convince più nessuno…vero che la religione sfrutta questa cosa per i suoi scopi…però c’è da dire che alla fin fine se succede questo..è perchè la teoria darwiniana ripeto ormai non convince più nessuno…

firmato Amicidisermonti nel post http://spaghettovolante.wordpress.com/2008/09/25/215/


un amico di Sermonti

un amico di Sermonti

————————————————————————————–

Ed ecco Blondet, che ora è sconvolto dalla vittoria di uno “sporco negro” alle elezioni presidenziali negli USA (pensate se Obama fosse stato anche ebreo: a Blondet sarebbe venuto un colpo apoplettico), nel suo sito di compostaggio ci regala un’altro rigurgito contro la scienza. Blondet conferma ogni volta la mia logica a proposito dell’ evoluzione.

Per non accettare l’evoluzione in quanto fatto, bisogna essere o ignoranti, o idioti (IDioti), o folli o disonesti. Nel caso di Blondet, sono presenti tutte e 4 le condizioni.

Vaticano: la lobby evoluzionista ha vinto
MAURIZIO BLONDET
Cieca, come il caso di cui è fatto il costrutto, mancanza di rigore logico, pressapochismo, infatuata incomprensione: è questa la prima somma che si puo’ tirare dopo aver ascoltato i pareri, e disinteressati, di fior di scienziati. A certe conclusioni, o ci si arriva, arrendendosi, o il risultato a cui si approda è un castello di menzogne, sempre più difficile da tenere in piedi, nel tentativo imbarazzante e disperarato di portare avanti asserzioni non controllate e non confermate. Su questo si basa l’evoluzionismo. La Chiesa si apre, forse per l’ultima volta, anche a questa ulteriore istanza che disperatamente cerca di allontanare il Creatore dalle nostre vite.

————————————————————————————–

anziano_disperato

http://amperini.wordpress.com/2008/10/26/16a-fiera-delle-verita/

16a Fiera delle verità

Domenica 16 novembre avrà luogo la sedicesima Fiera delle verità. Ho già avuto modo di partecipare ad un evento simile assieme a white-rabbit e P3go83 (vedi recensione), dal quale ho avuto modo di conoscere cose interessanti ed altre un po’ ardite.

La scaletta del programma è un po’ differente rispetto all’undicesima, infatti questa volta verranno trattati “solo” due temi: le scie chimiche (non so dirvi se il relatore abbia a che fare con il sito linkato) ed il signoraggio.

Sono due temi da trattare con la dovuta serietà e prudenza, visto che, non essendo di dominio pubblico o perlomeno quando se ne parla in pubblico le prime risposte sono:”an si beh allora?! – usi troppa immaginazione! – ecc..”.

Quindi, prima di dar aria alle vostre bocche, vi consiglio di ascoltare cosa viene detto e verificare voi stessi chi vi sta prendendo per i fondelli.

Per chiunque fosse interessato la scaletta e il luogo d’incontro lo trova qui.

P.S.:L’ingresso è libero.

anziano_disperato


————————————————————————————–

Mah…

Spazio

…ultima frontiera», recitava la voce narrante all’inizio di Star Trek, una serie-cult di fantascienza di cui non ho perso una puntata (anni Sessanta, intendo, di quelle con Spock, Kirk e Sulu). Ebbene, una sola volta, una sola, vi si accennò al cristianesimo: su un pianeta dominato da simil-romani, gli schiavi, adoratori del sole, si ribellavano con l’aiuto dell’Enterprise. Solo alla fine Uhura spiegava al capitano e all’ufficiale scientifico che quelli adoravano non tanto il sole in sé quanto il Figlio di Dio; seguiva l’imbarazzato silenzio di Kirk e Spock (che, tra l’altro, era un alieno pagano). Già: la fantascienza “classica” trattava la religione, al massimo, come un oggetto di studio «scientifico». Ma, grazie al cielo, la realtà supera sempre la fantasia. Ecco, infatti, cosa ci comunica l’agenzia Zenit.org il 20 novembre 2008: «Le Carmelitane Scalze di New Caney (Stati Uniti) hanno consegnato all’astronauta Ron Garan una reliquia di Santa Teresina perché lo accompagnasse nel suo viaggio spaziale. Nella primavera scorsa, il comandante Garan aveva contattato la comunità per chiedere preghiere in vista del suo viaggio nello spazio, offrendosi di portare con sé qualsiasi oggetto sacro le religiose avessero voluto affidargli (…). Garan è stato membro dell’equipaggio dell’ultimo viaggio della navicella spaziale Discovery, durato dal 31 maggio al 14 giugno». Un papista nello spazio, con una reliquia di una santa monaca per giunta. Isaac Asimov si sarà rivoltato nella tomba.

per la serie:

steve-irwin-demotivational-poster

————————————————————————-

Avviso ai naviganti

Nei commenti a questa pagina, un omino piccino picciò reclama spasmodicamente la mia attenzione o di qualunque altro essere senziente.

E’ di nuovo amicidisermonti, ormai la mascotte (non richiesta) di questa Chiesa.

Riporto uno scambio di battute, che mi dà l’occasione di proporre dopo una immagine che esemplifica efficacemente il mio pensiero



  1. si spaghetto..l’evoluzione spiega la diversità della vita..sarà ma io non riesco a capire come la spiega…io non ti parlo da creazionista…non m’interessa farti diventare creazionista o cose del genere…quello che vorrei farti comprendere è che ci sono due facce della medaglia…in tutte le cose…e noi dobbiamo vederle entrambe queste facce..per esprimere un giudizio completo..tu per me non potrai mai farlo..perchè appunto sei molto limitato…la teoria dell’evoluzione è anche questo…io leggo libri sia di evoluzionisti sia di creazionisti…non ho alcun problema a farlo…proprio perchè so distinguere…Gould mi ha convinto su molte cose…così come Sermonti non mi ha convinto in altre…per farti un’opinione devi ascoltare tutte e due le campane…questo vale per la teoria dell’evoluzione..ma vale per tutto nella vita…

  2. Questa delle due campane, ogni volta che la sento, mi sembra sempre più idiota.  Spaghettovolante, prego.   Da:spaghettovolante su Dicembre 14, 2008


Due campane

Due campane

—————————————————————————————————————————————————

A volte, i disegni del Prodigioso Spaghetto Volante, sono troppo insondabili per razionalizzarli.

Da http://www.libertaepersona.org/dblog/articolo.asp?articolo=1225

Home Page articoli : Articolo
La teoria del Disegno intelligente
Di Umberto Fasol (del 15/04/2009 @ 14:12:12, in Darwinismo, linkato 93 volte)

“L’Intelligent Design (il Disegno intelligente) è l’affermazione che alcune parti della natura vengono meglio spiegate come il prodotto dell’azione deliberata di un agente intelligente. Un buon esempio è quello del monte Rushmore, su cui sono scolpiti i volti di quattro presidenti americani. Vedendoli, anche un turista che non ne avesse mai sentito parlare capirebbe che sono il frutto di un progetto, non del vento e dell’erosione. In Biologia accade una cosa simile: la scienza ha scoperto che parti della natura danno una forte impressione di essere il risultato di un progetto. Di tali aspetti si dà un migliore resoconto considerandoli prodotto di un progetto piuttosto che del caso e della selezione naturale”.

Così, con queste parole, il prof. Michael Behe (nella foto), docente di Biochimica alla Lehigh University in Pennsylvania, illustra il proprio pensiero critico nei confronti del Darwinismo, facendosi portavoce di un movimento culturale, quello dell’Intelligent Design (I.D.) che è nato recentemente negli USA e che è approdato anche in Europa. L’opera più importante, indispensabile per capire il pensiero di questo movimento culturale – che comunica anche attraverso un ricco sito web – è certamente “Darwin’s black box” (la scatola nera di Darwin), da cui è stata tratta la citazione.

L’autore, Michael Behe, sostiene che quando il naturalista inglese Charles Darwin scrive, nel 1859, le conoscenze scientifiche del tempo non avevano ancora svelato i segreti della vita, così come oggi, sia pur in modo ancora imperfetto – come lo sarà sempre -, appaiono chiari e spesso divulgati anche al grande pubblico. La scatola nera di Darwin è costituita da tutte le immense conoscenze che oggi infittiscono i manuali liceali e universitari di Citologia, di Biochimica, di Genetica, di Anatomia e di Fisiologia e di cui ho già dato un elenco. Gli esseri viventi rivelano una complessità, una finalità e un significato che erano inimmaginabili con gli strumenti di indagine disponibili nel secolo diciannovesimo, quello che ha dato vita alla Teoria dell’evoluzione. Per questo è necessario una revisione radicale del lavoro di Darwin. Secondo Behe, la categoria fondamentale per interpretare le strutture anatomiche e il loro significato fisiologico presenti negli esseri viventi, a partire dalla singola cellula, non può più essere la mutazione casuale fissata dall’ambiente, ma la “complessità irriducibile”. Una struttura rivela una complessità irriducibile quando manifesta una funzione che non è presente in nessuno degli elementi che la compongono.

Per esempio, citando l’altro grande leader dell’I.D., il prof. William Dembski, della Baylor University,: la parola “disegno” è una complessità irriducibile perché comunica un significato che non è riconducibile a nessuna delle lettere di cui è formata. Sono moltissimo gli esempi che si possono registrare in biologia: dalla membrana cellulare all’occhio di un vertebrato, dal processo di coagulazione del sangue alle reazioni biochimiche del metabolismo cellulare, dal DNA al suo codice. Tali strutture non possono funzionare se manca anche solo un piccolissimo “pezzo”, così come una trappola per topi non può essere efficace se manca del tagliere o della molla. L’occhio “vede”, ma nessuna delle sue componenti prese singolarmente lo fa; il DNA contiene “istruzioni” che non appartengono a nessuna delle sue molecole singole. Gli esseri viventi in generale non si prestano quindi ad essere interpretati come il frutto di graduali e progressivi cambiamenti creati dalla mutazione casuale e fissati successivamente dalla selezione dell’ambiente in cui si trovano, così come vorrebbe la teoria dell’evoluzione.

Si deve piuttosto ricorrere alla categoria di “Progetto”, di “Disegno intelligente”, che postula un Autore che possiede la visione d’insieme e che quindi pianifica tutte le operazioni necessarie per raggiungere lo scopo. Del resto è comunemente accettato, anche dai biologi evoluzionisti, che le attuali teorie non riescono a spiegare la cosiddetta “macroevoluzione”, ossia il passaggio da una classe all’altra degli animali vertebrati (dal pesce fino al mammifero). Quella dell’I.D. è soprattutto un’azione demolitrice nei confronti dei meccanismi proposti dalla teoria dell’evoluzione; la sua parte costruttiva consiste nella constatazione che, osservando gli esseri viventi, è verosimile inferire un Progetto che porta, come sempre accade in questi casi, una sua firma.

Si tratta dunque di una versione moderna del Creazionismo (= la vita è un prodotto di Dio) che ha avuto le sue battaglie in tribunale (negli USA) per ottenere nelle scuole l’insegnamento di una Teoria alternativa al Darwinismo; ma questo è un aspetto secondario della faccenda, che rischia di sviare il ragionamento più importante, quello sulla complessità irriducibile. Perché il punto della controversia non è il Creazionismo o il Non creazionismo, ma la “bontà scientifica” della teoria dell’evoluzione. L’ipotesi di un Creatore non dirime la questione: l’evoluzione si oppone solo al fissismo, ma è compatibile anche con un Dio.

La prima critica che viene mossa all’’Intelligent Design è che il suo approccio alla natura è di tipo filosofico e non di tipo scientifico; tuttavia, se guardiamo bene, la stessa critica può essere mossa anche ai testi “canonici” dell’Evoluzionismo, a partire proprio dalla scelta dei titoli: “L’Origine delle specie per opera della selezione naturale”, “Il caso e la necessità”, “Creazione senza Dio”, “L’illusione di Dio”, “Nati per credere”: sono tutte interpretazioni della realtà. La differenza fondamentale consiste nella risposta alla domanda delle domande: “Perché esiste la vita?”; per l’Intelligent Design la causa è trascendente, per l’Evoluzionismo la causa semplicemente non esiste.

Si potrebbe forse dire che il riconoscimento dell’inadeguatezza del modello dell’evoluzione “graduale” ha portato da una parte alla formulazione della nuova Teoria Evo-Devo e dall’altra a questa ipotesi: non sono alternative tra loro, perchè si collocano su due piani diversi, quello scientifico e quello filosofico. Si potrebbe anche dire, tuttavia, che la teoria del Disegno Intelligente è una risposta all’Evoluzionismo onnicomprensivo: se da una parte si postula l’esistenza di un Creatore responsabile del progetto della “vita”, dall’altra si invoca l’azione del caso e dell’ambiente come se fossero capaci di generare le forme della vita: quale versione sarà più credibile? Scienza e Filosofia si intrecciano fortemente quando si parla di “origine”.

Mi sia consentito, al termine di questo lungo percorso storico, esprimere il mio personale consenso alla ragionevolezza dell’ipotesi che, in virtù della rigorosa analisi delle cause seconde identificate nella Biochimica, nella Genetica e nella Fisiologia, ricorre ad una spiegazione ultima della realtà al di fuori della stessa, nella Metafisica. Come abbia potuto accadere, credo che esuli dalle capacità di comprensione della nostra mente. Concordo per questo con Wittgenstein: “il senso del Mondo dev’essere fuori di esso”.

————————————————————————————————————————————————–

http://www.youtube.com/user/MM20XX

MM20XX ha risposto al tuo commento su Il Crollo del Darwinismo e la Realta della Creazione 1/6:

Ah ciao Straccettopocovalente; ancora non abbiamo imparato che buttare letame sulle persone non smentisce le teorie?
Sai nulla di Ota Benga?
Cominciamo a sparare a zero sui divulgatori del darwinismo così magari vediamo che alla fine i non credenti hanno fatto schifo come gli altri?
Questo giusto per ricordarti del fatto che non basta cambiare nome all’ideologia per cancellare la storia ovviamente oppure asserire che certi massacratori fossero dei dogmatici per salvare la pelle.
Puoi replicare dalla pagina dei commenti.

e pochi minuti dopo

MM20XX ha risposto al tuo commento su Il Crollo del Darwinismo e la Realta della Creazione 1/6:
Già, vuoi che ti racconto delle stravaccate di un certo cialtrone di nome Dawkins (lo stesso che ha criticato Harun) sulle Platirrine in America e delle arche di Noè prebibliche?
Se vuoi ti passo anche il sito (ateo) dove l’hanno pubblicato e te ne renderai conto da te.
Tutte critiche non mie ovviamente.
Ti suggerisco la risposta di come salvarti (non è un sito scientifico e quindi non fa testo).
Tanto quando non sapete cosa rispondere c’è sempre la frase fatta parachiappe.
Rode eh?
Puoi replicare dalla pagina dei commenti.

Dawkins kicks ass

——————————————————————————————————————————————-

Lo sapevate? Dawkins era, o è comunista, parola di Francesco Agnoli (per la serie: se l’ignoranza volasse ti tirerebbero da mangiare con la fionda)

http://www.libertaepersona.org/dblog/articolo.asp?articolo=1707

Il comunismo come religione materialista e scientista
Di Francesco Agnoli (del 05/03/2010 @ 17:48:53, in Storia del Novecento, linkato 96 volte)

Il comunismo, si dice spesso, è morto e sepolto. In verità, oltre che in Cina, Corea del Nord, Cuba e altre realtà più piccole, esso è ben vivo, come mentalità, anche in Europa.

Cercherò di argomentare a favore di questa tesi in un serie di articoli successivi.

Per cominciare partirei dalla visione della religione propria del “comunismo”. E’ risaputo che nell’ottica marxista-leninista la religione è “l’oppio dei popoli”, una protesta fasulla contro la “miseria reale”, che ha come unico fine quello di alienare ulteriormente l’uomo e di mantenerlo nella condizione di minorità in cui esso è a causa della struttura economica. Quando la società diventerà economicamente giusta, la religione morirà d’inedia, perché essa è un narcotico, è illusoria, fallace, astratta, mancando di aderenza alla realtà ed alla storia.

Al paradiso nell’aldilà, Marx e Lenin contrappongono il paradiso nell’aldiqua, e lo ritengono, quello sì, realizzabile, concreto, tangibile. Nella società comunista del futuro, profetizzano, scompariranno egoismo, stato, esercito, polizia, guerre, e tutti vivranno felici e contenti, come nelle migliori favole. Nella società comunista, si poteva leggere alcuni decenni fa sulla rivista Kommunist, “saranno inconcepibili la cupidigia, la bramosia del proprio tornaconto, il tentativo di danneggiare la proprietà sociale, la tendenza a sottrarsi all’adempimento dei propri obblighi…Lo scomparire dalla faccia della terra dei sostenitori dello sfruttamento, della violenza, delle guerre spazzerà via dall’animo dell’uomo i rimasugli del sentimento dell’odio, condurrà al rafforzamento dell’amore fraterno ecc.”.

Nel 2010, si leggeva sulla Komsomolskaja Pravda del 31 dicembre 1959, il comunismo sarà trionfante nel mondo, tutti staranno economicamente bene, vi saranno macchine e case per tutti, ma senza lucchetti, senza chiavi, perché sarà sparito ogni egoismo e la criminalità debellata per sempre. Il progresso scientifico porterà a scoperte sempre più strabilianti e nelle case, accanto ai rubinetti per l’acqua, vi saranno quelli per il latte! L

a fede comunista, che nasce dall’ottimismo antropologico illuminista e dalla negazione del peccato originale, è ciò di più anticristiano si possa concepire, in quanto è l’affermazione che l’uomo basta a se stesso , è unico redentore, infallibile, della sua esistenza. Ma oggi, dopo milioni di persone che vi hanno creduto ciecamente, generando solo morte, devastazione, sottosviluppo, è piuttosto difficile aspettare la felicità dalla ricetta economica di Marx, che appare, essa sì, utopica, illusoria, oppiacea, astratta.

Ma l’idea che l’uomo possa crearsi il paradiso da solo, rimane quella dei bolscevichi di un tempo. Non è un caso che siano comunisti o ex comunisti come Veronesi, Dawkins, Desmond Morris, Hack, Odifreddi, Flamigni e tanti altri, ad accusare di continuo la religione di essere l’oppio dei popoli, il freno alla felicità, garantita, in futuro, dalla scienza e dalla tecnica.

Quando andai in Russia nel 1960, ricordava tempo fa Padre Romano Scalfi, mi veniva sempre proposta la stessa tiritera: “la scienza ha dimostrato che Dio non esiste”. Contemporaneamente il partito comunista prometteva ai cittadini che “in futuro noi vivremo cent’anni senza ammalarci mai, e per i nostri posteri sarà ancora meglio”. In effetti, all’epoca di Kruscev, “scienza” divenne più che mai la parola magica per attaccare la fede: non più persecuzione diretta dei credenti, ed internamento in lager, con scarsi risultati, ma propaganda massiccia, corsi di ateismo condotti da varie associazioni, quali ad esempio la “Società per la diffusione delle conoscenze scientifiche”. Un libretto pubblicato nel 1962, “Fondamenti di ateismo scientifico” incominciava così: “la scienza storica dimostra che tanto Gesù Cristo quanto l’apostolo Paolo sono personalità mitiche, cioè che non esistettero mai…Il cattolicesimo attuale, come quello medievale, è nemico della scienza progressiva…” (citato in P. Colognesi, “Russia Cristiana”, san Paolo).

Analogamente, circa quarant’anni prima, Nikolai Bucharin, pupillo di Lenin, direttore della Pravda fino al 1929, a lungo capo del settore programmazione della ricerca scientifica e membro della Accademia sovietica delle Scienze, prima di essere fucilato nel 1938 nel paradiso sovietico che aveva contribuito a creare, insegnava: la religione ed il comunismo sono incompatibili perché l’idea di Dio “si è formata ad un certo stadio della storia umana” e “questa idea puerile e non confermata dall’esperienza…comincia a venire meno” proprio grazie alle “scienze naturali che sono in netta antitesi con tutte le favole religiose”.

Sarà la scienza, insomma, dicevano i bolscevichi, insieme al nuovo assetto economico, a realizzare la morte per fame della religione e la sua immancabile scomparsa.

Conclusione: del comunismo, che fu anche sogno di un completo benessere materiale, rimangono oggi il consumismo, con i suoi rubinetti che versano latte, e lo scientismo, la fede cieca nelle “magnifiche sorti e progressive” dell’uomo che ha eliminato Dio. Dalla scienza infatti in molti si aspettano ancora longevità indefinita, fertilità senza limiti, bambini su misura e la fine delle malattie e del dolore. In una parola: la salvezza.

Tutta roba concretissima, dicono, “scientifica”, non come l’aldilà, illusorio, dei credenti. Tutta roba che accadrà a breve, come i trilioni di malati che guariranno, domani o post-domani, con le staminali embrionali, come prometteva “l’Unità” nei giorni precedenti al referendum sulla legge 40 del 2005. da: Il Foglio (continua)

Nella foto una delle innumerevoli statue disseminate in Urss e dedicate a Lenin, ed alla sua divinizzazione.

———————————————————————————————————
Ho notato che nel ben noto sito Libertà e Persona, spesso sono ripresi articoli tratti da Tempi.it. Una verifica si imponeva, e la breve ricerca con le parole chiave “Darwin” e “evoluzionismo” ha restituito quello che mi aspettavo.

Il Financial Times arruola Darwin
di Tempi 27 gennaio 2009

http://tempi.it/la-rosa-dei-tempi/005163-il-financial-times-arruola-darwin

Sabato 17 gennaio sul Financial Times, il giornale della finanza londinese, è apparso un editoriale intitolato “In difesa di Darwin e della ragione”. Trattasi come è ovvio della solita manfrina sulla scienza con la esse maiuscola costretta a lottare contro le forze irrazionali e oscurantiste che si ostinano a mettere in dubbio il divin verbo di Charles Darwin. Forze irrazionali e oscurantiste che – nota il quotiano dei soldi veri – sono poi pappa e ciccia con quegli altri zotici che vietano la ricerca sulle cellule staminali embrionali.

esagerati E finché si tratta solo di spiegare che i creazionisti hanno rotto, possiamo pure sottoscrivere. Però scomodare nientepopodimeno che il padre dell’evoluzionismo all’uopo di chiedere due soldini in più per una ricerca che non serve a un accidenti ma fa tanto fico, bè, ci pare francamente troppo. E poi, scusate colleghi della City, ma quel finale pieno di speranza, con Obama che assicura che promuoverà la Scienza contro le idelogie, è davvero tanto commovente, però avete presente cosa scriveva Darwin su quelli colorati come il presidente?
——————————————————————————————————

Non si può non segnalare questa perla di Agnoli. Sembra uno di quei cani che abbaiano contro l’aspirapolvere.


Hanno fatto un abile «puzzle» e lo chiamano nuova vita
Di Francesco Agnoli (del 22/05/2010 @ 15:26:28, in Bioetica, linkato 0 volte)

Si sa: il positivismo e lo scientismo devono vivere di “miracoli”.Poichè promettono all’umanità un avvenire radioso, garantito dalla scienza sperimentale, da due secoli devono nutrire la loro fede di annunci sensazionali. Ecco che ieri è arrivato puntuale l’annuncio.

L’Economist ha addirittura titolato: “E l’uomo creò la vita“. Poveretti, e poi dicono di non credere: invece credono veramente di avere in mano chissà cosa, il destino dell’uomo, il “segreto” della vita, l’immortalità terrena…Invece non hanno nulla. Stringono tra le mani solo una immensa presunzione, bruciano la loro intelligenza, donatagli da Dio, per mettersi al suo posto, e sono dei pasticcioni, dei Frankestein pericolosi che giocano al piccolo chimico, e pensano di ingannarci e di ingannarsi con le parole.

Non si è “creato” nulla, si è preso ciò che già c’era e si è manipolato. Siamo ancora lontanissimi dalla capacità di fabbricare in laboratorio una cellula umana, animale o vegetale. E, se mai ci riusciremo, cosa ne sapranno fare, ometti boriosi come Venter, che credono di poter un giorno arrivare a predire l’ora della propria morte? Cosa ne faranno, uomini che non conoscono il senso della vita, e ciononostante se ne ritengono padroni?

Da Avvenire: Non è una sfida a Dio l’ultimo risultato ottenuto da Craig Venter e dalla sua équipe, ma una sofisticata operazione tecnologica, un “copia, incolla e metti la firma“: non è una creazione dal nulla, piuttosto sono state sapientemente assemblate sequenze di Dna già esistenti in natura, e riprodotte in laboratorio, insieme a qualche sequenza disegnata per “marcare” il genoma ottenuto e distinguerlo dall’originale naturale, una specie di “firma” degli scienziati inserita nel Dna stesso.

Il Dna così prodotto in laboratorio è stato poi sostituito a quello di una cellula naturale, che è stata in grado di replicarsi grazie al nuovo patrimonio genetico, cioè seguendo gli “ordini” del Dna sintetico. Per produrre il genoma in laboratorio non sono stati utilizzati nuovi aminoacidi. I “mattoni” con cui è stato costruito questo Dna sono quelli di sempre, e quindi parlare di «creazione di una nuova vita artificiale» è quanto meno ambiguo, visto che il cromosoma è copiato da quello naturale, e che anche la cellula che ha ospitato il Dna è naturale. D’altra parte ogni organismo geneticamente modificato può essere considerato una «nuova vita artificiale» che si affaccia sul pianeta, con un patrimonio genetico diverso da quelli già esistenti. In altre parole, i ricercatori del gruppo di Venter hanno composto con grande abilità un enorme puzzle, utilizzando i pezzi già messi a disposizione dalla natura, per realizzare un disegno pressoché identico a quello già tracciato naturalmente.

Non sappiamo ancora a quali risultati porterà la nuova procedura tecnica messa a punto: la produzione di biocarburanti piuttosto che importanti applicazioni biomediche. Lo vedremo nel tempo. Per ora, i problemi che pone sono analoghi a quelli di ogni ogm: la valutazione dell’eventuale impatto con l’ambiente naturale, le possibili ripercussioni sulla regolamentazione dei brevetti e sul mercato biotecnologico. Nell’articolo scientifico pubblicato è evidente la profonda capacità manipolatoria raggiunta dagli scienziati, che li fa parlare addirittura di “design” di cromosomi sintetici, e che indica la necessità di una vigilanza molto attenta per il futuro. La stessa richiesta del capo della Casa Bianca Barack Obama alla Commissione bioetica presidenziale di approfondire le questioni sollevate dall’esperimento è un segnale in tal senso. Ma ad inquietare per ora non è tanto l’esperimento in sé, quanto i toni con cui se ne parla.

È ben noto che Craig Venter è innanzitutto un bravissimo imprenditore di se stesso: sono già stati annunciati per i prossimi giorni documentari in anteprima mondiale su questo studio, a dimostrazione dell’accuratissima preparazione mediatica del lancio della notizia, organizzata su scala planetaria. Una sapiente e spregiudicata strategia di marketing industriale per un mercato enorme come quello che gira intorno alle biotecnologie, nel quale troppo spesso ad annunci trionfali non seguono i risultati promessi. Fa riflettere, poi, l’enfasi con cui la notizia è rimbalzata sulle prime pagine di tutti i giornali, con evocazioni di immagini bibliche, tipo «assaggiare il frutto dell’albero della vita», o «l’uomo ha creato la vita», o con affermazioni come «progettare una biologia che faccia quel che vogliamo noi», e potremmo continuare con le citazioni. Che la sfida della conoscenza debba sempre essere presentata come mettersi in arrogante gara con Dio, non rende ragione alla scienza stessa. Il mestiere dello scienziato è quello di cercare di comprendere sempre più a fondo la struttura intima della materia e della vita, ed è frutto di intelligenza – quella stessa che ieri il cardinal Bagnasco ci ha ricordato essere «dono di Dio» – , curiosità e, soprattutto, di umiltà. Significa essere consapevoli di stare di fronte ad un mistero che mentre si fa esplorare ci suggerisce nuove domande, altre questioni da affrontare e conoscenze da mettere a fuoco. Un mistero che svelandosi si mostra infinito. Avvenire, 22 maggio

Responses

  1. Che dire…
    concordo appieno.
    Ramen fratello.

  2. spaghetto il tuo ateismo ti rende così poco simpatico..secondo me leggi troppo Dawkins e troppo poco Gould…l’esplosione del cambriano è inspiegabile basandoci sulla teoria evolutiva…se leggi “la vita meravigliosa” di Gould..ti renderai conto del perchè è saltato fuori l’equilibrio punteggiato che fa tanto paura a Dawkins

  3. amicidisermonti: mi fai un favore?

    Ricordati la mail che scrivi quando lasci i commenti, e lascia sempre la stessa, in modo che la prossima volta non mi costringi a sprecare energie per approvare, d’accordo?

    Per il resto, mi vengono i brividi quando il compianto Stephen Jay Gould viene tirato in ballo da gente come te.

  4. a me metti tristezza spaghetto…Gould era un paleontologo e anche biologo molto capace…e giustamente non si spiegava l’esplosione del cambriano…i gradualisti come Dawkins e come te non capiranno mai il dilemma di Gould..questa è la verità…pensa se potrai mai capire il dilemma della Margulis o dello stesso Sermonti…cioè è impossibile…e non c’è niente da ridere purtroppo…buona fortuna spaghetto ti voglio bene

  5. Allora ogni tanto sei capace di apprendere nuovi giochi anche te!
    Visto che questa volta il commento è stato approvato automaticamente?

    Ciao ciao, torna a trovarci, questa pagina ti reclama.
    Già che ci sono: dimostri di conoscere Gould e Dawkins quanto io conosco l’aramaico, ma qui non è proprio il caso di fare a gara a chi cita più nomi. Quindi se vuoi discutere di biologia, tu e il tuo amico Sermonti mi mostrate un bell’ articolo PEER REVIEWED che invalida la “teoria darwiniana” (alla quale, parole tue “ormai non crede più nessuno”)
    Fino ad allora, per me puoi tranquillamente trasferirti qui.

  6. ma tu sei davvero convinto della teoria di Darwin??…vorrei sapere perchè sei così convinto…è Darwin stesso ad invalidare la sua teoria…basta leggere la parte finale del suo famosissimo libro…vorrei farti riflettere…anche se temo sia un’impresa titanica…sull’esplosione del Cambriano…all’epoca ancora Darwin aveva la speranza che ci fossero dei resti fossili che sarebbero venuti a galla prima o poi…nonostante già in tanti all’epoca lo dicevano a Darwin di non sperarci tanto…beh oggi che ne pensi dei fossili che sono stati trovati?…l’esplosione del Cambriano in realtà ha condannato la teoria gradualista di Darwin..Gould nel suo libro “la Vita Meravigliosa” … parla di una nuova visione della vita…pochi anni prima era stato costretto ad annunciare al mondo …”l’equilibrio punteggiato”…Gould parla dell’esplosione del Cambriano come di un evento unico ed irripetibile…cioè dal quasi niente..boooom…un’esplosione di esseri viventi…Gould parla di Phylum che sono scomparsi col tempo…una varietà anatomica che la terra non avrebbe mai più visto…per forza si è dovuto “inventare” la teoria dell’equilibrio punteggiato… non doveva esserci quell’esplosione del Cambriano..non doveva esserci tutta quella varietà…Gould alla fine ha capito…che era impossibil spiegare il tutto come avrebbe voluto Darwin…la teoria dei “salti” era molto più ovvia…in base ai dati che ci forniva la paleontologia…

  7. oooooooooooops….

    Non vedo nessuna peer reviews…

    Ohibò

    Come mai?

    Ma allora dove saranno tutti questi scienziati che non concordano con l’evoluzione darwiniana?

    Perché una volta un uccellino mi ha detto questo, con una certa dose di spocchia:

    “[…]alla fin fine se succede questo..è perchè la teoria darwiniana ripeto ormai non convince più nessuno…”

    Cazzarola, come si nascondono bene tutti questi geni.

  8. la Margulis..non so sela conosci..critica la teoria…soprattutto per il modo in cui viene considerata…è una teoria che molti scienziati non vogliono abbandonare…perchè molti di loro sono atei…e non accettano dunque l’idea di una creazione…sarebbe un pò come se Berlusconi ammettesse…”io non sono qui per voi miei cari italiani…non sono entrato in politica per poter essere d’aiuto al mio paese…ma solamente per curare al meglio i miei interessi…”non lo si ammetterà mai insomma…sarebbe come ripudiare il proprio ateismo…ripudiare in un certo senso se stessi…poi fortunatamente esistono persone che non hanno paura di dire ciò che pensano…Gould con le sue tesi ha scatenato un putiferio tra gli evoluzionisti…Sermonti è stato addirittura più coraggioso…e si è spinto oltre…rigettando del tutto la teoria…le grandi scoperte sono frutto di singoli scienziati…conla teoria darwiniana si spiega molto poco del mondo in cui noi viviamo…in realtà ad un attenta analisi..risulta tutto molto più complesso di quanto Darwin credeva…rimanere ancorati a questa teoria è a mio parere una mancanza di coraggio…

  9. Ah si…dev’essere proprio così.
    La comunità scientifica non scrive lavori scientifici (appunto) che invalidano l’evoluzione darwiniana, perché sono dei vigliacchi…

    Visti i fatti che hai portato, per me il tuo parere è minus quam merdam.

    Io ci metto due minuti a ribattere, mentre so bene, monitorando il sito e facendo 2+2, che tu ti prendi il disturbo di scrivere con calma le tue pregevoli argomentazioni probabilmente in word o altrove sul tuo PC. Io mi diverto con te (finchè non mi stanco), ma ti chiedo: ne vale la pena? Vale la pena per te che io continui esporti al pubblico ludibrio? Perché è questo che ti meriti, e io non farò altro.

  10. quello che so è che se Sermonti avesse continuato a sostenere la teoria darwiniana..non sarebbe di sicuro considerato un ciarlatano..in gni caso ho letto tutte le obiezioni alla teoria…e le ho trovate soddisfacenti…il fatto che non si pssa invalidare non significa che l’evoluzione sia avvenuta di fatto..la microevoluzione non può spiegare la macroevoluzione…lo sapeva Gould e lo sapeva persino Darwin…ci vogliono i reperti fossili..che NON SONO STATI TROVATI…altrimenti ti ripeto un paleontologo come Gould…non avrebbe cercato una soluzione alternativa al gradualismo..la maggior parte delle specie sembrano comparire all’improvviso…era così ai tempi di Darwin..che però forse poteva ancora un pò dubitare…ma oggi è impossibile dubitare..la paleontologia concorda tutta con Gould..

  11. Ribadisco il mio ultimo commento.
    Se vuoi trovare interlocutori al tuo livello, altri amici di sermonti, puoi andare qui

    http://www.storialibera.it/controevoluzione/

    Già immagino che brainstorming!

    E’ inutile che tenti di trascinarmi in una discussione: vedo in te il solito cialtrone che si riempie la bocca di termini scientifici e di autori altisonanti per dare corpo ad argomentazioni che rivaleggiano per inconsistenza con quelle degli astrologi.
    Quando inizierai a citarmi lavori scientifici invece che saggi divulgativi da te deliberatamente mistificati FORSE potrò prendere in considerazione un dialogo con te, ma è più probabile che l’Inferno si ghiacci prima che questo accada.

  12. spaghetto so per certo che una discussione con te servirebbe a poco…però amico mio almeno cerca di essere un pò più aperto…non critico tanto la teoria dell’evoluzione quanto l’asserzione che l’evoluzione è un fatto..i libri divulgativi sono per me quelli più importanti…una volta ricordo il mio prof…spiego un argomento un pò complicato…nessuno capì…nemmeno io..mi chiamo alla lavagna..e piano piano fece il modo di farmi capire…senza usare paroloni complicati…ad fimmininam..così la chiamava lui..facendo così capimmo tutti quell’argomento…se non fosse stato capace di spiegare quell’argomento in maniera più semplice..non l’avremmo capito nessuno..se un testo divulgativo non ti fa capire la teoria dell’evoluzione…significa semplicemente che quello c’è scritto non risulta in realtà così convincente…io ho letto sia libri di evoluzionisti ..sia libri di creazionisti..e mi sono fatto la mia idea…sorprendentemente i libri dei creazionisti si comprendono..cioè io comprendo le critiche e sono d’accordo con quelle critiche…

  13. Senti coso, è inutile che usi lo straw man argument con me. Io non ho detto che i libri di divulgazione non vanno bene, dico rigurgitarli come fai te, capovolgendone il significato non attacca. Per questo ti ho chiesto delle peer reviews: è su quelle che si fa la scienza, ed è su quelle che si basano i divulgatori. I libri di divulgazione creazionisti, sono di divulgazione dell’ignoranza, al massimo libri di barzellette. Sermonti non è nemmeno in grado di capire, o vuole menare per il naso le persone come te, il secondo principio della termodinamica, e lo utilizza per “confutare” l’evoluzione. Non ci sono vie di scampo: per non accettare l’evoluzione in quanto fatto, bisogna essere idioti, ignoranti, pazzi o disonesti. Ti ricordo che sei venuto qui affermando che all’evoluzione darwiniana non crede più nessuno, e firmandoti come amico di sermonti, quindi non aspettarti da me alcun rispetto. La conoscenza non è diplomatica.

  14. beh ho detto che all’evoluzione non crede più nessuno..però non credo di mancare rispetto a qualcuno dicendo una cosa del genere…anche perchè ripeto in giro c’è molto più scetticismo sull’evoluzione anche da parte di gente che crede ancora in una parentela con le scimmie…poi su Sermonti ho pure scritto che non sono d’accordo con lui su tutto…su molte cose sì…però non su tutto..vorrei sapere se hai letto il libro di Gould…la vita meravigliosa…beh se non l’hai fatto ti invito a leggerlo…io non capovolgo niente di quello che dice Gould…solo che non condivido alcune sue conclusioni o per lo meno non del tutto…stessa cosa ha fatto Sermonti..cioè non ha stravolto il pensiero Gouldiano ..ha semplicemente evidenziato le presunte falle..ed è in questo che mi ha trovato d’accordo…Sermonti non crede ad esempio all’origine spontanea della vita…sino a prova contraria non si può certo affermare che sia un cialtrone per questa cosa..personalmente credo ad esempio che ci siano altissime probabilità di generazione spontanea…ma non m permetto di dire che chi non ci crede è un folle..rispetto a Sermonti sono anche più materialista…Gould per me era un genio…scrittore pure molto in gamba…l’ho trovato davvero piacevole e soprattutto di facile comprensione…in realtà ad attaccare Gould sono gli stessi evoluzionisti..tempo fa ho letto un libro di Dennett ad esempio..e mi è rimasta impressa questa frase di Dennett…parlando delle tesi Gouldiane..riteneva che Gould tendesse una mano al cielo..”ganci appesi al cielo”…Dennett credo sia un ateo DOC…e un ateo DOC che legge Gould ..non può che pensare una cosa del genere a mio parere…eppure non è questo quella che pensava Gould…ha forse Dennett distorto il pensiero Gouldiano?..non credo proprio..semplicemente leggendo le sue tesi è arrivato a conclusioni diverse rispetto alle sue…questi “ganci appesi al cielo” non li vede solo Dennett..ma li vede pure Sermonti..personalmente ritengo che leggendo Gould sia normale pensare una cosa del genere…solo che se lo dice Sermonti..lui è un cialtrone..se lo dice Dennett che invece è un evoluzionista convinto..sono solo piccole scaramucce tra grandi scienziati..

  15. No caro, tu usi Gould a tuo piacimento. Per caso dici anche che l’olocausto non è mai accaduto, perché le tue tattiche sono le stesse dei negazionisti di ogni specie? Tra l’altro esiste un manifesto congiunto gould-dawkins che invita a non dibattere con i creazionisti, cioè quello che sto facendo io con te. E’ talmente evidente la tua crassa ignoranza che non mi spreco. Ad esempio l’evoluzione spiega la diversità della vita, non l’origine. E soprattutto TU, avanzo di papaboy, inviti ME a leggere Gould? Perché non ti fai amico il buon Anty?

  16. si spaghetto..l’evoluzione spiega la diversità della vita..sarà ma io non riesco a capire come la spiega…io non ti parlo da creazionista…non m’interessa farti diventare creazionista o cose del genere…quello che vorrei farti comprendere è che ci sono due facce della medaglia…in tutte le cose…e noi dobbiamo vederle entrambe queste facce..per esprimere un giudizio completo..tu per me non potrai mai farlo..perchè appunto sei molto limitato…la teoria dell’evoluzione è anche questo…io leggo libri sia di evoluzionisti sia di creazionisti…non ho alcun problema a farlo…proprio perchè so distinguere…Gould mi ha convinto su molte cose…così come Sermonti non mi ha convinto in altre…per farti un’opinione devi ascoltare tutte e due le campane…questo vale per la teoria dell’evoluzione..ma vale per tutto nella vita…

  17. Questa delle due campane, ogni volta che la sento, mi sembra sempre più idiota. Spaghettovolante, prego.

  18. Scusate l’off topic, ma chiederei ad Amicidisermonti di non sprecare tutti quei puntini di sospensione, che corriamo il rischio di non averne più quando servono.
    Grazie.

  19. visto questo tuo modo di ragionare..credo non avrai neppure letto Lima de Faria..il bello è che poi hai pure il coraggio di dare dell’ignorante agli altri…temo tu sia prevenuto sull’ID…e non t’interessa nemmeno conoscere le idee di scienziati seri come appunto Lima de Faria…per te è un altro cialtrone…il mondo creazionista in effetti è molto vario…e non tutti in effetti risultano credibili…però Lima de Faria dovresti leggerlo assolutamente a mio parere..come dovresti leggere la Margulis…entrambi personaggi molto rispettati in ambito scientifico…

  20. (Vedo che scialacquiamo puntini di sospensione ancora. Vabbe’.)

    Egregio Amicidisermonti, visto che lei sembra una persona di mente aperta e documentata, e sicuramente avrà letto – analizzandolo a fondo – “L’orologiaio cieco” di Dawkins, mi tolga un dubbio che mi attanaglia da tempo (mi riferisco a quanto viene detto sull’occhio).
    Le chiedo: quale progettista avrebbe concepito un occhio come quello umano, che ha i filamenti nervosi di collegamento rivolti verso la luce e che ostacolano il fascio di fotoni verso i recettori deputati a “raccoglierli”, i quali sono orientati nel senso opposto?
    In pratica, è come se lei mettesse un microfono davanti alla bocca di un cantante porgendogli la parte del cavo.
    Come se lo spiega?

  21. mah personalmente non mi spiego tante altre cose…il professor Sermonti è convinto che sia la scimmia a derivare dall’uomo…cioè l’antenato comune era molto più simile all’uomo che alla scimmia..d’altronde il passaggio da una posizione eretta come quella dell’uomo a quella degli scimmioni a me sembra pure più logica…cioè con questo non è che voglio dire che concordo con Sermonti…ma la teoria darwiniana gradualista come può rispondere a tutti questi nostri perchè?..cioè voi fate pure bene a lamentarvi di un certo tipo di creazionismo…ma alcuni evoluzionisti non è che scherzano..non difettano neanche loro in quanto a fantasia…l’evoluzione dell’occhio stesso e soprattutto del cervello(Wallace credo prenderebbe per matti molti evoluzionisti di oggi)..sono cose che lo stesso Darwin faticava a concepire…ma anche quando sia andata davvero così…perchè non si trovano questi fossili di transizione..dove sono nascosti…eppure questi fossili sono alla base della teoria darwiniana ..senza di essi manca la base…crolla tutto il castello…una volta pensavo come Darwin..cioè che questi fossili prima o poi sarebbero saltati fuori…ma leggendo attentamente autori come Gould o Eldredge o Lewontin..cioè non si può rimanere di questa idea..me ne sono fatta una ragione..cioè quello che dice Gould…lo dicevano pure ai tempi di Darwin…anzi Gould ci ha spiegato addirittura che l’esplosione del Cambriano è un fatto irripetibile..e che la terra mai più ha visto tutta quella varietà anatomica di esseri viventi…e che da allora sono scomparsi diversi phylum…che possa essere tutto un caso credo sia ancora possibile…ma a difendere ancora oggi questa teoria si fa la figura del credente…cioè non pensate di essere diversi da chi crede in un progettista…anzi direi che il credente in fondo in fondo è giustificato..crede in un dio e si affida a quello..ma non ci si può comportare come un credente per la teoria evolutiva..è un errore che mette in evidenza la nostra poca obiettività…io rigetterei la teoria darwiniana e cercherei altre strade…è meglio ammettere che non sappiamo..che continuare così…stanno ridicolizzando la scienza…e questo modo di ragionare mi ha fatto perdere fiducia appunto nella scienza…

  22. Quindi non se lo spiega. Grazie.

  23. per amicidisermonti, ti ho risposto aggiornando la pagina.

    per Marcoz, scusami se ti sembro troppo cattedratico, ma ripeto una cosa che gente piu’ saggia di me mi ha detto. Cioe’ non ti curar di lor ma guarda e passa. Non ci si deve abbassare al loro livello.

  24. Certo, Spaghettovolante, avevo voglia di divertirmi un po’, e poter leggere una replica così disarticolata, prolissa e inutilmente ridondante ha raggiunto lo scopo.
    Bastava dicesse “non lo so, ma Dio sì”.

  25. Ramen fratello.

  26. […] Camicie di forza cercansi Inserito da: spaghettovolante | Dicembre 18, 2008 […]

  27. mah.. io credo tu Marcos non abbia capito il mio discorso in pieno…cioè personalmente credo che l’ipotesi Gouldiana sia ancora oggi plausibile…quindi può essere ancora tutto un caso…nessun dio…nessun disegno intelligente..semplicemente credo che questa possibilità che sia tutto frutto del caso…sia oggi molto più improbabile dell’ipotesi di un ID…

    purtroppo credo ci sia troppo fossilizzati su questa teoria per aprire la mente alle novità…e il problema vero è che rimanendo ancorati a questa teoria…probabilmente non si faranno tante altre scoperte interessanti…perchè la maggior parte è in cerca di questa mutazione genetica che porterebbe alla macro-evoluzione…quando gli indizi che abbiamo ci portano su altre direzioni…

    uno dei punti su cui mi ha convinto fortemente Sermonti è ad esempio la spiegazione di quella che gli evoluzionisti chiamano “evoluzione convergente”..ho letto Gould e Dawkins su questa evoluzione convergente…nessuno dei due mi ha convinto…al contrario il ragionamento Sermontiano ..supportato dall’evidenza dei fatti..mi è sembrato molto più logico…

    Gould se non ricordo male ne parla anche nel suo libro “il pollice del panda”..è una spiegazione poco soddisfacente per il mio intelletto…Sermonti al contrario nel suo “Dimenticare Darwin” è stato a mio parere molto chiaro..come possono certi animali molto simili.. quasi identici nella forma ..con DNA tanto distanti tra loro..cioè se davvero la mutazione genetica ha la funzione che dicono gli evoluzionisti..questo a me appare davvero assurdo..

  28. vi ho ammutoliti con l’evoluzione convergente..ihihihih..

  29. No guarda Giacomino che ti ho già detto che caschi male. Con la tua ultima eiaculazione hai dimostrato che se l’ignoranza volasse, tu avresti raggiunto il Nirvana da parecchio. La tua pregevole argomentazione mi ricorda uno spezzone dei Simpson.

    A Spriengfield si sta rievocando la guerra di secessione, e Homer si reca al negozio di Apu (un indiano, dell’India, quella che confina con il Pakistan) e gli dice:
    Apu, perché non vieni anche tu? In questa guerra ci servono molti indiani a cui sparare.
    Apu scuote la testa dicendo: non so quale parte di questa frase correggere per prima.

    Ti faccio notare che nessuno, né io, né Marcoz, ha mai risposto, a una e dico una delle tue domande: quindi non hai ammutolito nessuno. Vale quello che ho detto finora, non ci si sporca dando il privilegio del dibattito a chi non ne ha diritto.

  30. beh Marcoz credo abbia chiesto il mio parere l’altra volta…ora vorrei il suo parere su questa cosa..

    secondo me sei piuttosto infantile Spaghetto..”mi hanno detto di non parlare con loro”…probabilmente ti hanno detto di fare così perchè non ti vedono all’altezza di affrontare il discorso…

    in ogni caso io ti ripeto che non sono qui per far cambiare idea a nessuno…però mi piacerebbe appunto capire meglio la vostra posizione..

    l’intervento di Marcoz è stato dopotutto costruttivo…e quasi quasi lui si è scusato per quell’intervento…

    tra l’altro non capisco questo astio…quando ho scritto che all’evoluzione non crede più nessuno..ho espresso solo un parere personale…il punto è che parlando con gente che crede all’evoluzione…ho notato che molti sconoscono quello che è l’attuale teoria darwiniana…mi è bastato a volte scambiare due paroline con alcune persone..per metterli in crisi…chi invece conosce la teoria nella maggior parte dei casi non è comunque così convinto..cioè credono alla teoria ma hanno molte riserve…per questo dico che ormai sono in pochi quelli che ci credono sul serio…tra l’altro di conseguenza siamo in aumento quelli che credono in un ID..

  31. Come mi pare Marcoz abbia detto, ti ha fatto la domanda per giocare al gatto col topo.

    Le persone che credono nell’ID, pseudoscienza creata a tavolino (informati Giacomino) per tirare a lustro il già esistente creazionismo scientifico, sono in aumento…forse tra gli IDioti e gli ignoranti, non nella comunità scientifica e fra le persone sane. E ancora ti ricordo che sei venuto qui dicendo “ormai la teoria darwiniana non convince più nessuno…”, dicendo deliberatamente una menzogna, cosa che la tua specie è abituata a fare.

    A me non importa praticamente nulla dei cretini che credono nel creazionismo, nel senso che non mi importa la vostra identità, cosa fate, per chi votate ecc… e non voglio convincervi.
    Potete anche credere nella terra piatta. Quello che veramente mi preoccupa e mi disgusta nel profondo, è che l’antiscienza entri nelle scuole. Quello è il problema.

    Nessun astio Giacomino. I miei non sono insulti, sono semplici definizioni e se mi reputi infantile, io applico semplicemente il manifesto Gould-Dawkins. Con questa Chiesa, mentre cerco di mostrare la via dell’illuminazione pastafariana, mi diverto, e diverto, ridicolizzandovi. Sono perfettamente sereno, perché mi posso guardare allo specchio e dirmi che tra i miei difetti non c’è quello di prendere per i fondelli le persone.

    E ti ribadisco: tu puoi postare tutte le domande che vuoi. Puoi parlarmi di fossili o genomi, ma mai ti presterò attenzione in proposito. Ti avevo dato una piccola possibilità sfidandoti a darmi delle peer review, ma sapevo già che sarebbe stata una vana richiesta.

    Buone Feste, che il FSM ti benedica

  32. io sono per il dialogo Spaghetto…il dialogo non può mai far male…il tuo è un comportamento tipico delle sette…estremamente dannoso per la nostra società…

    la scienza?…ho molto rispetto per tutto ciò che riguarda la scienza…però non concepirò mai tutto questo dogmatismo…100 anni fa gli scienziati credevano in certe cose…tra 100 anni saranno costretti a cambiare idea..questo è probabile…la scienza la fanno le persone…che caro mio Spaghetto che vola…possono anche sbagliarsi…l’ID non è anti-scienza…l’ID è qualcosa di indispensabile per avere una visione più ampia possibile della scienza…l’anti-scienza è presente anche tra i libri degli evoluzionisti…non c’è solo il nero o il bianco..ma esiste pure il grigio..quando si parla di evoluzione convergente …forse preferisco una risposta anti-scientifica?…o forse è solo una risposta solo in contrasto con la teoria evolutiva..per questo è considerata anti-scientifica?…questa è la conferma che la scienza è un’altra cosa…

  33. Ti ho già detto che per te è “Spaghettovolante”.

    Per mascherare la vostra ignoranza asinina, tirate fuori il dogmatismo. Tipico. Tipico e ricorrente.

    Come mai non citi più Gould? Adesso anche lui è dogmatico?

    Se ti piace pensare che la tue domande mettano in imbarazzo gli evoluzionisti, accomodati. Chi sono io per disilludere una persona?

    A proposito, lo sapevi che i regali, non te li ha portati babbo natale?

    Oltre che della setta degli evoluzionisti, faccio anche parte della setta dei “Negazionisti dell’esistenza di babbo natale”

  34. ma potrei continuare a citarlo all’infinito Gould…che ti ripeto ..è uno dei miei autori preferiti…oltre che dei più obiettivi…per quanto riguarda gli evoluzionisti…

    mi è stato molto utile Gould..perchè mi ha fatto capire tante cose…cioè di Gould non condivido solo alcune conclusioni alla fin fine..perchè se non fosse così..sarebbe inutile citarti Gould..perchè per te sarebbe un altro ciarlatano…

  35. Giochi sul fatto che chi passa di qui non legga dall’inizio? Tu prendi Gould e lo usi, come tutti i crezionisti, per portare acqua al tuo mulino di ignoranza. Il blog The Panda’s Thumb (titolo del libro che TU consigli a ME di leggere), su cui scrivono dei signori evoluzionisti che, a differenza di te, capiscono bene cosa scrive Gould, ha composto un signor debunking sul tuo amico Sermonti (ma poi perché amici e non amicodisermonti? sei schizofrenico?) comunque ecco qui, è stato uno dei miei primi post

    http://spaghettovolante.wordpress.com/2008/07/01/crap/

  36. già mi sembra di aver letto l’articolo in questione…in ogni caso vorrei chiederti..ma tu l’hai letto il libro di Sermonti??…sto parlando di te…l’hai letto dalla prima all’ultima pagina??…io ho letto diversi libri del professor Sermonti..e un pò ho seguito i suoi cambiamenti..i primi libri erano “molto” scientifici…in effetti oggi scrive in maniera diversa…questo non vuol dire che non parli più scientificamente…a quest’uomo ha cambiato la vita ..capire appunto che la teoria darwiniana era un errore..

    nel libro è vero ci sono alcune imprecisioni…e poi alcune sue conclusioni(che io rispetto in ogni caso)..beh sembrano andare un pò oltre…ad esempio a lui piacciono molto le idee di Sheldrake..idee che anche a me sembrano un pò fantascientifiche.. ma alla fin fine ..non si fa del male a nessuno a scriverle…però appunto il lettore ..se obiettivo…dovrebbe saper distinguere tra le obiezioni scientifiche vere e proprie..e queste sue “divagazioni”…

    tra l’altro ti ripeto ho letto diversi libri di autori evoluzionisti che in certe parti sembrano più libri di fantascienza…lo stesso Gould aveva pure molta immaginazione eh..

    nel complesso il libro di Sermonti è scientificamente valido..a mio parere…poi alcune sue obiezioni sono a mio parere molto convincenti..come ad esempio quando parla dell'”evoluzione convergente”… ti ripeto che nel complesso per me è un gran bel libro…e dimostra che ancora oggi Sermonti è un ottimo scienziato…

  37. Eh Giacomino, proprio non capisci? Io non ti do corda. Io non voglio il dialogo con te, perché la vita è troppo breve per sprecarla. Come ho detto, io non censuro nessun commento, ma questo non vuol dire che io debba fare da psichiatra a qualunque fanatico che si presenta qua.

    Forse hai preso come punto di orgoglio tornare ripetutamente dopo tutti i calci nei denti che hai preso, ma la questione non cambia.
    In Italia i libri di Sermonti sono il libretto rosso degli antievoluzionisti, il che dimostra quanto siate penosamente patetici.
    Almeno all’estero si sforzano di più (sono patetici lo stesso, ma almeno c’è più varietà).
    L’unica eccezione forse è Piattelli Palmarini che ha taroccato una peer review, nel senso che ha citato una peer review in chiave antidarwiniana quando gli autori affermavano testualmente che la nuova scoperta si accordava con la nuova sintesi.

    (nota bene: anche questa volta ho ignorato le tue domande, dalla più piccola alla più grande. E la musica sarà sempre la stessa. Puoi anche copiare e incollare le mie affermazioni sul sito dei Papaboys dicendo: “visto? visto come sono aperti alle altre teorie scientifiche?” La cosa non mi scalfisce per nulla.)

  38. […] Camicie di forza cercansi Inserito da: spaghettovolante | Dicembre 30, 2008 […]

  39. questo sito è altamente disinformativo a mio parere…ed è per questo che ancora ci scrivo..mi ci sono trovato per caso..mi sembra giusto informare eventuali malcapitati…che in base alla discussione si faranno un’idea di chi è Spaghetto Volante..si perchè non rispondendo e comportandoti come ti comporti..cioè chi potrebbe darti retta suvvia…insomma chi non ha preconcetti…capirà sicuramente il mio discorso…

  40. Auguri per la tua missione!
    E buon anno!

  41. Scrivo in merito sua alla citazione del mio post “16a Fiera delle verità”.
    La mancanza di commenti sul post non mi ha ben fatto capire se si trova contro le teorie che girano riguardanti le scie chimiche o se dubita dell’esistenza del signoraggio bancario.
    Comunque sia, la invito a leggersi la recensione di quella giornata:

    http://amperini.wordpress.com/2008/11/18/16a-fiera-delle-verita-recensione/

    Delle scie chimiche (come ho scritto nella recensione) non mi sono ancora fatto un’idea precisa, mi sono fatto un’idea precisa di Marcianò invece.
    Se invece è un’altra persona che nega l’esistenza del signoraggio, allora la invito a guardarsi qualche video di alcuni onorevoli che ne parlano:

    http://it.youtube.com/watch?v=6e2TFVKyvrQ&feature=channel_page

    http://it.youtube.com/watch?v=B5WRdzC84fI

    http://it.youtube.com/watch?v=zIG3BpdJSwU&feature=channel_page

    Qui contrariamente ai precedenti, c’è il professore Auriti:

    http://it.youtube.com/watch?v=IvJZUjnH9mU

    Saluti.

  42. Non credo che la Chiesa si occuperà mai di signoraggio. C’è già chi ci pensa

    http://complottismo.blogspot.com/2008/12/signoraggio.html

    La pagina dove si trova il link alla fiera, Camicie di forza cercansi, rende abbastanza automatico il fatto che non sono interessato ad approfondire la mia conoscenza delle varie sagre allegoriche cospirazioniste. Quindi l’invito cade totalmente nel vuoto, almeno da parte mia.

  43. Se non sei interessato ad approfondire la tua conoscenza resterai sempre nell’ignoranza. ;)
    Ah la beata ignoranza.

  44. Eh già… io mi dedico solo alla tauromachia.

  45. In riferimento al commento di spaghettovolante, cito il seguente filmato:

    http://it.youtube.com/watch?v=_uZrobqSO10

  46. Premesso che di quel che dice la Chiesa poco mi importa, nel precedente commento non ho fatto alcun riferimento alla Chiesa, quindi mi chiedo cosa centri. Comunque non si preoccupi che molti preti e laici sono molto più informati in materia di quanto si possa credere.

    La pagina che ha linkato presenta alcune inesattezze:

    “le principali teorie complottiste sono particolarmente gradite dagli ambienti dell’estrema destra, perfino più di quanto lo siano negli ambienti dell’estrema sinistra.”
    Del signoraggio parlano anche personaggi politici come Marco Ferrado e Fernando Rossi “figli” del partito comunista oltre che a Di Pietro di centro sinistra.

    “Se vi fermate un attimo a riflettere, la cosa non è poi molto diversa da quello che fate quando emettete un assegno: vi portate a casa un televisore al plasma e lasciate al negozio un assegno da 1000 euro, che in realtà tra carta e inchiostro non vale nemmeno 10 centesimi. Siete dei rapinatori?
    Certo che no. Il vostro assegno è garantito dai fondi che avete depositato in banca, dal fido che la banca vi riconosce. Se l’assegno è scoperto, finite nei guai.”
    È certamente vero che facendo un’assegno non diventiamo dei rapinatori, ma noi per avere un fido dalla banca dobbiamo dimostrare di avere dei beni mobili o immobili a copertura. Le banche di emissione quando stampano denaro non hanno più l’obbligo di avere una riserva aurea in copertura della moneta emessa.

    Detto questo, devo dire che in tutta franchezza non mi interessa molto il fatto che lei si trovi d’accordo o meno con quel che scrivo, ma almeno come dovrebbero fare un po’ tutte le persone, prima di aprir bocca dovrebbe avere la compiacenza di osservare a fondo le cose.

  47. Questa è da incorniciare.
    Il nome del sito è FSM’ s Italian Church (traduco: Chiesa italiana del Prodigioso Spaghetto Volante), per fortuna che si dovrebbero osservare a fondo le cose.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Pastafarianesimo

    Tenterò di rendere la cosa ancora più univoca: la Chiesa a cui mi stavo riferendo è questa, non quella cattolica.

    Come ho detto a molti, io non censuro nessun commento, ed Ella può anche tenere qui in comizio, ma se ha dei problemi con il link che le ho fornito, probabilmente deve rivolgere la Sua attenzione verso coloro che gestiscono quel sito. Vede, se io faccio un link a un sito di ricette, e secondo Lei i finferli caramellati non vanno nel microonde (come vuole la tradizione), lo viene a raccontare a me, o a quelli che hanno scritto la ricetta?

    P.S.:

    la risposta esatta è: a quelli che hanno scritto la ricetta.

  48. Volevo semplicemente sapere se stavo parlando con una persona che sapeva quel che diceva, e mi hai appena confermato che non è così.

  49. E il morbo colpisce ancora

    http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Sindrome_dei_sentimenti_offesi

  50. Vede, se io faccio un link a un sito di ricette, e secondo Lei i finferli caramellati non vanno nel microonde (come vuole la tradizione), lo viene a raccontare a me, o a quelli che hanno scritto la ricetta?

    Anzitutto a lei visto che linkandolo lo prende come veritiero e finchè si tratta di una ricetta poco cambia, questione di gusti. Ma quando si linka siti dove vengono dette emerite boiate su argomenti non di gusto personale e vengono linkati come portatori della verità assoluta, allora, forse è meglio far notare anche a chi l’ha linkato che un pò d’informazione non gli guasterebbe. Ma visto che lei linka siti senza sapere quello che dicono e poi se ne lava le mani dicendo che non l’ha scritto lei, cosa li linka a fare? :S
    Se non gli interessano questi argomenti cosa ha creato questa pagina a fare? Così per passare il tempo? :)

  51. Lo scopo di questa pagina è chiaro, e per trovarlo basta leggerla:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Lettura

    “Ad ogni modo, questa pagina ha il solo scopo di raccogliere le perle, amplissimamente disponibili sul web dei flatearther, in particolar modo italiani. Non farò altro che dei copia e incolla con dei link ed eventualmente inserirò screenshot. Al massimo provvederò ad evidenziare in grassetto parti degne di nota. Il titolo di questa pagina è Camicie di forza cercansi, non c’ è bisogno di commentare certe cose.

    Questa pagina quindi è a scopo puramente ludico.

    E ora buon divertimento”

    Tutto quello che Lei trova sotto la pagina, va sotto il nome di “commenti” (purtroppo non c’è il link di wikipedia, se no glielo fornirei)

    Se Ella si va comunque a rivedere lo scambio di battute nei suddetti commenti, noterà che io ho detto semplicemente che c’è già chi si occupa del signoraggio, e che subito prima avevo affermato che, invece, questo sito, la Chiesa, non se ne occupa.

    Il motivo per cui la pubblicità alla magnifica “Fiera della Verità” è finita qui, anche se sarebbe stato sufficiente solo il titolo, è precipuamente legato alle scie chimiche, inserite in un contesto più grottesco del solito. Noterà come i link del copia incolla siano attivi, e come tramite questi i miei lettori potranno godere delle scalette delle precedenti fiere delle verità, che comprendono anche la “medicina alternativa” e i “messaggi subliminali”. A proposito di questi ultimi consiglio a tutti la visita al “pregevolissimo” (virgolette indicanti ironia) sito del centro culturale san giorgio.

    http://www.ccsg.it/

    Ora che Ella è giunto fin qui, può spostarsi di poco più in altro tramite lo scroll, e RIleggere lo scopo della pagina.
    No, meglio che faccia io:

    “Ad ogni modo, questa pagina ha il solo scopo di raccogliere le perle, amplissimamente disponibili sul web dei flatearther, in particolar modo italiani. Non farò altro che dei copia e incolla con dei link ed eventualmente inserirò screenshot. Al massimo provvederò ad evidenziare in grassetto parti degne di nota. Il titolo di questa pagina è Camicie di forza cercansi, non c’ è bisogno di commentare certe cose.

    Questa pagina quindi è a scopo puramente ludico.

    E ora buon divertimento”

  52. Non si preoccupi, nessun sentimento offeso. Solitamente non mi offendo così facilmente, specialmente da persone che per loro stessa ammissione dichiarano di non saper quel che dicono.

  53. Scopo puramente ludico per chi entra e dice:”Guarda questo.. raccoglie spezzoni di post qua e là senza sapere di cosa parlano e giudicandoli pazzoidi solo perchè gli han detto che è così, ma lui non ha la benchè minima idea se sia vero o meno e ancora peggio non vuole informarsi..”
    ah ah ah, si effettivamente fa ridere.. :)

  54. Gente allegra il ciel l’aiuta

    http://en.wikipedia.org/wiki/Straw_man

  55. Io ho semplicemente spiegato, dal mio punto di vista, l’unico motivo per cui la gente trova divertente questa pagina quando entra.. ;)

    Poi, visto che si lava le mani dai link che posta, cosa li mette a fare? :) Parli con parole sue no? :)

  56. Il tuo punto di vista era già chiaro, ma come vedi

    http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/A_nessuno_importa

    e per finire

    http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Emoticon

  57. Abbi le palle di firmarti con nome e cognome spaghettovolante !!!

    Cazzo sei un buffone da circo ?

    Nome e cognome testasecca pallemosce !!!

    Lurido verme !

  58. Si, così, continua a sfogarti!
    Butta fuori le energie negative!

  59. spaghettovolante :

    sei solo un povero cojone senza palle ne cervello !
    Non dibatti un cazzo in modo intelligente e dici solo emerite baggianate !

    Spero che te ne sei accorto che gran parte dei visitatori di questo blog non fanno altro che insultarti !

    Inoltre sei anche un vigliacco dato che non firmi MAI con nome e cognome !

    Facci sapere chi sei MERDACCIA !

    La tua fortuna è che tra te e me c’è uno schermo che ci separa !

    Ma non mi stai sul cazzo per quello che dici e per le tue teorie che possono comunque anche essere discusse ma per il tuo modo misero e meschino di sottrarti ad un confronto serio sugli argomenti che tu discuti !

    Sappi che pubblicare un blog e parlare di certe cose racchiude implicitamente anche la volontà di dover “perder tempo” con dei malati da camicia di forza come li chiami tu !

    Peccato che dici solo un MARE di fregnacce e parli di evoluzione senza avere una minima idea a riguardo se non qualche fottuta banalità rattoppata qua e la dalla rete.

    Se avessi avuto il BUON SENSO di leggerti Sitchin ad esempio eviteresti di vomitare castronerie pubblicamente !

    Darwin è BOCCIATO da tutto il mondo accademico ed è valido per tutte le specie TRANNE che per l’uomo.

    Detto questo … o ribatti e porti argomentazioni oppure te la vai a prendere in culo cazzetto moscio da 4 soldi !

    Sii uomo !

  60. Ti ricopio qui il commento che ho già scritto in merito al dibattito
    (OT: mai provato con i fiori di Bach? Un amico di un conoscente della cugina del mio trisnonno, dice che Il Mago Otelma li raccomanda per gli squilibri ormonali)
    Spaghettovolante dixit:

    “Io non voglio un sano dibattito costruttivo con te: sarebbe un ossimoro.

    L’ ho già detto in altre occasioni, e lo ripeto anche a te: io non dibatto con gli astrologi, e non dibatto con creazionisti, omeopati, raeliani, ufologi et similia, quindi non voglio nemmeno dibattere con te.

    La realtà non è oggetto di dibattito e a questo proposito, come molti della tua specie, citi Popper (e chissà quanti altri) come un bambino che si siede al posto di guida dell’ auto di papà e gira il volante facendo brum brum con la bocca.

    La vita è breve, e il cosmo è meraviglioso: la cosa che in quanto uomini possiamo fare, è indagarlo alla luce della scienza.
    Pensando questo, tu sei automaticamente escluso da ogni dibattito col sottoscritto.
    Forse altri ti daranno corda, e non temere: io non censuro nessun commento, puoi anche scrivere qui la formula della pietra filosofale.

    Che il FSM ti benedica”

    Ramen

  61. TU affermi che IO cito Popper come un bambino che siede al posto ecc… ecc…

    In base a cosa ?
    Qual’è la ua cultura ?
    Qual’è il tuo percorso di studi per fare affermazioni del genere ?

    Sia chiaro : non chiedo titoli di studio ma sapere COSA e su COSA hai studiato e quali sono i tuoi interessi per fare simili affermazioni visto che nemmeno mi conosci !!!!

    BAMBOCCIO DA 4 LIRE !!!!

    Se solo ti avessi sotto mano ti farei passare la voglia di nasconderti dietro a un monitor !

  62. Fiori di Bach no eh?

  63. Scusi, sig. J3njy, confidando nel fatto che la notte, a volte, porta consiglio, mi azzardo a chiederle una delucidazione in merito al suo video “http://vimeo.com/1566088″, e precisamete su quanto lei afferma nei primi minuti.

    Cito testualmente: «il metodo scientifico si basa essenzialmente sulla conoscenza, appunto, come deriva dall’etimologia stessa: “scienza”»

    Saltando a pié pari il lapsus (ma sono dettagli!) che deve esserle sfuggito sulla questione etimologica [se la memoria non m’inganna è “scienza” che probabilmente deriva da “conoscenza” (co/con/cum-gnosis), e non il contrario], mi pare di capire che lei abbia conoscenze (appunto!) precise di epistemologia.
    Visto che sul tema (l’epistemologia, intendo) non sono certo di avere tutte le idee chiare, sarebbe così gentile di redigere un breve schema sintetico al riguardo e, poi, a dissipare miei eventuali dubbi?
    Grazie.

  64. Ok, allora gioco anche io:

    “Darwin è BOCCIATO da tutto il mondo accademico ed è valido per tutte le specie TRANNE che per l’uomo.”

    Mi sono scervellato, ma cosa vuol dire questa frase? Darwin è bocciato o è valido? E’ valido solo per l’uomo? O è valido per tutte le specie tranne l’uomo?

    e poi:

    “O intendete fare informazione e sano dibattito costruttivo oppure preparatevi ad una serie di insulti da parte mia visto che non ho tempo da perdere con una manica di mentecatti !”

    Non capisco: non hai tempo da perdere con una manica di mentecatti, però “minacci” (ROTFL) una crociata di insulti contro i suddetti. Quindi del tempo da perdere ne hai, a iosa.

  65. Esplosione del Cambriano?

    http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Il_dilemma_di_Darwin/1334414

  66. Benvenuto.

    Non posso fare altro che l’ennesimo copia e incolla a beneficio degli altri pellegrini, che magari ancora non conoscono quel fine scienziologo incubo degli evoluzionisti che è Amicidisermonti:

    “si può essere creazionisti senza bisogno di essere per forza religiosi…il punto è che la teoria darwiniana ormai non convince più nessuno…vero che la religione sfrutta questa cosa per i suoi scopi…però c’è da dire che alla fin fine se succede questo..è perchè la teoria darwiniana ripeto ormai non convince più nessuno…”

    firmato Amicidisermonti nel post http://spaghettovolante.wordpress.com/2008/09/25/215/

  67. ahahahaha …quindi non ci sarebbe stata alcuna esplosione nel Cambriano nemicodisermonti?…che brutto nick poi… qui qualcuno che abbia solo letto un pochino Gould non si trova neanche col binocolo…tutti bravi invece a citare il lupetto Dawkins vedo…

    insomma prima leggetevi Gould…ma leggetelo seriamente…visto che non era un astrologo…confrontatelo col vostro Dawkins e poi capirete il mio discorso.. forse…

  68. Ah questo è il cesso dove pensi? Beh capisco, che confusione poverino, qui si radunano i dispersi, se le cose che fai danneggiano solo te, il male che ne consegue é minore, ma se insieme alla tua follia coinvolgi altre persone dovrai rendere conto anche di questo alla fine. Non scambiare la pazienza, per l’assenza! La vita è breve e nessun ufo ti consolerà dopo.
    Spreca pure il tuo tempo ma tutto si paga, sopratutto se cosciente, se fossi demente saresti scusato, la malattia non è una colpa, ma la demenza per scelta contribuisce a creare giorno per giorno l’orrore che ti è riservato. Aspetta e vedrai!

  69. UFO? Grazie per aver lasciato il commento nella pagina giusta, mi ha risparmiato la fatica del copia e incolla.

  70. […] Camicie di forza cercansi […]

  71. ahahah spaghettovolante! Ho letto tutto il post!

    volevi fare il saputello, ergerti a paladino del giusto! Avevi la verità in mano tu!

    Ma se non volevi rispondere, perchè hai scritto questo post?

    non vedevi l’ora di dare sfogo al tuo ego frustrato? per coerenza dovresti chiuderlo!

    Piano piano hai compiuto una involuzione meravigliosa, diventando il peggiore dei dittatori!

    Poi non hai più risposto così che noi non ci accorgessimo della tua ignoranza!

    Impara l’umiltà, metti da parte l’arroganza e soprattutto: STUDIA IGNORANTE!

    N.B.: prima impara l’educazione tu che parli di civiltà! A che ti serve essere acculturato se poi mangi con le mani, zotico?

    N.B2: a proposito, dove insegni? che corso tieni?

    Datti all’ippica!

  72. Non capisco: rispondere a cosa?

    Che FSM ti benedica.

    Ramen

  73. Aspetta ti spiego meglio:

    se una persona inserisce un post in un BLOG, desidera contribuire alla comunità con il proprio sapere e ricevere opinioni e contributi dai visitatori…

    Ergo, tu non sei all’altezza di poter gestire un blog, tanto vale che scrivi sulla carta stampata o utilizzi un sistema (come si suol dire) 1.0, non una piattaforma 2.0.

    Se non reggi l’opinione altrui, tanto vale che ti dia alla radio o ad un sistema che non basi la propria forza sui feedback, perchè ti sei rivelato una schiappa!

    E’ finita l’informazione totalitaria, tu che ti senti (erroneamente) tanto libero, non limitare la libertà altrui!

    E datti all’ippica!

    P.s. Che ramen benedica te.. Queste pratiche primitive tienitele per te!

    Ad ogni modo non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere (la tua pochezza)!

    Tanti auguri, ti servono.

  74. Veramente, questo non è un blog ma una Chiesa.
    Inoltre non ho mai cancellato nessun commento ai miei sermoni.
    E continuo a non capire a chi o a cosa dovrei rispondere.
    A un blog? A un commento in particolare?

    A ogni modo, il fatto che i commenti siano totalmente liberi, non vuol dire che io debba rispondere a ogni sociopatico che si presenta qui cianciando di esplosione Cambriana, scie chimiche, UFI, astrologia, meccanica quantistica etc… come del resto ho più volte specificato, poiché questi per me e i fedeli sono solo occasione di sollazzo.

    A ogni modo, siccome sembra ci sia un deficit nel flusso di informazioni, al momento ti trovi solo in un’ala laterale (pagina) di questa Chiesa, e forse non hai visto la navata centrale, alla quale puoi accedere cliccando sul nome del Santissimo FSM.

    Se ti ha fatto imbestialire solo questa, beh…preparati a un travaso di bile.

    Auguri fratello, che il PSV ti benedica.

    Ramen

  75. “cianciando di esplosione del cambriano”

    diciamo che chi ciancia di esplosione del cambriano è in buona compagnia…

  76. OH

    MIO

    FSM

    Quanto tempo!

    Tutto bene tra quelle pareti imbottite? Ti danno qualche gioco da fare ogni tanto? Ti avevano tolto il computer perché non avevi voluto prendere le medicine?

  77. fratello,
    ammazza che pazzienza che c’hai!
    se vede che la notte dormi cullato dalle Sue Pappardellose appendici!

    (oh, ma pe’ questi l’auctoritas è propio un riflesso pavloviano! hai letto il tale e il talaltro… chi sei, che studi hai fatto, caccia le carte… rabbrividisco al pensiero del suffragio universale)

    pace/ramen

  78. O superbo cantore della Sua bontà,
    sono solo una piccola forchetta nelle pappardellose appendici del FSM.

    Questo mi da la serenità di trasformare i latrati di coloro che non hanno ancora visto la Sua Gloria in genuino divertimento per tutti i fedeli.

    Ramen

  79. Egregio spaghettovolante, mi presento, sono il papa attuale della Chiesa Discordiana Toren, derivata di funzione tangente che condivide alcuni concetti pastafariani.
    Gradirei approfittare un momento di questo spazio per rispondere ad un post estremamente ilare e faceto di tale “spaghettoallapiastra” (il nick, secondo la Chiesa Discordiana Toren, e’ blasfemo).

    Egregio “spaghettoallapiastra”, in relazione al commento nel quale si affermava che l’esimio Signor Spaghettovolante, rifuggendo le repliche dei commentatori al Suo post, cito:

    “Tu non sei all’altezza di poter gestire un blog, tanto vale che scrivi sulla carta stampata o utilizzi un sistema (come si suol dire) 1.0, non una piattaforma 2.0.”

    Egregio “spaghettoallapiastra”, gradirei quindi ricordarti il grande concetto espresso in testi quali il “De Ouroboros” di Platone, ne “Black Iron Prison” edito dall’omonimo sito(una delle molte Chiese Discordiane) e dalle edizioni 17 e 23.5 dei “Principia Discordia” che, in virtu’ della legge “was Ihr Boot schwimmt” ogniuno e’ libero di far parlare chi vuole, a casa propria, e sopratutto di lasciarlo a parlare per ore al citofono da solo.

    Che la mano di Eris e della sua profeta Angelina Jolie scenda su di voi e vi schiaffeggi

    Skyborgsin Toren
    Papa della Prima Chiesa Discordiana Toren
    Ora con accesso a internet e videoteca per i fedeli!

  80. So che questa discussione è morta da un pò ma vorrei riprendere un tema caro ad amicidisermonti (ma anche di tanti altri) cioè alla cosiddetta “eplosione del cambriano”.
    Pare che ci sia un’importante aggiornamento, alcuni ricercatori hanno scoperto più di 200 fossili di organismi multicellulari precedenti al Cambriano, risalirebbero infatti a più di 2 miliardi di anni fa.
    L’articolo completo su:

    http://www.nature.com/nature/journal/v466/n7302/full/nature09166.html

    è possibile leggere l’abstract e vedere alcune immagini gratuitamente.

    Per chi non mastica l’inglese qui invece l’articolo su Le Scienze:

    http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Risalgono_a_2,1_miliardi_di_anni_fa_i_primi_organismi_multicellulari/1343929

  81. Infatti, l’ “esplosione cambriana” ha leggermente scassato i cosiddetti.
    Tipico dei creazionisti prendere espressioni metaforiche (più o meno azzeccate, in questo caso molto poco) e usarle a proprio vantaggio.

    Certo, prima che questa notizia faccia abbastanza breccia nella stampa divulgativa, e che i creazionisti architettino una soluzione ad hoc, passerà molto tempo.

    Una cosa è certa: la soluzione sfiderà in imbecillità tutte le precedenti. L’idiozia dei creazionisti segue le leggi della termodinamica: essendo il loro ambiente culturale un sistema isolato, l’entropia aumenta inesorabilmente.

    RAmen

  82. Per toroseduto
    Purtroppo l’articolo di Nature non ha nessun impatto sull'”esplosione” cambriana, dato che quegli ipotetici organismi pluricellulari di 2 miliardi di anni fa non hanno niente a che fare con gli animali, i protagonisti dell'”esplosione” cambriana.
    L'”esplosione” cambriana scientificamente e’ il FATTO che la stragrande maggioranza dei gruppi animali (con l’eccezzione delle spugne) appare improvvisamente circa 525 milioni di anni fa senza avere degli ovvi predecessori in strati piu’ antichi. Qual’e’ la spiegazione piu’ probabile di questo? Datazioni basate su gli orologi molecolari suggerirebbero che nonostante tutto i principali gruppi animali si sarebbero originati durante il periodo precedente al Cambriano, il cosiddetto Ediacarano (lo potete vedere qui http://rstb.royalsocietypublishing.org/content/363/1496/1435.long, consultabile gratis). E’ possibile, quindi, che qualcuno degli strani fossili di quel periodo (per esempio Kimberella, datata 555 milioni di anni fa) rappresenti forme intermedie nell’evoluzione degli animali. La cosa e’ molto discussa, comunque, poiche’ si possono sempre prendere dei “granchi” colossali con i fossili. Infatti, i fossili dell’Ediacarano sono stati interpretati nei modi piu’ vari e, molto probabilmente, nella stragrande maggioranza dei casi non hanno niente a che fare con gli animali attuali. Gli stessi fossili di “organismi pluricellulari” descritti da Nature non sono stati unanimemente accolti come tali dalla comunita’ scientifica, come si puo leggere in questa ottima analisi http://ediacaran.blogspot.com/2010/07/21-ga-multicellular-colonial-organisms.html.
    Comunque sia, il termine stesso “esplosione” dice che qualcosa e’ aumentato improvvisamente, partendo da qualcosa di poco presente precedentemente. Che cosa fosse questo qualcosa e perche’ c’e’ stata un’improvvisa diversificazione intorno ai 525 milioni di anni fa e’ un appassionante tema per studi scientifici basati su fatti osservabili. Sfortunatamente per i creazionisti ogni elemento di incertezza e’ una leva per argomentare contro la scienza.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: